Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 11
  1. #1
    Tutor


    L'avatar di bombardiere
    Città
    Grazzanise (CE)
    Club
    pantera sac asd
    Iscritto il
    04 Dec 2008
    Messaggi
    9,120

    Predefinito Recensione motore g&p m140 high torque

    RECENSIONE MOTORE G&P M140 HIGH TORQUE
    Questa recensione è fatta per lo più per dare delle indicazioni sulle aspettative di prestazioni che questo motore dà praticamente , rispetto a quanto dichiarato dalla fabbrica o dalle altre recensioni già fatte in merito. E’ mia intenzione recensire o quanto meno dare info sulla maggior parte dei motori per asg softair in commercio, soprattutto per informare sulle loro caratteristiche tecniche costruttive, prestazioni effettive ,affidabilità , difetti , quindi dare all’acquirente quelle info che sono necessarie per sapere cosa acquistare in base all’uso che se ne dovrà poi fare.


    Ringrazio il buon Picchio65, che mi ha inviato questo motore per farlo riparare customizzare , e cosi ho preso al volo l’occasione per farci una piccola recensione.


    Dopo il motore M120 eccoci qui con l’opposto fratello maggiore, questo motore è stranamente poco diffuso tra i softgunner , sicuramente gli viene preferito il fratello minore e meno costoso M120 . Come ben sapete la sigla riportata dalla G&P sui suoi motori indica la potenza della molla che può comprimere , in questo caso questo motore è stato progettato per comprimere molle fino alla 140 m/sec , ed è dichiarato High torque dalla fabbrica cosi come scritto in bella mostra sulla carcassa. Il motore si trova in vendita a poco più di 50 euro per la versione albero corto, credo qualcosa in più per la versione albero lungo.


    Qui di sotto la foto del motore G&P M140 albero corto,questo esemplare l’ho ricevuto per una riparazione e customizzazione :
    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   M140 albero corto di picchio65.jpg 
Visite: 83 
Dimensione:   80.5 KB 
ID: 248803



    In giro ho trovato molte immagini di questo motore con colorazioni diverse , fondello o tappo di colore nero ,bianco, verde, probabilmente di vecchie versioni tutte con pignone argenteo, cosa che mi rafforza la mia ipotesi, ricordo che il pignone argenteo della G&P è un pignone pessimo che si deforma facilmente, attualmente gli esemplari in vendita hanno fodello portaspazzole di colore amaranto,e pignone rinforzato scuro termo trattato.

    Qui altre immagini del motore questa volte in versione albero lungo, sicuramente è un vecchio modello con pignone debole :
    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   motore m140 albero lungo.jpg 
Visite: 82 
Dimensione:   11.8 KB 
ID: 248804


    Qui invece un altro albero lungo di nuova generazione si noti il fondello portaspazzole di colore amaranto ed il pignone termo trattato rinforzato:
    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   motore m140 albero nuovo tipo con pignone rinforzato.jpg 
Visite: 90 
Dimensione:   6.2 KB 
ID: 248805


    Ma in effetti come si comporta questo motore sulle nostre meccaniche da 1 Joule ?
    Una bomba, il motore pur dichiarato high torque , con alimentazioni spinte si comporta da vero high speed con le nostre meccaniche da 1 joule .Vediamo come è fatto questo motore .
    La sigla M140 sta ad indicare il range d’uso di questo motore, che secondo il costruttore è la molla da 140 m/sec ovvero fino alla 140 , con molle poco potenti come la sp 90 o meno potrebbe essere anche troppo veloce in base alla batteria utilizzata , di sicuro non è indicato per molle da 85 m/sec.

    L’architettura costruttiva è copiata in parte dal Turbo sistema ( è identica ad altri motori come i Classic army , Lonex etc. ) , bisogna fare un distinguo tra le prime serie prodotte di questo motore e quelle attuali , scadente risultava la qualità del pignone vero tallone di achille della prima versione, il colore di questo pignone era quasi argentea con i denti molto pronunciati e sottili , è risultato essere un pignone pessimo , molto delicato.

    La nuova versione è stata migliorata rispetto alla prima,con la sostituzione del pignone con uno termicamente trattato e che ricorda il classico pignone rinforzato guarder, infatti il pignone è molto scuro , e sembra essere molto più resistente.
    Il motore è composto da una carcassa in ferro dolce, dotata di ampie finestre di aerazione nella parte bassa.

