Pagina 1 di 3 123 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 23
  1. #1
    In attesa di conferma In attesa della conferma e-mail L'avatar di Axel89
    Città
    Pescara (PE)
    Club
    GRU ASC PESCARA
    Iscritto il
    10 Nov 2007
    Messaggi
    1,794

    Predefinito Recensione visore notturno sovietico pnv-57

    Vi vengo a parlare di un pezzo da collezione che molti conoscono ma del quale poco si è scritto su internet in maniera approfondita, avendone ora 2 sotto mano prese da minime nel suo viaggio in polonia quest'estate ho potuto testarli capendone le prestaioni e l'utilizzo.

    Ecco come si presenta la scatola in legno(l'altro ha la scatola in metallo):

    come notate è impressa la data il modello ed il numero di produzione


    Aperta la scatola il visore è alloggiato al suo interno, montato su un elmetto da carrista ed i 4 filtri IR da montare sul mezzo. E' inoltre presente un libricino di utilizzo, questo visore non ha timbri sullo stesso e questo conferma che è uno stock di magazzino mai utilizzato.

    questo è il kit di riparazione alloggiato in uno scomparto della confezione.
    comprende:
    -giravite testa piatta(tutte le viti del visore sono a testa piatta)
    -un vasetto di pasta nera impermeabilizzante
    -panno extramorbido
    -set di spessori e mollette di ricambio per il montaggio sull'elmetto
    -una chiave ad L per stringere le ghiere
    -2 tubi di intensificazione di ricambio



    eccolo fuori dalla sua confezione, l'elmetto è completamente regolabile mediante delle fibie e permette una buona distribuzione del peso.
    Difatti nonostante i 3kg il visore risulta ben bilanciato una volta indossato.

    La presa di uscita è molto particolare, manca in entrambe le scatole un altro cavo che funge da adattatore trasformando questo spinotto in un altro collegabile sul mezzo, quest'ultimo sarebbe di forma rotonda e sarebbe il corrispettivo della presa accendisigari delle nostre auto.


    questo è il binocolo sul cui fianco è inciso il modello e l'anno di produzione. vedete oltretutto daventi le protezioni in gomma le due regolazioni micrometriche per la messa a fuoco.


    ed ecco il cuore del visore, la parte posteriore dove si trova l'oscillatore, il trasformatore di tensione, i tubi, e tutto il circuito a transistor che ne permette il funzionamento. (nessun circuito integrato ovviamente!)
    Il trasformatore trasforma una tensione di 12/24V in una di 19KW.

    questa è l'uscita del cavo coassiale che passano sull'elmetto lo collega al binocolo.

    smontata la calotta questo è lo spinotto del cavo

    questo è quello che vedete smontata la calotta, sotto la piastra bianca ci sono i due tubi

    eccoli qui, collegati in serie da questa linguetta. ogni tubo ha su impressa la data di produzione ed hanno indicati l'anodo ed il catodo per il corretto posizionamento.
    sulla parte bassa invece trovate l'entrata dell'alimentazione e sotto un tappo avvitato questo interruttore consistente in una barra avvitata che ci permette di selezionare i12 o 24V




    non sono riuscito a fare una foto del visore in funzione per la scarsa qualità della mia macchinetta ma vi descrivo come è andata la prova.
    E' stato testato utilizzando una batteria lipo 11.1 1400mh (occhio con una 1100 non si accendeva e neanche con un trasformatore 12V 400mh vuole la giusta corrente)
    Il visore riconosce la polarità ma sullo spinotto non c'è scritto + e - ma non ci sono problemi, il visore ha un cicuito di protezione per cui se si sbaglia la polarità non si brucia nulla, semplicemente non si accende.

    Appena collegato alla batteria gradualmente si accende diventando di un bel verde acceso, si sente il rumore dell'oscllatore e sul mio(quello della recensione) l'immagine sfarfalla pochissimo, sull'altro no.
    Un oculare, quello destro, su entrambi i visori intensifica molto piu del sinistro, non è un problema di tubi ma probabilmente una questione di corrente, è abbastanza probabile che collegato alla batteria del veicolo da 75A anche l'altro si accenderà come si deve, dato che mi dà la sensazione di essere alquanto sotto alimentato con la misera batteria lipo.

