Visualizzazione dei risultati da 1 a 5 su 5
  1. #1
    Tutor


    L'avatar di bombardiere
    Città
    Grazzanise (CE)
    Club
    pantera sac asd
    Iscritto il
    04 Dec 2008
    Messaggi
    9,136

    Predefinito Recensione-guida motore ptw systema serie 2010 ,490-2010

    Qualche giorno fa ho ricevuto dall’utente Silent Control , per tentare una riparazione/customizzazione , uno di questi motor dichiarato non funzionante , per cause sconosciute, ed un rotore sempre per lo stesso motore dichiarato con un avvolgimento bruciato dal proprietario.
    Quindi molto ansioso di mettere le mani su questi prestigiosi motori, mi sono subito buttato a capofitto nello smontaggio per cercare di capire quali fossero i problemi, contemporaneamente non mi sono lasciato sfuggire la ghiotta occasione di realizzare una recensione.
    Veniamo al dunque , il motore per SYSTEMA PTW SERIE 2010 CHIAMATO ANCHE 490-2010 , ha il seriale inciso sulla carcassa( ma non i primissimi esemplari da quello che ho sentito) ed è tanto per capirci la vecchia versione di motore per PTW , spesso lamentata come poco affidabile all’uso con batterie LIPO. Attualmente sui PTW Systema lo hanno cambiato con il nuovo motore chiamato 7511 , a quanto si dice molto più resistente dei precedenti anche se usato con la 11.1v , ma meno scattante e prestante del vecchio modello oggetto della recensione .
    Conoscevo questo modello da foto ma mai avuto per le mani, comunque eccolo qui.
    In foto il motore 490 con numeri seriali, la foto è stata scattata dopo i lavori di modifica:
    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   motore 490 con matricola 2.jpg 
Visite: 86 
Dimensione:   52.2 KB 
ID: 217859
    Qui in basso una foto di un motore 490 senza numeri seriali, fotografato prima dello smontaggio:
    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   motore 490 senza matricola.jpg 
Visite: 74 
Dimensione:   47.8 KB 
ID: 217862


    E’ un motore molto differente dai classici motori per asg , innanzitutto è molto più lungo,almeno 1/3 in più , ma è pur sempre una dinamo , questo motore è di tipo a carcassa aperta, l’architettura è stata studiata per essere inserito nella grip real style del PTW , a mio parere questa configurazione ha sicuramente il vantaggio di ventilare e raffreddare meglio il motore, di contro è molto soggetta a danni da ingestione di piccoli oggetti metallici esterni, anche a causa dei potenti magneti in neodimio.
    Architettura costruttiva.
    Il fondello in metallo leggero amagnetico , sostiene i due portaspazzole metallici, che sono isolati dalla struttura mediante una apposita piastrina di materiale isolante. Il portaspazzole è fissato al fondello con una vite ed un porta molla a vite in materiale plastico abbastanza resistente( ma non troppo occhio a non forzare l’avvitatura) , il tutto in chiaro stile sistema che ricorda molto chiaramente la soluzione adottata sul turbo sistema e sull’ATOZ .Ricordiamoci di fare molta attenzione a vite e porta molla ,perché anche se robusti sempre di plastica si tratta ed il tutto è bloccato con frena filetti. Nella parte superiore abbiamo un piccolo cuscinetto per il rotore, mi è parso identico di dimensioni ai classici motori per asg.Sui portaspazzole ovviamente sono montate una coppia di ottime spazzole dotate di generoso cordone a treccia saldato/crimpato su di un capocorda non isolato,che a sua volta è bloccato in sede da una vite in plastica.
    Qui la foto del fondello porta spazzole:

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   particolare fondello porta spazzole.jpg 
Visite: 70 
Dimensione:   74.9 KB 
ID: 217863


    Ai lati si trovano due colonne di metallo che contengono due potenti magneti permanenti in neodimio , che si vanno ad incastrare sul fondello e sulla parte inferiore anche essa in metallo leggero (alluminio) .Tali colonne sono bloccate in basso da 4 viti a brugola , mentre dal lato fondello superiore abbiamo il solo incastro . Nel fondello lato pignone sono inseriti due cuscinetti .
    Qui altre foto del motore:

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   particolare frontale motore.jpg 
Visite: 57 
Dimensione:   45.8 KB 
ID: 217865


