Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 10
  1. #1
    Spina
    L'avatar di elleby
    Città
    Rovereto (TN)
    Club
    Non affiliato
    Iscritto il
    10 Nov 2011
    Messaggi
    365

    Predefinito [Gallery] Arsenale Federazione Russa 1991 - Present

    In questa gallery volevo raccogliere unicamente le armi in dotazione all'esercito, alla polizia ed alle truppe del Ministero degli Interni della Federazione Russa. Inoltre, a dispetto dalla galleria Russian Weapons, volevo tenerla scevra da commenti.
    Ultima modifica di elleby; 19/01/2012 a 19:09

  2. #2
    Spina
    L'avatar di elleby
    Città
    Rovereto (TN)
    Club
    Non affiliato
    Iscritto il
    10 Nov 2011
    Messaggi
    365

    Predefinito

    'Avtomat Kalašnikova obrazca 103 goda' o 'Kalashnikov automatic rifle model 103'

    Una credenza diffusa fra i meno esperti di armi russe, è che la Federazione russa prediliga il calibro 7.62 mm e supporti i fucili d'assalto Kashnikov. Niente di più sbagliato, il AK-47/AKM è caduto in disuso, e malgrado la florida produzione di Kalashnikov l'aggiornamento dei fucili d'assalto viene rinviato da anni per ragione economiche. Attualmente il fucile standard sia delle forze militari che di quelle di polizia è l'AK-74M. L'esercito, anche in virtù di del fatto che gli Spetsnaz hanno voluto armi dedicate in grado di garantire sia grande potere d'arresto sia la capacità di penetrare i giubbotti antiproiettile, non è mai parso interessato ad armi come l'AK-103, una delle recenti evoluzioni in seno alla famiglia Kalashnikov.
    Il Kalashnikov AK-103 rappresenta un evoluzione del AK-74M. L'AK-103 utilizza le munizioni 7.62x39 mm, già in uso per l'AK-47/AKM. Come tutta la famiglia AK - 100 è pensato primariamente per il mercato estero per via dello scarso interesso interno, anche se piccole quantità di queste armi sono in uso da vari gruppi speciali della polizia Russa, che preferiscono l'AK-103 con il suo 7,62 millimetri rispetto al AK-74M con il suo 5.45mm per il potere d'arresto migliore del primo, si tratta però di eccezioni, anche l'MVD normalmente usa o l'AK-74M od armi con calibri più grandi del 7.62 mm se ha bisogno di grande potere d'arresto. La produzione viene portata avanti in Russia della fabbrica Izmash (ИЖМАШ), che da sempre sviluppa e produce i Kalashnikov, oltre che in Venezuela, il più grande utilizzatore al mondo di tale arma.

    L'AK-103 è tecnicamente simile a AK-74M tranne che per il calibro ed i caricatori utilizzati. Nel AK-103, rispetto al AK-74M, si è cercato per quanto possibile di utilizzare ancor di più i polimeri, in modo da contenere ulteriormente il peso. Questo fucile è compatibile con tutti i dispositivi ottici in servizio attivo nella Federazione russa, può essere dotato di silenziatore ed inoltre è compatibile sia con il lanciagranate GP-25 che con il GP-30. Qualsiasi caricatore per AK-47/ AKM può essere utilizzato con lo AK-103, ma solitamente questi vengono utilizzati con i caricatori moderni, caricatori da 30 colpi di colore nero in polimeri.

    L'AK-103 rientra in un'ampia famiglia di armi, detta famiglia AK - 100. Questa famiglia è composta da armi non molto dissimili l'una dall'altra.
    L'AK-103 è stato usato come base per l'AK-104, che di differente possiede una canna più corta ed un freno di bocca ridisegnato. L'AK-104 è una rarità, che si può vedere in poche foto in mano esclusivamente a unità speciali del MVD.

    L'AK-105 è uguale al AK-104, ma è camerato come l'AK-74M per il 5.45x39 mm di fabbricazione russa. Esteticamente è molto simile al AK-104. Anche in questo caso si tratta di armi molto rare, che si possono trovare unicamente fra unita speciali del MVD. Esteticamente è difficile distinguere fra un AK-104 ed un AK-105.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   ak103_1.png 
Visite: 31 
Dimensione:   42.0 KB 
ID: 123311 AK-103 nell'ultima versione prodotta in Russia, completo di baionetta.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   A103a1.jpg 
Visite: 31 
Dimensione:   9.6 KB 
ID: 123160 AK-103 nell'ultima versione prodotta in Russia, con calcio ripiegato

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   ak-101-6.jpg 
Visite: 20 
Dimensione:   101.2 KB 
ID: 123317 AK-103 parzialmente dissasemblato

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   AK103_GP_34_2_by_Garr1971.jpg 
Visite: 45 
Dimensione:   180.7 KB 
ID: 123162 AK-103 con lanciagrante GP-25

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   253303013.jpg 
Visite: 30 
Dimensione:   100.4 KB 
ID: 124361 Parte della famiglia AK - 100

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   IMG_1436.jpg 
Visite: 58 
Dimensione:   194.9 KB 
ID: 123163 Operatori MVD con AK-103

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   ak104_1.png 
Visite: 19 
Dimensione:   55.8 KB 
ID: 123322 AK-104 nell'ultima versione prodotta in Russia

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   ak104_2.png 
Visite: 16 
Dimensione:   79.0 KB 
ID: 123319 AK-104 nell'ultima versione prodotta in Russia, con calcio ripiegato.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   ak-101-8.jpg 
Visite: 12 
Dimensione:   61.6 KB 
ID: 123321AK-104 parzialmente dissasemblato

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   0_4193a_3fefa4b6_orig.jpg 
Visite: 54 
Dimensione:   168.3 KB 
ID: 123326 Operatore MVD (sulla destra della foto, in mimetica Rastr) con AK-104

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   ak105_1.png 
Visite: 14 
Dimensione:   53.2 KB 
ID: 123323 AK-105 nell'ultima versione prodotta in Russia

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   ak105_2.png 
Visite: 14 
Dimensione:   72.1 KB 
ID: 123324 AK-105 nell'ultima versione prodotta in Russia, con il calcio piegato

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   ak105_3.png 
Visite: 25 
Dimensione:   60.9 KB 
ID: 123325 AK-105 nell'ultima versione prodotta in Russia, con ottica

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   bild3cj4.jpg 
Visite: 57 
Dimensione:   78.1 KB 
ID: 123320 Operatore MVD con AK-105, in mimetica Rastr
    Icone allegate Icone allegate ak103.jpg‎   k79356_ak103knt6.jpg‎   ak104.jpg‎  
    Ultima modifica di elleby; 30/08/2012 a 17:02

  3. #3
    Spina
    L'avatar di elleby
    Città
    Rovereto (TN)
    Club
    Non affiliato
    Iscritto il
    10 Nov 2011
    Messaggi
    365

    Predefinito An-94

    'автомат Никонова обр. 1994' o 'Automatic Rifle modello 1994'

    Il fucile d'assalto AN-94 era stato ufficialmente adottato dall'esercito russo ed il Ministero degli Interni Affari nel 1994 come un sostituto per il venerabile Kalashnikov AK-74. Questo fucile è stato progettato da Nikonov Gennady, un progettista russo, nelle fabbriche di stato IZHMASH, fra la fine degli anni '80 e primi anni '90. Questo fucile, inizialmente conosciuto come il prototipo ASN, era stato sviluppato e presentato al concorso di prova dell'esercito russo "Abakan" (una piccola città della Russia), che si tenne nei primi anni 1990. Il concorso aveva lo scopo di sviluppare la sostituzione più efficace per il fucili d'assalto AK-74 . L'ASN è stata testato tra i prototipi di molti altri progettisti ed alla fine ha vinto le prove, ed è stato pertanto adottato. In origine era destinato a sostituire la maggior parte dei, se non tutti, fucili AK-74 in servizio nella Russia, ma venne ben presto scoperto che la sostituzione completa era impossibile a causa dei costi maggiori ed altri motivi. Al momento attuale l'AN-94 è considerato come un arma per soldati veterani ed è assegnato in numero limitato alle forze d'elite dell'esercito russo, della polizia e del MVD.