    Quindi, nel buio di una stanza...non si vede assolutamente niente piu o meno come con un qualsiasi visore di prima senza IR ma anche facendo entrare uno spiraglio di luce, si vede meglio ad occhio nudo che con il visore.
    Di notte all'aperto con le luci del quartiere si vede discretamente, ma l'immagine risulta nitida al 100x100 perfettamente messa a fuoco e ben definita, non avendo alcun ingrandimento viene percepita la profondità in maniera perfetta.
    guardando una fonte di luce, questa non abbaglia. ( ma è meglio non farlo)
    Il giudizio complessivo comunque è decisamente scadente l'intensificazione è scarsissima ed in certe sirtuazione si vede molto emglio senza.
    Ma tutto cambia se usiamo l'IR
    basta accendere un telecomando di un televisore per vedere benissimo in una stanza. e...immaginate cosa accade se accendiamo i fari di una macchina con i filtri IR...tutto si fà giorno. e qui si esplica il suo reale utilizzo.

    Conclusioni:
    E' un visore fatto per guidare, intensifica poco quasi niente senza IR ma molto bene con IR paragonabile come qualità ad un visore di prima odierno ma con una immagine nitidissima,nessuna alterazione spaziale e nessun flash di luce. Funziona molto bene per quel che è stato progettato tenuto conto soprattutto che oramai ha piu di 40 anni.
    Il peso si aggira sui 3kg e questo ne compromette l'utilizzo per un lungo periodo, però è altresì vero che è ben bilanciato.
    Il prezzo si aggira sui 120-160 euro.

    ---------- Post added at 13:56 ---------- Previous post was at 13:04 ----------

    come faccio a farla inserire nell'area recensioni?
    Ultima modifica di kamchaaka; 02/09/2011 a 23:03

  2. #2
    Recluta L'avatar di Demons of Razgriz
    Città
    Perugia (PG)
    Club
    Non affiliato
    Iscritto il
    20 May 2007
    Messaggi
    622

    Predefinito

    Il costo si riferisci all'acquisto su internet ?

  3. #3
    Soldataccio L'avatar di Curelin
    Città
    Palermo (PA)
    Club
    Spectre
    Età
    31
    Iscritto il
    26 May 2009
    Messaggi
    2,421

    Predefinito

    stupendo!!!

    avevo sentito parlare di trizio nei visori notturni, la data mi fa pensare all'utilizzo di questo isotopo per la visione notturna. hai modo di verificare la radioattività dell'aggeggio?

  4. #4
    In attesa di conferma In attesa della conferma e-mail L'avatar di Axel89
    Città
    Pescara (PE)
    Club
    GRU ASC PESCARA
    Iscritto il
    10 Nov 2007
    Messaggi
    1,794

    Predefinito

    i visori russi non sono radioattivi...ma vi farò sapere.
    Il trizio c'è anche negli orologi da polso con le lancette fosforescenti fino a qualche anno fa per lo meno
    nulla di pericoloso...sto lavorando per tradurre il manuale da russo ad italiano. vi tengo aggiornati.
    Il costo si, si riferisce all'acquisto su internet.
    Ultima modifica di Axel89; 23/08/2011 a 00:13

  5. #5
    Soldataccio L'avatar di Curelin
    Città
    Palermo (PA)
    Club
    Spectre
    Età
    31
    Iscritto il
    26 May 2009
    Messaggi
    2,421

    Predefinito

    beh, il Trizio si dimezza in meno di 14 anni, ma quando è attivo, non sarà radioattivo come il Radio 226, ma non si scherza! sentii dire che molti visori tendevano a perdere il trizio, ma, guardando la data di produzione, a quest'ora si è dimezzato abbondantemente, perdendo la sua radioattività.

    ma allora, come cavolo fa a funzionare ancora il visore??

    ps: sulla radioattività degli orologi mi sono fatto una cultura...molti dei miei orologi militari vintage contengono Trizio, alcuni anche Radio...
    è vero che il trizio non è granchè pericoloso, tranne che non sia inalato/ingoiato, ma si tratta pur sempre di radiazioni. se da una parte è vero che non ci si deve impanicare, dall'altra è giusta un pò di accortezza
    Ultima modifica di Curelin; 23/08/2011 a 00:12

  6. #6
    In attesa di conferma In attesa della conferma e-mail L'avatar di Axel89
    Città
    Pescara (PE)
    Club
    GRU ASC PESCARA
    Iscritto il
    10 Nov 2007
    Messaggi
    1,794

    Predefinito

    Funziona perchè probabilmente non c'è trizio ne altro materiale radioattivo...