    La particolare architettura costruttiva a carcassa aperta, dettata sicuramente dalle ingombri interni della grip motore, porta il vantaggio notevole di permettere una migliore ventilazione e quindi miglior raffreddamento del motore, necessaria sui motori con magneti in neodimio che hanno la particolarità di riscaldarsi molto durante il funzionamento. Di contro questa architettura costruttiva costituisce un pericolo , perché è molto facile che possano entrare corpi estranei esterni creando danni catastrofici.
    Il pignone con grano di fermo a sezione a O in classico stile systema si blocca sull’albero su di uno scasso mediante solita microvite a brugola , sembra di metallo trattato termicamente e sembra identico ai classici pignoni systema montati sui Turbo ed Atoz, per cui non dovrebbe essere molto resistente.Attenzione se vogliamo rimuovere il pignone, ricordiamoci di scaldare a fiamma la parte altrimenti sarà impossibile svitare il grano a brucola.
    Il motore oggetto di recensione e studio, è stato completamente smontato, ripulito , riavvolto in modo differente e con avvolgimento di mia progettazione , come differente è stato il modo di bloccare gli avvolgimenti nelle cave , modificato, come per esempio aggiunta di guaina isolante ai cordoncini spazzole, data nuova forma ai portaspazzole ,spessorato etc. e dopo quasi 48 ore di lavoro paziente si sono ottenuti ottimi risultati.
    Gli avvolgimenti rotorici benché coperti da chili di resina, sono risultati tutti rotti o incrinati , questo è il motivo della inefficienza principale del motore 490 per PTW della Systema.
    Qui di sotto immagini di alcuni rotori che ho trovato montati sui motori:

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   particolare rotore 490 senza matricola.jpg 
Visite: 79 
Dimensione:   44.0 KB 
ID: 217866Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   particolare rotore 490.jpg 
Visite: 75 
Dimensione:   39.4 KB 
ID: 217867

    Qui in basso alcune sequenze dello smontaggio.
    Rimozione spazzole:


    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   smontaggio spazzole.jpg 
Visite: 75 
Dimensione:   138.3 KB 
ID: 217868

    Rimozione porta spazzole e pignone, per rimuovere il pignone dopo aver svitato la brucola, è meglio utilizzare un estrattore per pignoni da modellismo dinamico :


    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   rimozione portaspazzole.jpg 
Visite: 67 
Dimensione:   96.3 KB 
ID: 217873



    Io con il disassemblaggio mi fermerei qui con le informazioni, perché la fasi successive sono per persone molto esperte , e tentare di disassemblare il motore provocherebbe sicuramente dei danni irreparabili, nonché grosse possibilità di ferirsi le mani.
    Risultati: a vuoto il motore parte bene ed entra rapidamente in coppia , ottima la velocità .Normale il livello di riscaldamento considerato che si tratta di un motore con magneti in neodimio.
    Nei test a vuoto sono stati simulati i classici colpi doppiati, facendo fermare e ripartire molte volte il motore, e poi controllata la temperatura . Quindi è stato portato alla massima velocità possibile e tenuto in queste condizioni per oltre 30 secondi,e quindi valutata la temperatura, si è ripetuta più volte la prova.
    Al termine , il motore è stato smontato di nuovo, e rimesso a posto lo spessoramento dell’albero , che a quanto pare su questi motori è fatto male , infatti su di un altro motore che ho riparato ho riscontrato uno spessoramento errato, troppo stretto.
    Su di un altro motore ,stesso modello ma senza numero seriale ,che ho riparato, come dicevo , ho riscontrato che a volte non partiva quando alimentato, e per farlo partire bisogna dargli una “spinta “ , ovvero ruotare lievemente l’albero, una volta partito girava più lentamente del normale, e scaldava in maniera anomala . Su questo motore ho riscontrato uno spessoramento troppo stretto dell’albero, rigature profonde alle spazzole ed al collettore, contatti non perfetti tra spazzole e collettore. L’avvolgimento sul rotore era sistemato in maniera differente rispetto agli altri che avevo visto ,ma la modalità di avvolgimento era la medesima, stesso filo ma con meno resina di bloccaggio.Quando ho rimosso l’avvolgimento , ho riscontrato delle micro fratture del filo di avvolgimento nei pressi dei contatti di crimpatura ed anche all’interno delle cave.Su questo esemplare le spazzole a mio parere erano anche difettose, in quanto durante l’uso diventavano a superficie troppo ruvida, cosa che non mi sarei aspettato da una ditta blasonata come la systema nonché considerato l’elevato costo del motore.
    Qui la foto del collettore del motore di cui si parla, si possono notare le rigature :
    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   particolare collettore 490 senza matricola.jpg 
Visite: 89 
Dimensione:   37.7 KB 
ID: 217874