    Molte polemiche sono state create dal fucile AN-94, soprattutto perché è stato pubblicizzato come un prodigioso salto di qualità dal design Kalashnikov salvo poi dimostrare che non era esattamente così. Poichè andava a sostituire l'AK-74 ha utilizzato il più possibile delle parti di quest'ultimo: stesso munizionamento, stesso caricatore, stesse ottiche supportate e stessi lanciagranate.

    Il miglioramento fondamentale di AN-94 rispetto all'l'AK-74 è l'introduzione del secondo colpo in modalità raffica, aggiunto alle precedenti modalità colpo singolo e fuoco full automatic. I due colpi della raffica vengono esplosi in una sequenza brevissima, e un tiratore allenato può fare un buco unico nel bersaglio a 100 metri in questo modalità. Questo permette un aumento significativo della mortalità, della potenza d'arresto e della capacità di penetrazione di armature personali rispetto alla modalità colpo singolo, con lo stessa precisione. La modalità raffica del AN-94 è costituita da due fasi, i primi due colpi sono sparati in un alto rateo di fuoco, ed i rimanenti sono sparati in basso rateo di fuoco, fino a quando il grilletto viene rilasciato od il caricatore viene svuotato. Nei colpi singoli e nella modalità di fuoco full non ci sono vantaggi significativi rispetto all'AK-74. Per il soldato altamente addestrato la possibilità di avere la raffica a 2 colpi del AN-94 è un grande vantaggio: il soldato medio non è detto che riesca a sfruttare con successo questo bonus. Per qualsiasi soldato l'adozione dell'AN-94 significa investire tempo e risorse per addestrarsi con un'arma sconosciuta. Inoltre l'AN-94 è anche più costoso da mantenere e produrre rispetto all'AK-74. Per questi motivi è ovvio perché questo fucile molto interessante difficilmente vedrà una diffusione massiccia, almeno con l'esercito russo (che in questo momento è in gran parte formato da soldati coscritti ed ha un budget basso).

    Il cuore del AN-94 è il sistema di caricamento a gas, con otturatore rotante e pistone a lunga corsa. L'asta di recupero e la camera a gas sono montate sopra il ricevitore, il quale ospita il carrello-otturatore con un otturatore rotante relativamente corto. Il ricevitore permette il rinculo all'interno dell'affusto di plastica contro la molla di recupero del ricevitore. Questa molla si trova sotto il ricevitore, sul fondo del guscio, a sinistra, e per questo il caricatore è spostato e inclinato rispetto alla verticale a destra. L'asta sotto la canna, che si presenta come il tubo del gas è, in realtà, una guida in avanti per la meccanica del ricevitore. Questa asta è utilizzata anche come punto di montaggio per il lanciagranate.

    Il sistema di alimentazione è abbastanza non convenzionale, dal momento che deve trasferire i colpi dal caricatore fermo nel ricevitore mobile. A tal fine, l'AN-94 utilizza un doppio stadio di alimentazione, che comprende una slitta di alimentazione, costruita nella parte inferiore del ricevitore, ed un pistone separato, che viene utilizzato per inserire le cartucce dal caricatore alla slitta di alimentazione.

    In breve, l'AN-94 funziona come segue. In primo luogo, supponiamo che il caricatore pieno è inserito e la camera di scoppio è vuota, il ricevitore è in posizione avanzata. Quando si tira la maniglia di carimento, il carrello arretra, sbloccando e ritraendo l'otturatore. Allo stesso tempo, il pistone, che è collegato all'otturatore tramite un cavo d'acciaio sottile e una puleggia di grandi dimensioni, va avanti, sfilando il primo colpo dal caricatore e mettendolo nella slitta di carica del ricevitore. Un'altra azione che prende il via allo stesso tempo è l'armamento del percussore, che si trova anch'esso nel ricevitore del rinculo. Quando la maniglia viene rilasciata, il carrello va avanti, spostando la cartuccia dalla slitta di caricamento alla camera di scoppio, e blocca il ricevitore. Ora, l'arma è pronta al fuoco.

    Quando il selettore della modalità di fuoco è posto a "full auto" e si preme il grilletto, si verifica quanto segue. Non appena il proiettile sparato ha passato il condotto del gas, il meccanismo azionato dal gas si attiva. Poiché il gruppo dell'otturatore è relativamente leggero e l'apporto della pressione del gas è accuratamente calcolato, il gruppo del otturatore va rapidamente indietro, sbloccando il carrello, estraendo il bossolo vuoto e poi espellendolo. Grazie all'impulso del rinculo, il gruppo dell'asta del ricevitore comincia il rinculo all'interno del guscio del fucile, comprimendo la molla di ritorno. Allo stesso tempo, il pistone di caricamento estrae rapidamente la nuova cartuccia dal caricatore e la introduce nella slitta di alimentazione. Il gruppo dell'otturatore, sotto l'influenza della sua molla principale e la molla di buffer di ritorno, va rapidamente in avanti, inserendo nella camera di scoppio il secondo colpo dalla slitta di caricamento. Non appena il gruppo dell'otturatore blocca la asta, il cane viene rilasciato automaticamente, e il secondo colpo è sparato con la velocità teorica di fuoco di 1800 colpi al minuto. In questo momento il ricevitore si sta ancora ritrendo all'interno del guscio, e il suo rinculo si sta ancora accumulando nella meccanica di assorbimento e non influenza ancora il tiratore e la posizione dell'arma. Quando il secondo colpo viene sparato e lascia la canna, il ciclo di rinculo del ricevitore / il gruppo dell'asta del rinculo è fermo, e il cane è tenuto in posizione inclinata. In questo momento il soldato sente il contraccolpo di due colpi sparati simultaneamente, spostato nel tempo. Il ciclo di ricarica continua come descritto sopra, ma il cane si tiene indietro fino a quando il meccanismo di assorbimento del rinculo non tornerà in avanti. Se l'arma è impostata sulla modalità di raffica, il cane si terrà armato fino a quando il grilletto sarà rilasciato e poi tirato di nuovo. Se l'arma è stato impostata sulla modalità "full automatic", il cane passa automaticamente al basso tasso di fuoco, e si rilasciarà da sola una volta che sara completato il ciclo del rinculo.

    Le altre caratteristiche del AN-94 includono: la fibra di vetro rinforzata in tecnopolimero usata per le parti non metalliche di tutto l'affusto, il quale è solidale con il paramani, il ricevitore del caricatore in grado di accettare i caricatori standard dell'AK-74 con capacità di 30 o 45 giri, così come il nuovissimo caricatore da 60 colpi. Il sistema di mira dell'AN-94 è un passo avanti rispetto a tutti i fucili d'assalto russi precedenti, e composta dalla mira anteriore protetta, regolabile per l'azzeramento, e la mira ad apertura regolabile a forma d'asterisco, con 5 aperture forate nei vertici del asterisco. Per impostare la distanza, si deve ruotare l'asterisco e impostare la distanza desiderata nella parte anteriore del ricevitore. La slitta universale per ottiche, come tradizione nei fucili russi, è montata sulla sinistra del ricevitore. La sicura e il selettore di rateo di fuoco sono due controlli separati. La sicura è montata all'interno del ponticello, e il selettore di fuoco è un piccolo interruttore sopra il ponticello sul lato sinistro del ricevitore. Il selettore di fuoco è a 3 posizioni, colpi singoli, raffica da 2 colpi e full auto. La sicura ha 2 posizioni - Sicuro e Fuoco. Il calcio è fatto dallo stesso polimero altamente resistente come l'affusto del fucile e si piega a destra per risparmiare spazio. Lo strano freno di bocca a forma di 8 garantisce capacità autopulenti è dichiara di essere altamente efficace. Può essere facilmente smontato dalla bocca della canna se necessario. La base del mirino ha un'aletta posteriore per la baionetta sul lato destro, per cui la baionetta è montata sul piano orizzontale, a destra della bocca della canna. Questo consente di sparare con il lanciagranate con la baionetta innestata (cosa impossibile con i fucili Kalashnikov).