    Qui in foto si possono apprezzare le ampie finestre di aerazione tipiche di tutta la serie dei motori G&P:

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   vista anteriore.jpg 
Visite: 190 
Dimensione:   93.0 KB 
ID: 248806

    Di questo motore da quel che mi è dato sapere esistono solo versione ad albero lungo ed a albero corto.
    Il fondello portaspazzole è realizzato in polimero, attenzione non è molto resistente e si può rompere, sul fondello sono allocate logicamente le spazzole, che stranamente in questa serie non sono dotate di capocorda. Il fondello è vincolato alla carcassa mediante due viti in ferro che si avvitano su di un anello di ritegno amovibile situato dentro al motore. Fate molta attenzione alle rondelle isolanti posizionate sotto le teste delle viti, se queste mancano mandate il motore in dispersione o peggio mandate in corto l’alimentazione della asg appena premerete il grilletto.

    Nella foto in basso la parte posteriore del motore, si notino le viti metalliche che vincolano il fondello alla carcassa:


    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   m140 vista retro.jpg 
Visite: 119 
Dimensione:   70.1 KB 
ID: 248807

    Il fondello come dicevo denota debolezza strutturale, su questo motore una delle alette di alimentazione era spezzata, il corpo in polimero si incrinato .
    La carcassa contiene due magneti classici di buona forza , la prolunga dell’albero nella versione ad albero lungo, è separata. Dispone di 2 ampie finestrelle di aerazione che permettono una buona ventilazione del rotore.L’albero rotore è montato su due cuscinetti di buona qualità.
    Nella versione a albero lungo , nel copri albero in lega di alluminio troviamo altri due piccoli cuscinetti. L’albero e relativo rotore non sono ben spessorati , ho riscontrato un eccessivo lasco che ho corretto .
    Lo smontaggio del motore è abbastanza semplice, basta scollegare le mollette spingi spazzole, e svitare le due viti, per togliere quindi tutto il fondello motore. Per rimuovere il rotore bisogna togliere il pignone che è a sezione a O , lo stesso è inserito a pressione sull’albero, per rimuoverlo è consigliabile usare l’apposito estrattore.
    L’ avvolgimento è di tipo a filo maggiorato, i fili degli avvolgimenti sono ben inseriti nelle cave del rotore che è di tipo classico a cave dritte e ben bilanciato .Le spire dell’avvolgimento sono adeguatamente bloccate nelle cave mediante la classica resina bi componente , il filo è ben grosso, i capi delle spire sono solamente crimpati al collettore.Il filo di avvolgimento è montato con qualità industriale , ovvero con poca cura .Questa particolarità denuncia il risparmio effettuato dal costruttore in sede di assemblaggio,ed è la causa più frequente di rotture e malfunzionamenti di tutti i motori, rispetto all, M120 qui la quantità di resina bloccante utilizzata per fissare le spire di avvolgimento , renderà poco probabile la perdita degli avvolgimenti stessi.
    Le spazzole sono di buona qualità ed assicurano scarsi attriti di scorrimento, peccato che abbiano usato una treccia a sezione sottile e non abbiano previsto un fondello che potesse accogliere dei capicorda per le spazzole senza mandare tutto in dispersione.
    Su questo motore ho eseguito dei piccoli interventi di customizzazione soprattutto indirizzati ad aumentare i travasi di corrente con saldatura dei fili di avvolgimento.
    Come si comporta il motore
    Ho testato il motore dapprima a vuoto , soprendendomi per la sua velocità , reattività e silenziosità.
    Poi ho testato il motore sul mio AK74 da test con meccanica da 1 joule, alimentando con lipo nanotech 11,1 volts 1800 mA 25 C , il singolo è letteralmente fulmineo, il motore entra in coppia come un fulmine e raramente esprime il doppio colpo in singolo, ma la sorpresa è in full auto , registro ben 30 bb/sec e non ho insistito con la raffica altrimenti sarei andato fuori giri.
    Per cui questo motore è’ indicato a chi vuole avere elevati rof , conservando grande reattività al grilletto, credo sia anche indicato per compiti gravosi , quali raffiche prolungate e funzionamenti continui senza pause, considerato l’esubero di potenza che ha . Con batterie di voltaggio elevato come life da 9,9 volts e lipo da 11,1 volts, se ne deve valutare attentamente il rof, perché è molto facile andare fuori giri se si usano molle morbide da 90 m/sec senza spessori sul guida molla .
    Io monterei questo motore su Gear box con ingranaggi logicamente rinforzati,anche con ingranaggi high speed e super high speed.
    In base alle caratteristiche espresse lo giudico un ottimo motore,soprattutto se si effettua l’intervento di modifica al collettore , per il resto si tratta di un motore commerciale con le relative pecche. Ma questo motore funziona bene e non sembra avere grossi problemi.
    Ringrazio ancora Picchio65 per avermi dato la possibilità di studiare,modificare e testare questo motore.