    Conclusioni, si tratta di una dinamo motore con lo stesso principio di funzionamento dei normali motori per asg, l’architettura costruttiva è completamente differente , la struttura di carcassa a pareti aperte permette un ottima aerazione del rotore, ma nel contempo è una pericolosa via di accesso a corpi estranei in particolare quelli metallici ferromagnetici. La particolare modalità costruttiva lo rende un motore molto impegnativo nello smontaggio e nella manutenzione, per cui sconsiglio a chi ha scarsa esperienza di cimentarsi nello smontaggio , pena danni gravi ed irreparabili alla struttura stessa.
    E’ purtroppo un motore difettoso , i fili degli avvolgimenti sono ben spessi, di idonea sezione e adatti alle correnti in circolo ,ma probabilmente con bassa resistenza meccanica che sommato all’errato modo di avvolgimento, causa numerose rotture o fratture dei suddetti fili ,provocando cosi l’avaria più diffusa di questo motore.
    E’ stato notato anche un errato spessoramento dell’albero,che provoca inutili sforzi e quindi maggior richiesta di corrente e di conseguenza aumento anomalo della temperatura, su di un altro esemplare ho rilevato delle spazzole al limite della difettosità e non perfetto scorrimento delle stesse nei portaspazzole. Alcune carcasse di rotore riportavano dei fori di alleggerimento al fine di correggere lo sbilanciamento, una cosa che reputo negativa rispetto ai minimi vantaggi che potrebbe apportare,in quanto aumenta le correnti parassite in circolo nel pacco di lamierini della carcassa rotorica, aumentando di conseguenza la temperatura e facendo decadere le prestazioni.
    Il motore , come per tutti i motori con magneti potenziati in neodimio, è molto rapido ad entrare in coppia (ottimo spunto e reattività al grilletto), ma è automaticamente limitato nelle velocità , con tali motori su meccaniche da 1 joule con alimentazioni con batterie lipo da 11,1 volts, difficilmente si possono superare i 27 bb/sec . Sia ben chiaro che questo tipo di motori hanno bisogno di molta energia, e che pertanto i travasi di corrente devono essere ben curati per avere le prestazioni nominali , quindi occorrono batterie potenti con molti ampere , per quello che ho visto, una volta modificati con un nuovo avvolgimento, possono tranquillamente essere alimentati con batterie lipo fino a 11,1 volts. Per me non sono indicate alimentazioni fatte con batterie di tipo tradizionale ( NICD e NIH) con scarso voltaggio e scarse correnti di scarica (leggasi scarsi C di scarica ).
    Sia anche ben chiaro, che questo tipo di motore , scaldando più dei normali motori, deve essere fatto respirare tra una raffica ed un'altra o dopo alcuni doppiaggi del singolo , e non è idoneo alle raffiche prolungate , sostenute e ripetute , in quanto questo porterebbe al danneggiamento sia degli avvolgimenti che dei magneti permanenti , difatti temperature superiori e o uguali agli 80° tenute per periodi prolungati portano inevitabilmente ad una scaduta della forza magnetica dei magneti permanenti in neodimio.
    Il motore che ho riparato e modificato è stato già montato ed provato sulla PTW del proprietario, che ha notato dei miglioramenti netti rispetto alle prestazioni precedenti, ovvero un rof più elevato ed una reattività nettamente migliore.
    Ringrazio Silent control “Federico” per avermi dato l’opportunità di studiare questo motore, egli stesso ha eseguito un debriefing sulle prestazioni e test sulla propria PTW.
    Qui il link al debriefing di Silent control:
    http://www.softairmania.it/threads/2...uot-vs-FCC-2-5
    Spero che la recensione sia stata di vostro gradimento e ci si sente alla prossima rece, come al solito per vedere meglio le foto , cliccateci sopra.
    Ultima modifica di bombardiere; 08/09/2013 a 16:21

  2. #2
    Recluta L'avatar di mmilia
    Città
    Quartucciu (CA)
    Club
    GHOSTKNIGHTS - CORESA FIGT - Sarroch (Ca)
    Età
    51
    Iscritto il
    08 Aug 2006
    Messaggi
    997

    Predefinito

    Bombardiere , sei un mito. Ma lo sai quanta gente ha pianto per la spesa di sti maledetti motori che costano veramente tantissimo? Pensa che in Europa li ripara , che io sappia solo l'inglese che gestisce il forum systema.
    Lo so per esperienza diretta. Utenti come Emi-csc o Beppe dello Swat Verona gioiranno!.

  3. #3
    Tutor


    L'avatar di bombardiere
    Città
    Grazzanise (CE)
    Club
    pantera sac asd
    Iscritto il
    04 Dec 2008
    Messaggi
    9,136

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mmilia Visualizza il messaggio
    Bombardiere , sei un mito. Ma lo sai quanta gente ha pianto per la spesa di sti maledetti motori che costano veramente tantissimo? Pensa che in Europa li ripara , che io sappia solo l'inglese che gestisce il forum systema.
    Lo so per esperienza diretta. Utenti come Emi-csc o Beppe dello Swat Verona gioiranno!.
    grazie, fin'ora ne ho riparati e preparati per PTW una quindicina , appena ho un po' di tempo rifaccio anche un motore di un celsius, e vediamo poi come gira

  4. #4
    Spina L'avatar di Duster
    Città
    Bovolone (VR)
    Club
    Swat Team Verona
    Iscritto il
    10 Dec 2007
    Messaggi
    94

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mmilia Visualizza il messaggio
    Beppe dello Swat Verona gioiranno!.
    non solo il beppe..anche qualcun'altro fidati! vero franz?!
    bombardiere grandissimo come sempre!

  5. #5
    Tutor


    L'avatar di bombardiere
    Città
    Grazzanise (CE)
    Club
    pantera sac asd
    Iscritto il
    04 Dec 2008
    Messaggi
    9,136

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Duster Visualizza il messaggio
    non solo il beppe..anche qualcun'altro fidati! vero franz?!
    bombardiere grandissimo come sempre!
    thanks !

Questa pagina è stata trovata cercando:

Tag per questa discussione

Licenza Creative Commons
SoftAir Mania - SAM by SoftAir Mania Community is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.softairmania.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.softairmania.it.
SoftAir Mania® è un marchio registrato.