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   AN-94-2.jpg 
Visite: 22 
Dimensione:   6.9 KB 
ID: 124350 Prototipo noto come Nikonov Automatic Speaker, prima metà degli anni '80

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   AN-94-3.jpg 
Visite: 20 
Dimensione:   5.6 KB 
ID: 124354 Prototipo noto come Automatic Nikonov ACM, 1986


    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   an94-1.jpg 
Visite: 40 
Dimensione:   10.1 KB 
ID: 123885 AN-94

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   an94-2.jpg 
Visite: 21 
Dimensione:   12.2 KB 
ID: 123886 AN-94 con calcio ripiegato

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   AN-94-5.jpg 
Visite: 13 
Dimensione:   25.3 KB 
ID: 124356 AN-94 parzialmente dissassemblato

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   AN-94-6.jpg 
Visite: 19 
Dimensione:   14.1 KB 
ID: 124357 L'interno del AN-94

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   AN-94-7.jpg 
Visite: 18 
Dimensione:   16.0 KB 
ID: 124358 Dettaglio del selettore di fuoco del AN-94

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   AN-94-8.jpg 
Visite: 24 
Dimensione:   15.5 KB 
ID: 124359 Dettaglio del dispositivo ad asterisco di mira del AN-94

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   AN-94-9.jpg 
Visite: 21 
Dimensione:   12.1 KB 
ID: 124360 Dettaglio della mira anteriore e del freno di bocca

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   Russian_AN-94_FSB.jpg 
Visite: 39 
Dimensione:   174.4 KB 
ID: 123888 Operatore FSB con AN-94, dotato di lanciagranate GP-25 ed ottica Kobra

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   99_MVD_Krechet_Spetsnaz_AN-94_Abakan.jpg 
Visite: 51 
Dimensione:   94.2 KB 
ID: 123890 Operatore MVD, notare come impugna con la mano debole il caricatore, una caratteristica tipica della scuola di tiro sovietica

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   Abakaninchechenyavs9.jpg 
Visite: 56 
Dimensione:   117.0 KB 
ID: 123891 Soldato in Chechenya che invece utilizza la presa della mano debole standard, sull'affusto del fucile

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   Spetsnaz_training_snow.jpg 
Visite: 56 
Dimensione:   21.3 KB 
ID: 123892 Addestramento di unità Spetsnaz dell'esercito.

    Fonti:
    - world.guns.ru;
    - weapon.at.ua;
    Icone allegate Icone allegate Izhmash_Nikonov_AN-94_GP-34.jpg‎  
    Ultima modifica di elleby; 30/08/2012 a 20:06

  4. #4
    Spina
    L'avatar di elleby
    Città
    Rovereto (TN)
    Club
    Non affiliato
    Iscritto il
    10 Nov 2011
    Messaggi
    365

    Predefinito Aek-971

    'AEK-971 AKABAN'

    Il fucile d'assato AEK-971 è stato sviluppato nello stabilimento Machinebuilding Kovrov (precedentemente noto come stabilimento Kovrov Machineguns) dal capo progettista S.I. Koksharov. Originariamente progettato e testato durante le prove 'Abakan' della fine degli anni 1980, non è riuscito a vincere il suo rivale, l'AN-94, ma il suo sviluppo è stato continuato nella speranza di vendere le armi alle forze di polizia e per l'esportazione. Nei primi mesi del 2000 piccoli lotti di AEK-971 in calibro 5.45x39 mm sono stati prodotti per le truppe del MVD, ma la sua produzione è cessata nel 2006, con l'azienda Machinebuilding Kovrov che cessa la produzione militare e si converte totalmente a quella civile. Tutti i piani, gli strumenti e la tecnologia per le armi AEK sono stati trasferiti allo stabilimento ZID nella stessa città, ma la produzione di AEK-971 non è stato ripresa per la mancanza di ordini che potessero giustificare la riapertura delle linee di produzione.

    Il fucile d'assalto AEK-971 dispone di un'azionamento basato sul recupero dei gas, bilanciato e con otturatore di bloccaggio rotante. Bilanciamento significa che nel AEK971 il meccanismo azionato dal gas è dotato di due camere e due pistoni. Il primo pistone è collegato attraverso una canna del gas al carrello-otturatore e funziona come al solito. Il secondo pistone è legato ad un peso di bilanciamento in acciaio e si muove in direzione opposta al pistone principale. Entrambi i pistoni sono sincronizzate tramite un semplice ingranaggio. Questo meccanismo ha lo scopo di eliminare per quanto possibile il movimento creato dalla meccanica, suddetto movimento è quello che rende poco controllabile l'arma quando questa spara in modalità full auto e può essere visto come un insieme di quattro spinte. La prima spinta è ricevuta quando il proiettile si muove lungo la canna - questa è il rinculo di base. La seconda spinta viene ricevuta quando il gruppo del carrello, ivi incluso l'otturatore, si muove lungo il ricevitore avanti e indietro. La terza spinta è data quando il carrello/otturatore arriva a fine a corsa nel ricevitore dopo essere stato spinto indietro (il bossolo esausto è in fase di espulsione), e la quarta quando questo gruppo sbatte di nuovo tornando in posizione (con una cartuccia di nuovo in camera di scoppio). Il movimento sincrono e opposto del peso di equilibratura elimina tutte le spinte tranne la prima, in modo che il fucile diventa molto più stabile nella modalità di fuoco full auto.
    Il guadagno in precisione in modalità full auto è di circa 15-20%, rispetto al AK-74, che usa lo stesso calibro. L'AN-94 fucile d'assalto, che è stato ufficialmente adottato dal esercito russo, ha un leggero vantaggio sulla AEK-971 solo nella raffica breve, quella a due colpi. Con raffiche da 5 o più colpi, l'AEK-971 vince a mani basse, essendo anche un po più leggero di 0,5 kg del AN-94, e molto più semplice e meno costoso da produrre. Probabilmente nella decisione pesarano anche il fatto che l'AEK-971 presentava un design ancor più diverso del AN-94 rispetto alla famiglia Kalashnikov e d'altro canto alcuni militari erano ancora legati all'idea che il fucile d'assalto andava usato in due modalità, colpo singolo e fuoco automatico, per cui privilegiarono l'AN-94 per questo. Entrambi le armi utilizzavano lo stesso munizionamento del AK-74 che volevano sostituire.

    AEK-971 ha un calcio piegovele in plastica, un affusto di plastica ed utilizza caricatori russi standard da 30 colpi (a seconda del cameramento può usare caricatori del AK/AKM o del AK-74). Dispone inoltre di una sicura / selettore di modalità di fuoco diverso dal design Kalashnikov. Il selettore di fuoco consente 3 modalità di fuoco - colpi singoli, raffica da 3 colpi e completamente automatica.

