PDA

Visualizza la versione completa : Grilletto a MOSFET per il P90



Kurgan
14/07/2008, 00:25
ho appena finito di fare la prima giocata sul campo con il mio p90 modificato con un mosfet per pilotare il motore.

la modifica e` abbastanza semplice, richiede meno di 5 euro di componenti, e meccanicamente non ci sono problemi di spazio.

componenti usati: un mosfet irf1404 (contenitore to220) e una resistenza da 220 ohm 1/4 di watt.

realizzazione:

prima di tutto, saldare la resistenza tagliandola veramente corta in modo che sia collegata fra i due piedini piu` esterni (source e gate) del mosfet. io l'ho messa in modo che occupi il minimo possibile di spazio. (in questa foto si vede la posizione della resistenza)
http://img244.imageshack.us/img244/92/12072008209kf2.th.jpg (http://img244.imageshack.us/my.php?image=12072008209kf2.jpg)


poi, occorre adattare il circuito elettrico del p90. l'adattamento e` facile, si usano i fili "originali" togliendone un paio di pezzi, e si aggiungono due fili sottili per portare al mosfet il comando dal grilletto. questi fili sono soggetti a una corrente molto bassa quindi non devono affatto essere grossi.

occorre smontare tutto il circuito elettrico, dissaldando i fili che vanno dalla batteria al comando del grilletto e dal grilletto al motore. vanno lasciati i fili rossi che collegano il contatto della raffica a quello del colpo singolo. il gearbox in pratica deve restare cosi`: (in questa foto si vede anche il cablaggio originale rimosso e gia` in parte adattato al mosfet)

http://img383.imageshack.us/img383/9923/12072008207vd0.th.jpg (http://img383.imageshack.us/my.php?image=12072008207vd0.jpg)

notare che nel gearbox sono rimasti (e ce li lasciamo) due fili rossi.

ora, occorre tagliare il filo negativo che viene dalla batteria (filo nero, grosso, su cui non c'e` il portafusibile) circa all'altezza che si vede nella foto sopra (verso la fine del portafusubile, ma un po` prima) in modo che quando lo saldiamo al mosfet, questo risulti restare a fianco del portafusibile stesso. la posizione e` scelta in modo che dopo il mosfet stia fisicamente bene dentro al p90 quando lo si rimonta.

il filo che viene dal negativo della batteria va attaccato al piedino source del mosfet, che e` quello a destra guardando il mosfet dal davanti tenendo i piedini rivolti verso il basso. occorre saldarlo in modo solido (qui passa molta corrente) e poi isolarlo con del termoretraibile.

il pezzo restante del filo nero che abbiamo appena tagliato, lo saldiamo invece al piedino centrale (drain) del mosfet, anche in questo caso saldandolo in modo solido e isolandolo con il termoretraibile. in fondo a questo filo lasciamo il faston che va poi a collegarsi al motore (come era in origine).

in pratica per il momento abbiamo solo tagliato il filo del negativo, che in origine andava diretto dalla batteria al motore, e ci abbiamo messo il mosfet in mezzo. io consiglio di tagliare i piedini piu` corti di quanto non siano, saldando i fili il piu` possibile vicini al corpo del mosfet.

a questo punto, occorre saldare al mosfet il filo che andra` collegato al grilletto, ho usato un filo rosso sottile allo scopo. questo va collegato al gate del mosfet, il piedino che si trova a sinistra guardando il mosfet dal davanti con i piedini rivolti in basso. in questo caso la corrente e` minima e non occorre prodigarsi a fare saldature perfette. anche qui, un giro di termoretraibile. lasciamo il filo rosso un po` lungo, poi lo taglieremo a misura dopo.

procediamo quindi a togliere il faston dal fondo del filo rosso originale del p90 (quello che andava dal grilletto al motore) e a saldarlo in fondo al filo che viene dal positivo della batteria (quello che passa per il portafusibile) senza accorciare detto filo.