  2. #2
    Recluta L'avatar di Bruno Minili
    Città
    Aquino (FR)
    Club
    Linea Gustav
    Iscritto il
    24 Feb 2013
    Messaggi
    845

    Predefinito

    Davvero bello, mi piace, in generale preferisco i torque con una buona reattività
    Indicativamente parlando, gira bene anche con batterie da 7.4? Ha anche un prezzo buono, ci sto facendo un pensierino

  3. #3
    Tutor


    L'avatar di bombardiere
    Città
    Grazzanise (CE)
    Club
    pantera sac asd
    Iscritto il
    04 Dec 2008
    Messaggi
    9,120

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Bruno Minili Visualizza il messaggio
    Davvero bello, mi piace, in generale preferisco i torque con una buona reattività
    Indicativamente parlando, gira bene anche con batterie da 7.4? Ha anche un prezzo buono, ci sto facendo un pensierino
    non l'ho provato con le 7,4 volts, perchè è un motore high torque con magneti più potenti della norma e con questa alimentazione perderebbe le sue caratteristiche migliori .se si vuole stare su rof affidabili ma di tutto rispetto , lo si può alimentare con una life da 9,9 volts alto amperaggio e scarica

  4. #4
    Recluta L'avatar di Ghost1979
    Città
    Viagrande (CT)
    Club
    A.S.D UNITA' DELTA
    Iscritto il
    02 Feb 2011
    Messaggi
    708

    Predefinito

    ciao Bombardiere, come al solito le tue recensioni sono impeccabili
    ti volevo fare una domanda:
    tra questo ed il fratello maggiore M160 qual'è il più veloce? ci sono differenze sostanziali?
    grazie in anticipo.

  5. #5
    Leggenda di SAM
    L'avatar di Skype
    Città
    Fonni (NU)
    Club
    UFO Oristano
    Iscritto il
    17 Dec 2009
    Messaggi
    6,150

    Predefinito

    Ottima recensione come sempre.. Hai visto che ci sono anche le versioni S? Di questo non lo fanno però fanno le versioni S del m180 m170 denomite appunto m180S. Sarei curioso di sapere che differenze hanno visto che costano anche di più, a vista le differenze sono dei fori di areazione nella carcassa come quelli che ci stanno nell' M175 (anche quest'ultimo sono assai curioso di provarlo)


  6. #6
    Tutor


    L'avatar di bombardiere
    Città
    Grazzanise (CE)
    Club
    pantera sac asd
    Iscritto il
    04 Dec 2008
    Messaggi
    9,120

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Ghost1979 Visualizza il messaggio
    ciao Bombardiere, come al solito le tue recensioni sono impeccabili
    ti volevo fare una domanda:
    tra questo ed il fratello maggiore M160 qual'è il più veloce? ci sono differenze sostanziali?
    grazie in anticipo.
    l'm160 è con magneti al neodimio, credo sia più lento per forza di cose, invece il fratello ancora maggiore il deviljet ( che ho recensito)è un portento come coppia e come velocità anche se ha magneti al neodimio , un vero mostro. Peccato che costi un botto e che dura pochissimo, ne ho avuti molti tra le mani e tutti avevano perso gli avvolgimenti ed altri anche il collettore. Il problema è che questi motori non sono progettati per andare veloce , a 30 bb/sec pochi motori resistono a lungo, per questo ho costruito i mie bomb motor custom.
    Dicevano girano velocissimi perchè son progettati per comprimere molle durissime, e quando sono accoppiati a molle morbide al massimo le 100 previste per le potenze in italia, si comportano da high speed sempre se adeguatamente alimentati, e per questo motivo che poi si rompono ,oltre ovviamente alla bassa qualità di produzione che ricordiamo è industriale