    Dal AEK-971 vennero derivate due versioni:
    - AEK-972, camerato per il 5.56x45 mm Nato, aveva bisogno di caricatori suoi;
    - AEK-973, camerato per il 5.69x39 mm, che supportava i caricatori AK/AKM;
    - AEK-973S, l'unica differenza era l'introduzione del calcio telescopico, versione per paracadutisti;

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   AEK-971.jpg 
Visite: 30 
Dimensione:   11.2 KB 
ID: 124327 Prototipo di AEK-971, prima metà degli anni '80

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   AEK-971-2.jpg 
Visite: 24 
Dimensione:   11.1 KB 
ID: 124330 Prototipo di AEK-971, seconda metà degli anni '80

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   AEK-971-3.jpg 
Visite: 25 
Dimensione:   23.3 KB 
ID: 124331 AEK-971, versione di produzione prima metà degli anni '90

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   AEK-971-4.jpg 
Visite: 26 
Dimensione:   20.8 KB 
ID: 124332 AEK-971, versione dell'ultima produzione

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   AEK-971-5.jpg 
Visite: 18 
Dimensione:   13.0 KB 
ID: 124335 AEK-972

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   AEK-971-6.jpg 
Visite: 16 
Dimensione:   9.4 KB 
ID: 124345 AEK-972 con calcio piegato

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   AEK-971-7.jpg 
Visite: 21 
Dimensione:   12.5 KB 
ID: 124336 AEK-973 con ottica red dot, calcio ripiegato e non

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   AEK-971-8.jpg 
Visite: 29 
Dimensione:   8.2 KB 
ID: 124337 AEK-973S, con calcio completamente nella sede, posizione che rendeva impossibile o quasi sparare quest'arma

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   AEK-971-9.jpg 
Visite: 25 
Dimensione:   15.8 KB 
ID: 124341 AEK-973S, con calcio telescopico allungato, ottica e lanciagranate

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   1346510.jpg 
Visite: 55 
Dimensione:   127.9 KB 
ID: 124536 Soldato (sulla destra) della truppa Spetsnaz Vympel del FSB, prima guerra Cecena, con AEK-971, non sono riuscito a stabilire se è stato un esperimento voluto dal reparto od un acquisto privato

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   1755200cp6.jpg 
Visite: 31 
Dimensione:   86.3 KB 
ID: 124537 Operatore MVD con AEK-971, prima pagina del depliant dell'MVD

    Fonti:
    - world.guns.ru;
    - weapon.at.ua;
    Ultima modifica di elleby; 14/03/2013 a 13:35

  5. #5
    Spina
    L'avatar di elleby
    Città
    Rovereto (TN)
    Club
    Non affiliato
    Iscritto il
    10 Nov 2011
    Messaggi
    365

    Predefinito OTs-12

    OTs-12

    Il fucile d'assalto OTs-12 "Tiss" o "Thiess" noto nell'occidente anche come OC-12, è un arma compatta pensato primariamente per il combattimento ravvicinato. Quest'arma è stato sviluppata nei primi anni '90 dall'azienda statale TsKIB COO (Central Design Bureau di designer Tula Sporting Arms) della città di Tula. E' stato progettato da V.N. Telesh e Yu. V. Lebedevym con in mente le esigenze delle squadre armate del MVD. L'idea era di avere un'arma automatica di ridotte dimensioni, in grado di garantire ottime prestazioni con bersagli dotati di giubotti antiproiettile ed al tempo stesso in grado di garantire che il potere d'arresto fosse tale che già il primo colpo potesse fermare un uomo.
    Nel 1993 diverse centinaia di questi armi sono state consegnate al MVD per i test interni. Una volta che i test fossero passati, l'azienda TOZ (Tula Arms Plant) si sarebbe incaricata di portare avanti la produzione di massa. Malgrado l'esito positivo dei test però tale produzione non si concretizzo mai. Qualche unità di Law Enforcement nell'odierna Russia federale conserva in servizio attivo tale arma.

    L'OTs-12 "Tiss" è una riedizione del AKS-74U, che cerca di riprendere il più possibile. La differenza principale è l'utilizzo di munizioni subsoniche 9x39 mm (SP-5 e SP-6) ed è proprio l'utilizzo di tale munizione che ha creato le poche diversità fra l'OTs-12 e l'AKS-74U. Al pari dell'AKS-74U si parla di un arma con funzionamento a gas, con un otturatore rotante, ma per il resto similare, incluso il calcio pieghevole scheletrico, i controlli e le parti esterne. Quest'arma permette di sparare a colpo singolo od in modalità totalmente automatica.
    Le novità introdutte furono:
    - un nuovo freno di bocca;
    - un nuovo sistema di mire;
    - un rateo di fuoco più lento rispetto al progenitore, allo scopo di migliorare la precisione;
    - l'utilizzo di un caricatore da 20 colpi, più leggero e meno ingombrante;
    L'OTs-12 Tiss eredita dal genitore la resistenza e l'affidabilità, con il vantaggio ulteriore che conservando lo stesso funzionamento, peraltro molto semplice, non richiedeva quasi ulteriore addestramento. Nel suo raggio di utilizzo (200-300 metri), l'OTs-12 ha dimostrato prestazioni migliori del suo parente, l'AKS-74U.


    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   OC-11_Tiss.jpg 
Visite: 39 
Dimensione:   11.7 KB 
ID: 126368 OTs-12 a canna corta

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   789402.jpg 
Visite: 30 
Dimensione:   88.3 KB 
ID: 126369 OTs-12 a canna lunga

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   k281121_788925.jpg 
Visite: 30 
Dimensione:   88.6 KB 
ID: 126370 OTs-12 nella mani di un operatore

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   photo320.jpg 
Visite: 31 
Dimensione:   72.8 KB 
ID: 126371 OTs-12 nella mani di un operatore MVD durante una dimostrazione


    Fonti:
    - world.guns.ru;
    - weapon.at.ua;
    Ultima modifica di elleby; 30/08/2012 a 20:04

  6. #6
    Spina
    L'avatar di elleby
    Città
    Rovereto (TN)
    Club
    Non affiliato
    Iscritto il
    10 Nov 2011
    Messaggi
    365