in questa foto si vedono tutti i fili collegati al mosfet, si vedono le relative lunghezze (importanti per il montaggio meccanico) e si vede il faston saldato in fondo al filo del positivo della batteria. chiaramente il faston che ho saldato dovra` essere ricoperto di termoretraibile come quello originale.
http://img375.imageshack.us/img375/1208/12072008211zf3.th.jpg (http://img375.imageshack.us/my.php?image=12072008211zf3.jpg)

fatto questo, occorre aprire il portafusibile e collegarci (a valle del fusibile rispetto alla batteria) un altro filo rosso sottile, che andra` collegato al grilletto. lasciatelo lungo, lo taglierete dopo. io l'ho saldato direttamente al contatto dove e` crimpato il filo originale, e ho richiuso il portafusibile.
in questa foto si vede il montaggio dei fili completato al 100%.
http://img398.imageshack.us/img398/1425/12072008215ay8.th.jpg (http://img398.imageshack.us/my.php?image=12072008215ay8.jpg)

siccome sono paranoico, ho voluto isolare bene le parti scoperte dei piedini del mosfet, per evitare il piu` possibile che l'umidita` crei tensione residua sul gate, perche` questa potrebbe mandare il mosfet in conduzione. questo e` anche il motivo della resistenza fra il gate e il negativo della batteria, tenere il gate basso in caso che l'umidita` (anche nei contatto del grilletto) produca una conduzione non desiderata fra il positivo e il gate. occorre ricordare che il mosfet ha una impedenza di gate altissima, quindi e` buona cosa forzare il gate basso con una resistenza per assicurarsi che stia basso quando non vogliamo che stia alto, e che torni basso in fretta quando molliamo il grilletto. :-) per isolarli ho usato dello smalto da unghie. so che c'e` di meglio, ma questo funziona e l'avevo in casa. in questa foto si vede lo smalto.
http://img239.imageshack.us/img239/239/12072008214fi1.th.jpg (http://img239.imageshack.us/my.php?image=12072008214fi1.jpg)

bene, ora possiamo rimontare i cablaggi sul gearbox, infilando il mosfet a fianco del portafusibile, nello spazio fra il cilindro e il motore (che e` dove normalmente sta il portafusibile nel p90). vale la pena di fare una considerazione sull'isolamento del mosfet: io ho verificato che il corpo del gb non fosse per nessun motivo in contatto con alcuna parte del circuito elettrico (non dovrebbe esserlo, ma magari il motore poteva avere la cassa esterna attaccata a uno dei poli) e visto che non lo era ho deciso di non ricoprire l'aletta di raffreddamento del mosfet. va ricordato che questa aletta e` collegata elettricamente al piedino centrale, quindi di fatto al polo negativo del motore. siccome il mosfet scalda veramente poco, forse e` il caso di isolarlo con del termoretraibile per sicurezza.

qui ci sono le foto del gearbox rimontato, davanti e dietro, con i due fili rossi collegati (saldati) al grilletto. ah, dimenticavo: quando staccate i fili dal motore, segnatevi quale era il positivo (rosso in origine) e quale il negativo, perche` dovete ovviamente riattaccarli giusti. ora il positivo e` quello che passa per il fusibile, e il negativo quello che passa per il mosfet.
http://img398.imageshack.us/img398/7963/12072008216wg3.th.jpg (http://img398.imageshack.us/my.php?image=12072008216wg3.jpg)

http://img175.imageshack.us/img175/1246/12072008218ei6.th.jpg (http://img175.imageshack.us/my.php?image=12072008218ei6.jpg)

notate che ho riutilizzato tutto il cablaggio originale del p90 tranne che per quel pezzo di filo rosso che andava dal contatto del grilletto al motore, che nella foto potete vedere in alto a sinistra.

rimontando il p90, la presenza del mosfet e del nuovo circuito non dovrebbero assolutamente essere di impedimento, meccanicamente parlando.

buona sparatoria!

Dionisio
14/07/2008, 00:27
:allah:

Crash01
14/07/2008, 00:34
grande!

giangio1986
14/07/2008, 11:14
a che serve questa modifica??

7even
14/07/2008, 11:41
mi associo a giangio.... ho visto questo mosfet fra gli accessori montabili sulle asg ma ne ignoro i benefici!

PiadaKid
14/07/2008, 20:01
complimentii per la modifica, ma in termini pratici cosa ci si guadagna?!