  7. #7
    Spina L'avatar di Fomalhaut
    Città
    Milano (MI)
    Club
    Langbarten s.a.t.
    Iscritto il
    06 Dec 2007
    Messaggi
    280

    Predefinito

    Ottima recensione Axel,
    sto pensando ad un paio anche io...la domanda è: i filtri sono compatibili coi fari della UAZ?

    riguardo alTrizio, semplicemente NON viene utilizzato nei visori notturni, di nessuna generazione.

    Viene utilizzao per l'illuminazione del reticolo in diverse ottiche ( testati 1p29 e 1p63 e siamo nei limiti ambientali ) ma sarebbe del tutto inutile mersso in un visore.

    L'unico uso di trizio di cui ho traccia è un puntino sull 'interruttore dell NSP2, ma non ha alcuna utilità nel funzionamento del visore stesso.

    In parole povere "il visore radioattivo" è una leggenda metropolitana, che probabilmente nasce da un UNICO filmato in cui un visore non identificato sparava in Beta una volta acceso, probabilemnte semplicemente andava ad interferire con la schermatura del contatore.

    a presto,

    FOmh

  8. #8
    In attesa di conferma In attesa della conferma e-mail L'avatar di Axel89
    Città
    Pescara (PE)
    Club
    GRU ASC PESCARA
    Iscritto il
    10 Nov 2007
    Messaggi
    1,794

    Predefinito

    formal ovviamente si sono compatibili con i fari della UAZ! già testati, il problema è che per montarli c'è bisogno di un adattatore particolare che è un pò difficile da trovare e che sto cercando. in caso non lo dovessi trovare una camera d'aria mi permetterà di montarli in maniera rapida e sicura(bisogna adattarsi).
    per ra lio ho fatti tener su semplicemente con del nastro isolante. Il problema è solo uno, davanti vedi tranquillamente a 80 metri e forse anche oltre ma di lato non si vede assolutamente nulla(ho rimediato montando un altro filtrro anche sul faro laterale e così si illumina veramente tutto a giorno.
    Ho comunque in prgetto di comprare i fari IR originali che montano i brdm i btr o alcuni ural, ogni tanto se ve trova qualcuno in vendita in polonia. appena il budget permetterà credo che ne monterò un paio sul paraurti.
    comunque è davvero divertente guidarci!

  9. #9
    Soldataccio L'avatar di Curelin
    Città
    Palermo (PA)
    Club
    Spectre
    Età
    31
    Iscritto il
    26 May 2009
    Messaggi
    2,421

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Fomalhaut Visualizza il messaggio
    Ottima recensione Axel,
    sto pensando ad un paio anche io...la domanda è: i filtri sono compatibili coi fari della UAZ?

    riguardo alTrizio, semplicemente NON viene utilizzato nei visori notturni, di nessuna generazione.

    Viene utilizzao per l'illuminazione del reticolo in diverse ottiche ( testati 1p29 e 1p63 e siamo nei limiti ambientali ) ma sarebbe del tutto inutile mersso in un visore.

    L'unico uso di trizio di cui ho traccia è un puntino sull 'interruttore dell NSP2, ma non ha alcuna utilità nel funzionamento del visore stesso.

    In parole povere "il visore radioattivo" è una leggenda metropolitana, che probabilmente nasce da un UNICO filmato in cui un visore non identificato sparava in Beta una volta acceso, probabilemnte semplicemente andava ad interferire con la schermatura del contatore.

    a presto,

    FOmh
    svelato il mistero del visore radioattivo, quindi!!

    ottimo, era un dubbio che nessuno era riuscito a togliermi!

  10. #10
    Spina
    Città
    Modica (RG)
    Club
    Non affiliato
    Iscritto il
    02 Sep 2011
    Messaggi
    2

    Predefinito

    Ok,si incomincia a capirci qualcosa,salve a tutti il valore che rilevo sull'interrutore e' dI 2 micro rad sul visore sovietico nps2,Quacuno mi puo' suggerire le batterie da utilizzare 4,8 volt??O varie? Grazie

Pagina 1 di 3 123 ultimoultimo

Questa pagina è stata trovata cercando:

brdm

visore

SEO Blog

Tag per questa discussione

Licenza Creative Commons
SoftAir Mania - SAM by SoftAir Mania Community is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.softairmania.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.softairmania.it.
SoftAir Mania® è un marchio registrato.