    Predefinito SR-3 Vikr

    SR-3 Vikr

    Nei tardi anni 1980, gli organi di sicurezza di Stato dell'URSS, insieme ad una nuova generazione di armi speciali per una varietà di azioni militari, avevano bisogno di una nuova arma di piccole dimensioni, che garantisse buone prestazioni contro nemici dotati di corazza personale e fosse utilizzabile per sparare dall'interno di veicoli, anche ad altri veicoli.
    Il fucile d'assalto compatto attualmente noto come SR-3 "Vikhr" ("Whirlwind") è stato sviluppato presso gli stabilimenti TSNIITOCHMASH da A. e V. Borisov Levchenko durante i primi anni 1990 sotto questo impulso. Inizialmente conosciuto come "MA" (Malogabaritnyj Avtomat = fucile d'assalto di piccole dimensioni) o CP-3, si basava sul fucile d'assalto "Val", ed è destinato ad essere un'arma in grado di essere trasportata senza dare nell'occhio dalle squadre speciali di protezione VIP e dagli operatori della sicurezza dello Stato Sovietico. Il CP-3 utilizza lo stesso schema con sfiato automatico della canna e perno di rotazione dell'otturatore a 6 alette del Val. La canna "Albero" in contrasto con quella appositamente sviluppata per la silenziosità del AS "Val", presenta numerosi fori per la rimozione di gas e polveri. Inoltre tale canna non prevede il montaggio del silenziatore, questo a vantaggio di una riduzione notevele delle dimensioni dell'arma. Tuttavia, grazie all'utilizzo delle munizioni speciali 9x39 mm, viene abbassato il livello di pressione acustica durante lo sparo e questo lo rende comodo da usare anche durante le azioni in spazi ristretti. Lo SR-3 offre un ricevitore, ricavato da una barra di acciaio, con un pistone a lunga corsa azionato dal gas, più lo stesso gruppo dell'otturatore dell'AS. Tuttavia, la SR-3 non ha un silenziatore integrale, né inizialmente poteva montarne uno. Altri cambiamenti includono una versione più compatta e pieghevole del calcio ed una mira semplificata di tipo flip-up. La maniglia di carica è stata ridisegnata, modellata a forma di due cursori sopra l'avambraccio, deve essere tirata con pollice e indice per caricare l'arma. Il meccanismo del grilleto è generalmente la stesso dell'AS, ma la sicura è derivata da quella dell'AK ed è stata sostituita con una leva ambidestra sopra l'impugnatura del calcio. Il selettore di modalità di fuoco è di tipo bullone a croce, è a spinta e si trova dietro il grilletto, all'interno del ponticello. Lo SR-3 utilizza gli stessi caricatori in polimeri per 10 o 20 colpi delle armi progenitrici AS e fucili di precione VSS. Le mire hanno impostazioni per la gamma 100 e 200 metri.
    Nel 1996, dopo diciotto mesi di prova quest'arma entra in servizio presso il FSO (Servizio di protezione federale, un'organizzazione di tutela dei VIP, che protegge il Presidente ed i membri del Governo della Federazione Russa), lo FSB (Federal Security Service), diverse squadre d'élite russe anti-terrorismo e da altre squadre speciali della polizia e del MVD. In termini di dimensioni e peso, lo SR-3 è simile più alle pistole mitragliatrici, ma spara munizioni 9x39 mm molto più potenti di quelle normalmente utilizzate dalle armi di questa categorie, disponibili in blindatura d'acciaio (SP-6) e con pallettone (SP-5). Condividendo il munizionamento con la classe dei fucili d'assalto, lo SR-3 è considerato un fucile d'assalto, piuttosto che una pistola mitragliatrice.
    In seguito alla domanda dei corpi Spetsnaz, lo studio TSNIITOCHMASH ha recentemente sviluppato una versione migliorata del SR-3, con l'intento di produrre un'arma più versatile per l'uso Law Enforcement. Il nuovo SR-3M (dove M sta per modificato) offre:
    - controlli di fuoco migliorati derivati dall'AS (leva di sicurezza, selettore di modalità di fuoco all'interno del ponticello);
    - una maniglia per il cameramento dei colpi più ergonomica derivata sempre dall'AS;
    - un'impugnatura integrale anteriore;
    - una nuova amalga di polimeri per le parti non metalliche, con caratteristiche meccaniche migliori;
    - è stato appositamente sviluppato un silenziatore a sgancio rapido;
    - una slitta laterale standard per il montaggio di ottiche diurne o notturne sul lato sinistro del ricevitore;
    - un nuovo caricatore con maggiore capacità (30 colpi), che fornisce anche un'alimentazione più affidabile durante il fuoco automatico;
    - un nuovo calcio ripiegabile derivato da quello dell'AS;

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   SR-3.jpg 
Visite: 11 
Dimensione:   12.7 KB 
ID: 131112 SR-3 con calcio esteso

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   SR-3-1.jpg 
Visite: 12 
Dimensione:   15.6 KB 
ID: 131113 SR-3 con calcio piegato

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   SR-3-2.jpg 
Visite: 13 
Dimensione:   12.2 KB 
ID: 131114 SR-3 con calcio esteso

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   SR-3-3.jpg 
Visite: 9 
Dimensione:   9.5 KB 
ID: 131115 SR-3 parzialmente dissassemblato

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   SR-3M-5.jpg 
Visite: 15 
Dimensione:   15.1 KB 
ID: 131116 SR-3M con calcio esteso e nuovo caricatore

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   SR-3M-6.jpg 
Visite: 15 
Dimensione:   15.1 KB 
ID: 131117 SR-3M con calcio piegato e nuovo caricatore

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   SR-3M-7.jpg 
Visite: 31 
Dimensione:   12.9 KB 
ID: 131118 SR-3M con calcio esteso, ottica, silenziatore e vecchio caricatore da 20 colpi

    Fonti:
    - world.guns.ru;
    - weapon.at.ua;
    Ultima modifica di elleby; 30/08/2012 a 20:03

  7. #7
    Spina
    L'avatar di elleby
    Città
    Rovereto (TN)
    Club
    Non affiliato
    Iscritto il
    10 Nov 2011
    Messaggi
    365

    Predefinito

    9A-91

    Nei tardi anni '80, mentre si lavorava sull'arma automatica di piccole dimensioni SR-3 "Whirlwind" dei progettisti Klimovskikh, gli armaioli di Tula che lavoravano presso l'istituto tecnico di design KBP hanno iniziato a lavorare su una soluzione alternativa.
    In Occidente, le armi militari di piccole dimensioni hanno ricevuto la designazione PDW (Personal Defense Weapon), il cui scopo principale è fornire ai soldati non armati della tipica arma militare, il fucile d'assalto come: conducenti di veicoli, operatori radar, ecc , un'arma che non dovrebbe impedire loro di svolgere le loro funzioni di base a causa delle dimensioni.

    Inizialmente i progettisti di KBP hanno lo scopo di creare una potente arma compatta per le forze armate, che potrebbe sostituire con successo le armi automatiche in 7,62 mm AKM / AKMS e le armi in 5,45 mm AK-74 / AKS-74 / AKS-74U. Col tempo però l'arma si evolve, ed il suo target primario diventano forze di polizia e truppe del MVD.
    Al fine di ottenere elevate prestazioni la pistola mitragliatrice compatta 9A-91 così come la SR-3 "Whirlwind" viene creata intorno alle speciali munizioni da 9 mm per fucile d'assalto SP-5 SP-6.
    Nel 1992, la nuova arma per la prima volta viene presentata al pubblico, e nel 1994 è diventata il modello di produzione di serie 9A-91.

    Il fucile 9A-91 usa il tradizionale funzionamento a gas, con il gruppo otturatore rotante, che utilizza un pistone a gas a corsa lunga, situata sopra la canna, e un o rotante con 4 alette. Il ricevitore è costituito da pezzi stampati in acciaio, il frontale e l'impugnatura a pistola sono realizzati in polimero. Il calcio in acciaio si piega sopra il ricevitore quando non è in uso, senza quindi allungare l'arma, in modo da facilitare il trasporto dell'arma sotto i vestiti. La maniglia di ricarica è situata sul lato destro dell'otturatore . La leva selettrice della sicura si trova sul lato sinistro del otturatore. Il selettore di modalità di fuoco ha 3 posizioni e consente colpi singoli e fuoco full automatic. Il mirino flip-up posteriore è dotato di impostazioni per 100 e 200 metri, ma vista la relativamente breve e ripida traiettoria del proiettile subsonico, questo limita efficacemente l'efficacia del 9A9-1 a distanze di circa 100 metri, in cui la pallattola 9 x 39 è chiaramente superiore in penetrazione e velocità ad una munizione parabellum da 9 mm tipica della pistola mitragliatrice occidentale, od alle munizioni da 5,45 e 5,56 mm dei fucili d'assalto compatti come AKS-74U o HK-53. Il caricatore è bifilare, da 20 colpi.
    Poiché il 9A-91 è entrato in servizio con gli organi affari interni della Federazione russa, l'MVD ha dovuto provvedere alla fornitura di munizioni per queste armi armi. Le speciali munizioni da 9 SP-5 e SP-6, utilizzate dal MoD (Ministery of Defense) sono estremamente costose in quanto vengono utilizzati particolari tipi di acciai e metalli, per cui con la diffusione di armi come il 9A-91 l'MVD ha optato per una nuova munizione meno costosa. Pertanto, la nuova cartuccia PAB-9 fu introdotta, con nucleo in acciaio blindato, che ha permesso alla polizia di soddisfare tutte le proprie esigenze con queste cartucce. Il proiettile della cartuccia PAB-9 fornisce la facoltà di bucare armature di protezione individuale di classe 3, e ad una distanza di 100 metri viene garantita per trapassare una lastra da 8 mm in lamiera d'acciaio.
    Oltre alla versione base di 9-9A-91 mm alcune varianti sono state sviluppate per le cartucce 7.62x39 mm, mm 5.45h39 e 5.56h45 mm NATO (per l'esportazione), ma non ci sono stati clienti.