    ------ Post aggiornato ------

    Quote Originariamente inviata da Skype Visualizza il messaggio
    Ottima recensione come sempre.. Hai visto che ci sono anche le versioni S? Di questo non lo fanno però fanno le versioni S del m180 m170 denomite appunto m180S. Sarei curioso di sapere che differenze hanno visto che costano anche di più, a vista le differenze sono dei fori di areazione nella carcassa come quelli che ci stanno nell' M175 (anche quest'ultimo sono assai curioso di provarlo)
    oddio non lo sapevo, i cinesi sono arrivati un altra volta sulle mie invenzioni, anche loro hanno fatto i fori aggiuntivi di ventilazione !

  7. #7
    Leggenda di SAM
    L'avatar di Skype
    Città
    Fonni (NU)
    Club
    UFO Oristano
    Iscritto il
    17 Dec 2009
    Messaggi
    6,150

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da bombardiere Visualizza il messaggio
    l'm160 è con magneti al neodimio, credo sia più lento per forza di cose, invece il fratello ancora maggiore il deviljet ( che ho recensito)è un portento come coppia e come velocità anche se ha magneti al neodimio , un vero mostro. Peccato che costi un botto e che dura pochissimo, ne ho avuti molti tra le mani e tutti avevano perso gli avvolgimenti ed altri anche il collettore. Il problema è che questi motori non sono progettati per andare veloce , a 30 bb/sec pochi motori resistono a lungo, per questo ho costruito i mie bomb motor custom.
    Dicevano girano velocissimi perchè son progettati per comprimere molle durissime, e quando sono accoppiati a molle morbide al massimo le 100 previste per le potenze in italia, si comportano da high speed sempre se adeguatamente alimentati, e per questo motivo che poi si rompono ,oltre ovviamente alla bassa qualità di produzione che ricordiamo è industriale

    ------ Post aggiornato ------


    oddio non lo sapevo, i cinesi sono arrivati un altra volta sulle mie invenzioni, anche loro hanno fatto i fori aggiuntivi di ventilazione !
    Ti giro un paio di link

  8. #8
    Tutor


    L'avatar di bombardiere
    Città
    Grazzanise (CE)
    Club
    pantera sac asd
    Iscritto il
    04 Dec 2008
    Messaggi
    9,120

    Predefinito

    ho visto tutto, è roba nuovissima, mi hanno copiato l'idea, io è più di 1 anno e mezzo che faccio i fori di ventilazione maggiorata sui motori, ma questi sono andati oltre hanno rivoluzionato anche l'interno con delle robe che non mi piacciono molto

  9. #9
    Spina L'avatar di Soul
    Città
    Mortara (PV)
    Club
    S.I.X. Vigevano
    Iscritto il
    28 Jun 2011
    Messaggi
    23

    Predefinito

    Ciao, quindi secondo te, avendo ingranaggi Hi-Speed rinforzati e questo motore su una molla da 1J, dici che una 9,9 1000 mahe20c è l'ideale oppure è meglio una 7,4 tipo 2200 mah 25c per avere una buona risposta in singolo pur con una raffica di tutto rispetto ma non esagerata?

  10. #10
    Tutor


    L'avatar di bombardiere
    Città
    Grazzanise (CE)
    Club
    pantera sac asd
    Iscritto il
    04 Dec 2008
    Messaggi
    9,120

    Predefinito

    Con una 9,9 cosi scarsa in ampere e c o con una 7,4 v non ci fai niente. Devi alimentare di 11,1 v per avere reattività e velocità decenti

    Inviato dal mio Archos 50 Neon utilizzando Tapatalk

Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo

Questa pagina è stata trovata cercando:

m140

M175

SEO Blog

Tag per questa discussione

Licenza Creative Commons
SoftAir Mania - SAM by SoftAir Mania Community is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.softairmania.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.softairmania.it.
SoftAir Mania® è un marchio registrato.