    Inoltre, in contrasto con il fucile d'assalto SR-3 "Whirlwind" l' 9A-91 permette una vasta gamma di usi, per cui nel suo progetto viene originariamente incorporato l'uso del silenziatore smontabile, montato sulla canna. Inoltre, si voleva dotare il 9A-91 del lanciagranate GP-25 da 40 millimetri, ma questo tentativo non ha avuto successo in quanto l'9A-91 non ha sufficiente massa e resistenza strutturale per sopportare la potenza del rinculo dello sparo di una granata da 40 mm.
    Nel 1995 è stato aggiornato, con un nuovo freno di bocca che aumenta la silenziosità e diminuisce la vampata, ed è stata aggiunta una rotaia sul lato sinistro del ricevitore che permette di installare ottiche PSO-1-1, vistori notturni NSPU-3, disegnatori laser CL-03, oltre all'introduzione del supporto per munizioni SP-5 ed SP-6. La maniglia di caricamento ed il selettore di fuoco sono stati spostati sul lato destro. La maniglia di caricamente può essere ripiegata.

    Sulla base del 9A-91 è stato sviluppato il fucile da "para-sniper" VSK-94, entrato in servizio presso le truppe speciali del MVD.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   9A-91.jpg 
Visite: 10 
Dimensione:   9.7 KB 
ID: 134024 Vista di lato del 9A-91

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   9A-91-1.jpg 
Visite: 9 
Dimensione:   12.7 KB 
ID: 134025 Vista di lato del 9A-91

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   9A-91-2.jpg 
Visite: 9 
Dimensione:   14.1 KB 
ID: 134026 Vista di lato del 9A-91 con calcio esteso ed ottica

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   9A-91-3.jpg 
Visite: 8 
Dimensione:   25.7 KB 
ID: 134027 9A-91 parzialmente dissassemblato

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   9A-91-5.jpg 
Visite: 11 
Dimensione:   5.3 KB 
ID: 134028 9A-91 con silenziatore di fabbrica

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   16la9.jpg 
Visite: 27 
Dimensione:   94.2 KB 
ID: 134029 L'operatore dopo quello con lo scudo ha un 9A-91 con silenziatore. Drezhinsky divisinon, OSN Vityaz, MVD.

    Fonti:
    - world.guns.ru;
    - weapon.at.ua;
    - militaryphotos.net;
    Ultima modifica di elleby; 30/08/2012 a 20:11

  8. #8
    Spina
    L'avatar di elleby
    Città
    Rovereto (TN)
    Club
    Non affiliato
    Iscritto il
    10 Nov 2011
    Messaggi
    365

    Predefinito A-91

    A-91 ed A-91M

    L'A-91 fucile d'assalto bullpup (è stato sviluppato nei primi anni 1990 dal KBP (Instrument Design Bureau) a Tula, come un discendente della famiglia A-91 di fucili d'assalto compatto sotto la leadership del progettista d'armi V.P. Griazev. Si compone di un mitra da 7,62 mm e lanciagranate da 40mm. Nuove armi sono stati creati nella configurazione bullpup originariamente destinate ad armare le forze per operazioni speciali dell'esercito e del MVD della Russia. All'inizio la configurazione d'armi "bullpup" aveva un'attrattività alta, ma la fase di test mise in evidenza gli svantaggi della configurazione scelta, come l'espulsione dei bossoli in faccia al tiratore sparando dalla spalla sinistra, l'influenza degli scarichi del gas sugli occhi e passaggi nasali del tiratore dovuti alla vicinanza degli sfoghi, nonché lo spostamento del centro di gravità verso la parte posteriore dell'arma. Per risolvere questi problemi venne introdotta nel programma di sviluppo una revisione della configurazione del A-91 introducendo l'espulsione dei bossoli, sistema inizialmente sviluppato a Tula da progettisti come Afanasiev durante i primi anni 1960, verso la direzione in cui si spara con la soppressione della finestra di espulsione laterale, attraverso un canale speciale che corre lungo la canna, appena dietro l'impugnatura del pistola verso la parte anteriore dell'arma. Nei primi modelli di A-91 il lanciagranate stava sopra, vicino alla maniglia di trasporto anteriore e sotto la canna era facoltativo utilizzare impugnatura verticale per una presa migliore. Ma ben presto il fucile d'assalto è stata aggiornato spostando il lanciagranate sotto la canna, ciò ha un impatto positivo sul bilanciamento delle armi e la facilità di sparare il lanciagranate, così come possibile ora utilizzare l'A-91 su un terreno ondulato. Il modello aggiornato è noto come A-91M. Per ora, l'A-91M è stato realizzato in numero limitato e viene utilizzato da alcuni reparti d'elite delle forze dell'ordine in Russia, ma è anche offerto per le vendite estere a forze militari e di polizia.

    Mentre l'A-91M mantiene il funzionamento basato sul gas, lo stesso tipo di otturatore rotante e il gruppo del grilletto del fucile d'assalto 9A-91, è dotato di un alloggiamento bullpup in polimeri, con un lanciagranate da40 millimetri integrato a colpo singolo montato sotto la canna. La lunghezza della canna, nonché la cartuccia da 7,62 mm, sono simile al fucile AKM, e la lunghezza dell'arma è stato ottimizzato per quella cartuccia. L'A-91M è dotato di un sistema di espulsione dei bossoli in avanti. In questo sistema la porta di espulsione si trova sopra, tra l'impugnatura a pistola ed il mirino anteriore. I bossoli estratti sono estratti dalla testa del otturatore e spinti attraverso il breve tubo di espulsione fino alla finestra di espulsione, e cadono fuori dall'arma ben lontani dal volto del tiratore, anche quando spara dalla spalla sinistra. Il ricevitore è completamente chiuso, non ha finestre per espellere bossoli, e ciò ha reso possibile non solo proteggere il meccanismo dell'arma da sporcizia migliorando l'affidabilità del automazione, ma ha anche per ridurre il contenuto di gas espulso, migliorando così la comodità nel riprendere la mira durante lo sparo.

    I controlli includono grilletto doppio, uno anteriore per lanciagranate, uno posteriore per fucile, e un grande selettore di modalità di fuoco / leva della sicura sul lato destro del ricevitore, al di sopra dell'alloggiamento del caricatore. L'A-91M automatico dispone di due modalità di fuoco - automatico e singolo. Il grilletto del fucile è dotato di una sicurezza aggiuntiva automatica. La leva di caricamento si trova sopra il ricevitore, sotto la maniglia di trasporto, ed è facilmente accessibile da entrambe le mani.
    Le mire comprendono un mirino anteriore, montato su una base alta, e una apertura posteriore, regolabile sulla dimostanza, che è montata sulla maniglia integrale. La parte superiore della maniglia per il trasporto si configura come una slitta di tipo Weaver, e può accettare una grande varietà di ottiche. Il mirino pieghevole del lanciagranate sono montati sulla parte anteriore della canna.
    Originariamente sviluppato per munizioni 7,62 x 39 mm ed il modello standard di caricatore per AK, il bullpup l'A-91M è disponibile dal 2003 anche in versione export camerato in 5,56 x 45 NATO, che si avvale di caricatori proprietari da 30 colpi in polimi. Le principali differenze tra le versioni per il mercato interno e quello estero sono il design della canna, il rateo di fuoco superiore, un nuovo corpo in polimero, i cambiamenti del pistone di recupero del gas, e le nuove tacche di mire regolabili fino a 500 m.


    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   1 A-91 pre produzione lanciagrante sopra.jpg 
Visite: 11 
Dimensione:   22.2 KB 
ID: 142460 A-91 di preproduzione, il lanciagranate si trova ancora sopra la canna

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   A-91 per 556 nato.jpg 
Visite: 14 
Dimensione:   17.7 KB 
ID: 142461 A-91M per il mercato estero, camerato per il 5.56 Nato

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   A-91 per 762.jpg 
Visite: 13 
Dimensione:   20.6 KB 
ID: 142462 A-91M per il mercato interno, camerato per il 7.62 russo, con granata VOG-25

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   A-91-2.jpg 
Visite: 7 
Dimensione:   16.6 KB 
ID: 142463 A-91M parzialmente dissassemblato

  9. #9
    Spina
    L'avatar di elleby
    Città
    Rovereto (TN)
    Club
    Non affiliato
    Iscritto il
    10 Nov 2011
    Messaggi
    365

    Predefinito Ads

    'Автомат Двухсредный Специальный - АДС' or 'Avtomat Dual-medium, Special - ADS'

    Nel 1970, a disposizione dei sommozzatori della Marina Sovietica (poi Marina Russa) e deglii altri soggetti associati al servizio in acqua sono state date la pistola SPP-1 ed il fucile d'assalto automatico APS, disegnate principalmente per uso sotto l'acqua. Tuttavia, a fronte di oggettivi vantaggi di questi sistemi essi presentavano inconvenienti abbastanza significativi: un volume di fuoco molto basso in aria, ed un efficienza molto molto bassa in acqua (in particolare l'arma automatica APS). Pertanto, per i gruppi armati operanti in una missione di combattimento sia in acqua e in aria si doveva avere due tipi di armi, subacquee per azione in acqua e normali per la terra.
    Per risolvere il problema di avere una sola arma per i team d'assalto subacquei alla fine del 1990 i membri dello studio di progettazione di Tula e dell'Istituto Tecnologico di Progettazione Edilizia Machine (TPKTIMash) sotto la guida del Dottor Yuri Danilov sviluppano l'arma automatica ASM-DT "Sea Lion". Quest'arma anfibia ASM-DT nasce per consentire un fuoco efficiente sotto l'acqua con munizioni speciali con proiettili aghiformi (strutturalmente simili alle cartucce IPU e MPST utilizzati nell'arma APS, ma differiscono dal diametro dei proiettili), ed il passaggio a cartucce standard 5.45x39 mm dell'AK-74 per gli scontri aereobici. Quest'arma, per quanto promettente, presentava i seguenti problemi:
    - utilizzo del munizionamento aghiforme, con relativi problemi logistici di avere due munizionamenti diversi;
    - l'ASM-DT è un'arma di dimensioni importanti, specie per quel che concerne la lunghezza, che la rendono scomoda da usare, specie per persone impacciate da tute e respiratori;
    - rispetto alle controparte terrestri si tratta di un'arma complicata, più prona a malfunzionamenti;

    La risposta a queste problematiche è stata la creazione di una cartuccia completamente, ad opera del Tula Instrument Design Bureau (KBP) nel 2005. La nuova munizione subacquea è un proiettile molto simile esterioramente alla munizione standard 5.45x39 mm. La nuova cartuccia è stata sviluppata con nastri in acciaio che portano il proiettile a 53 mm in lunghezza. Il proiettile è incassato nel bossolo per la maggior parte della sua lunghezza, ciò ha contribuito a mantenere gli ingombri della nuova cartuccia nella misura specificata della munizione standard, pur assicurando che la forma di proiettili fosse adatta per operazioni in ambiente acquatico.
    La nuova cartuccia, nota come PSP, è dotata di punta a metallo duro (in realtà è un proiettile di tipo AP) di 16 grammi di peso, ha una velocità iniziale (in aria) dell'ordine di 330 m/s. In mezzi acquosi stabilizzare il proiettile e ridurre la resistenza del liquido circostante per mezzo di cavitazione prodotte dal movimento del proiettile a causa della zona piana sulla punta del proiettile stesso si rivelano le doti fondamentali per garantire buone prestazioni in ambienti liquidi anaeorobici; la PSP si avvale di queste due tecniche. La portata effettiva per l'acqua della PSP è di circa 25 metri - in una profondità da 5 metri a 18 metri - a partire dalla profondità di immersione di 20 metri dell'operatore.
    Per l'addestramento al combattimento sottomarino c'è una speciale cartuccia PSP-U, che ha una pallottola in bronzo dal peso di 8 grammi, con minore gittata e capacità di penetrazione.
    Durante le azioni sott'acqua i proiettili PSP hanno un'efficacia di combattimento superiore alle cartucce aghiformi da 5,6 mm usate dal fucile APS. E con dimensioni standard simili alla munizione standard 5.45x39 mm le munizioni PSP e PSP-U possono essere utilizzate nei caricatori abituali dell'AK-74.

    L'arma automatica ADS eredita dal prototipo A-91M la configurazione bullpup con ampio uso di materie plastiche nella costruzione, così come il layout complessivo dei meccanismi azionati dai gas, la rotazione del blocco dell'otturatore tramite l'azione del gas e l'espulsione dei bossoli tramite il corto condotto che va dal tronco alla base posteriore destra della maniglia per il trasporto dell'arma.
    Nella costruzione di un nuovo meccanismo automatico azionato a gas è stato introdotto il selettore di modalità dell'ambiente "acqua/aria," e tutti i meccanismi sono stati rivisti come costruzione per adattarli al funzionamento in ambiente acquatico.
    ADS automatici consente di operare sia con munizioni convenzionali calibro 5.45x39 mm (7N6, 7N10, 7N22, ecc) che munizioni subacque 5,45x39 mm PSP e PSP-U cambiando i caricatori con le cartucce appropriate e manipolando il passaggio del meccanismo di azionamento del regolatore del gas. I caricatori sono quelli standard per l'AK-74M.

    Il funzionamento prevede due modalità di fuoco, colpo singolo ed automatico.

    Le ottiche di base includono una tacca di mira regolabile, una maniglia per il trasporto integrale con slitta per ottica ed un supporto per dispositivi di puntamento montato anteriormente. Si possono utilizzare tutte le ottiche standard, sia russe che estere, notturne, diurne od ad infrarossi. Possono essere montati un disegnatore laser ed/od una torcia tattica.

    L'ADS eredita dal A-91M la possibilità di montare il lanciagranate, che può essere smontato per ridurre il peso dell'arma. Il munizionamento sono le granate VOG-25. Il lanciagranate viene usato sfruttando il grilletto che si trova all'interno del ponticello di quello principale, che precede come posizione. Il coperchio del calcio in gomma è studiato per attenuare il rinculo del lanciagranato.

    Nel 2009 l'ADS ha passato con successo dei test presso diverse unita Spetsnats della Marina Russa, imponendosi facilmente sul precedente APS. Il vantaggio di essere partiti da un bullpup come l'A-91M ha garantito che:
    - in terra le prestazioni siano similari a quelle del AKS-74 con lanciagranate 6G15 da 40 mm, con una precisione migliore grazie ad una piattaforma d'arma più stabile e bilanciata rispetto all'AK-74M;
    - in acqua le prestazioni sono similari a quelle del APS;
    - dimensioni compatte rispetto all'APS;
    - i vantaggi di una configurazione bullpup;
    - un'arma ambidestra;
    - la diminuzione dei problemi logistici dovuti all'utilizzo di un singolo tipo di caricatore invece che di due;

    Col tempo l'intenzione è di rimpiazzare tutti gli AKS-74 con lanciagranate 6G15 con l'ADS e lanciagranate. Questo non solo significa che gli operatori diventaranno in grado di operare anche in acqua, ma aumenterà la duttilità dei team di forze speciali in quanto più efficienti.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   5.45X39 PSP.jpg 
Visite: 12 
Dimensione:   8.0 KB 
ID: 152528 Munizione subacquea 5,45x39 mm PSP

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   ADS-prototype.jpg 
Visite: 13 
Dimensione:   13.7 KB 
ID: 152529 Prototipo ADS

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   ADS+grenadeLauncher.jpg 
Visite: 17 
Dimensione:   15.2 KB 
ID: 152530 ADS standard con lanciagranate

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   ADS-blankFiring.jpg 
Visite: 11 
Dimensione:   13.6 KB 
ID: 152531 ADS senza lanciagranate con dispositivo di sparo per cartuccie a salve, versione da addestramento

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   ADS-laserPointer.jpg 
Visite: 12 
Dimensione:   11.5 KB 
ID: 152532 ADS con disegnatore laser

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   ADS-redDot.jpg 
Visite: 14 
Dimensione:   11.9 KB 
ID: 152533 ADS con red dot

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   ADS-suprressorDayNightVisor.jpg 
Visite: 19 
Dimensione:   13.5 KB 
ID: 152534 ADS privo di lanciagranate, con soppressore ed ottica giorno/notte

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   ADS.jpg 
Visite: 27 
Dimensione:   116.5 KB 
ID: 152535 L'allora presidente Russo Dmitry Medvedev ispeziona un'ADS, al centro d'addestramento Khmelyovka della Flotta Baltica vicino a Baltiysk, 28 September 2009.


    Fonti:
    - world.guns.ru;
    - weapon.at.ua;
    - militaryphotos.net;
    Ultima modifica di elleby; 18/07/2012 a 18:11
    La vita è una malattia a trasmissione sessuale con il 100% della mortalità.

  10. #10
    Spina
    L'avatar di elleby
    Città
    Rovereto (TN)
    Club
    Non affiliato
    Iscritto il
    10 Nov 2011
    Messaggi
    365

    Predefinito ASh-12

    "АШ 12.7 - Автомат штурмовой 12.7мм" o "Automatic assault rifle, 12,7mm"

    L' Ash-12.7 è un fucile d'assalto dedicato alle operazioni CQB/Urban, sviluppato dal famoso ufficio di progettazione KBP su richiesta del FSB (Federal'naya sluzhba bezopasnosti - Federal Security Service). Questa arma è destinata alle unità speciali di FSB che operano in ambiente urbano contro i gangster armati pesantemente e terroristi. Secondo la stampa russa, il primo lotto di Ash-12.7 fucili d'assalto è stato consegnato alla fine del 2011 al FSB.
    Le informazioni su quest'arma per ora sono circostanziate e non complete.

    L'Ash-12,7 è un'arma per le operazioni ad alto rischio, che deve coniugare un'elevato potere d'arresto con una capacità di penetrazione bassa, per evitare danni collaterali agli innocenti astanti od agli ostaggi a causa di proiettili vaganti. Per raggiungere questi obiettivi i progettisti di questo fucile d'assalto hanno sviluppato speciali munizioni di grosso calibro, caricate con varietà di proiettili. Le munizioni si basano sul 12,7x55 mm, corpo in ottone rimless, originariamente sviluppato dalla stessa KBP per il fucile di precisione silenziato VKS. Il carico standard per 12,7 Ash è un proiettile leggero, supersonico con anima in alluminio, esposto nella parte anteriore e scavato nella parte posteriore. Esso è parzialmente chiuso in una camiciatura formata da lega bimetallica. Il peso del proiettile si presume essere di circa 7 grammi con carica a 108 grani, la velocità alla bocca è sconosciuta. Ci sono anche molti altri munizionamenti, con palla pesante (probabilmente subsonica), AP con anima in acciaio temprato e con doppia carica con due proiettili leggeri.

    Questo nuova cartuccia russa "calibro .50" porta certa somiglianze concettuali con una famiglia di cartucce di grande calibro, sviluppata negli Stati Uniti per la famiglia AR-15, sviluppata nell'ottica di produrre una carabina per munizioni 0,499 LWR o 0,50 Beowulf, anche se la cartuccia russa utilizza bossoli più lunghi. E' anche possibile usare proiettili molto leggeri (per il suo calibro), così come quelli pesanti, mentre i suoi omologhi americani di solito vengono caricati con proiettili pesanti dal peso di 19 gr/300 grani in su.

    Il fucile d'assalto 12,7 ASh è un bullpup, con ricevitore in lamiera stampata e polimero. Si crede che abbia un funzionamento a gas, con un tipo di azione ad otturatore rotante. I controlli di fuoco sono due leve separate, il selettore di fuoco (Semi / Auto) come sicurezza posteriore ed uno ambidestro (Safe / Fire) al di sopra dell'impugnatura a pistola. Esistono diverse configurazioni del fucile di base. La prima implementa una maniglia integrale di trasporto superiore con integrata un'ottica dioptica ed una mira anteriore ripiegabile. Una slitta Picatinny è installata per tutta la lunghezza della maniglia di trasporto e permette l'installazione di vari tipi di ottica. Un'altra versione, che è stato osservata su alcune foto presenta una configurazione "flat top" con slitta Picatinny sopra il ricevitore, e le mire anteriori e posteriori installate su basi pieghevoli. Altre variazioni includono anche una slitta Picatinny sotto la parte anteriore dell'arma od al suo posto un lanciagranate da 40 millimetri sotto la canna. I dispositivi disponibili per la bocca sono un massiccio freno di bocca od un silenziatore a sgancio rapido.


    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   132112941.jpg 
Visite: 17 
Dimensione:   26.9 KB 
ID: 153221 Il prototipo del ASh-12.7 con lanciagranate revolver a 3 colpi UBGL e silenziatore

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   1323112873.jpg 
Visite: 16 
Dimensione:   70.0 KB 
ID: 153222 L'ASh-12.7 assault rifle mentre viene mostrato dal Capo Progettista di armi individuali V.Zelenko dell'istituto KBP

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   1323112912.jpg 
Visite: 13 
Dimensione:   35.4 KB 
ID: 153223 Ingrandimento della foto precedente

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   1323112971.jpg 
Visite: 11 
Dimensione:   56.1 KB 
ID: 153224 Le diverse munizioni 12.7x55 per l'ASh-12.7, da sinistra verso destra: con proiettile leggero, a carica doppia, con proiettile pesante, con proiettile AP

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:   1323113007.jpg 
Visite: 10 
Dimensione:   48.5 KB 
ID: 153225 Il bossolo 12.7x55 mm, da destra verso sinistra, comparata con .499 LWR, .50 Beowulf e 7,62x39 mm


    Fonte: world.guns.ru.
    Ultima modifica di elleby; 23/07/2012 a 16:00

Questa pagina è stata trovata cercando:

beowulf

ak103

vikhr

SEO Blog

Tag per questa discussione

Licenza Creative Commons
SoftAir Mania - SAM by SoftAir Mania Community is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.softairmania.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.softairmania.it.
SoftAir Mania® è un marchio registrato.