Kurgan
15/07/2008, 01:12
lo scopo di installare un mosfet e` fondamentalmente salvaguardare i contatti del grilletto dall'usura. incidentalmente si guadagna anche un minimo di velocita` sul motore.

il problema e` che i contatti del grilletto sono decisamente sottodimensionati e mal costruiti, e non reggono la corrente molto elevata che assorbe il motore, specie allo spunto. al momento della chiusura del contatto si crea un arco che alla fine "buca" il contatto stesso, rendendolo inutilizzabile. inoltre, il contatto non e` sufficientemente buono, cioe` presenta una resistenza troppo alta, e dissipa energia scaldandosi. provare per credere, se fate una raffica lunga e toccate i contatti, vedrete che sono belli caldi. tutto questo calore e` energia sprecata.

installare un mosfet (sufficientemente robusto per reggere la corrente) consente di annullare completamente l'usura dei contatti del grilletto, e consente anche di ridurre la dissipazione di energia, rendendo piu` energia disponibile per il motore (tecnicamente, minore caduta di tensione sul circuito elettrico). il mosfet, che e` un interruttore a stato solido (senza componenti meccanici in movimento e senza contatti) sostituisce i contatti del grilletto, e viene pilotato da questi ultimi mediante una corrente ridottissima.

inoltre se si installa il mosfet in modo da tenere i fili fra batteria, mosfet e motore il piu` corti possibile, si avra` un ulteriore lieve miglioramento in termini di dissipazione di energia. naturalmente la lunghezza dei fili fra il mosfet e i contatti del grilletto e` ininfluente, visto che li` passa solo la bassissima corrente necessaria a pilotare il gate del mosfet.

questa spiegazione non e` molto tecnica, pero` spero che renda l'idea del perche` si fa questa modifica.

ovviamente ci sono anche svantaggi: un mosfet e` un pezzo in piu` che si puo` rompere, inoltre e` importante tenere in considerazione che il mosfet deve lavorare in due soli stati: a grilletto rilasciato, deve essere assolutamente non in conduzione, quindi il gate deve essere tenuto al livello di tensione del polo negativo della batteria. a questa funzione pensa la resitenza, che quando il grilletto non e` tirato (contatto aperto) tiene "basso" il gate. a grilletto tirato, il gate deve avere una tensione positiva abbastanza alta da mettere il mosfet completamente in conduzione. questa tensione, per questo tipo di mosfet, deve essere superiore a 5,5 volt. se il mosfet si trova ad avere una tensione di gate intorno a 3,5 volt, esso va in conduzione solo parzialmente, dissipando una enorme energia e surriscaldandosi e bruciandosi in pochi secondi.

la resistenza da 220 ohm che ho usato dovrebbe, a giudicare dalle prove che ho fatto, fare in modo che il mosfet non si trovi mai in parziale conduzione, anche quando i contatti del grilletto dovessero trovarsi completamente immersi nell'acqua (se la replica dovesse cadere in acqua, o se piovesse molto per molte ore). la prova l'ho fatta letteralmente immergendo i contatti in un bicchiere d'acqua e misurando la tensione di gate e la corrente di source in queste condizioni.

sono naturalmente disponibile per chiarimenti e per discutere con altri tecnici elettronici magari piu` esperti di me (che sono un hobbista) eventuali migliorie al mio semplicissimo schema.

M81
15/07/2008, 11:10
ottima guida e ottima spiegazione! grazie davvero, molto utile! :)

Serralord
15/07/2008, 12:53
molto utile ora che so a cosa serve, soprattutto ultimamente che nel fans club sono apparsi un paio di problemi con i contatti del grilletto

giangio1986
16/07/2008, 11:15
se i contatti si ossidano..... crea problemi??

Kurgan
16/07/2008, 12:21
potenzialmente potrebbe. un contatto molto ossidato aumenta la sua resistenza, e se questa comincia a diventare paragonabile ai 220 ohm della resistenza di pull-down, allora potrebbe mettere il mosfet non in completa conduzione, quindi bruciarlo. direi che il contatto dovrebbe creare problemi quando ha una resistenza superiore ai 100 ohm.

credo che sia difficile che possa ossidarsi cosi` tanto, comunque e` chiaro che se usi la replica sotto la pioggia per ore ed ore, oppure se ti cade in acqua, oppure comunque ogni qualche mese, come manutenzione ordinaria, dare un'occhiata ai contatti ed eventualmente darci dello spray disossidante non e` una cattiva idea.

voglio dire, io la replica la pulisco e la controllo sommariamente ogni due settimane, quindi dare un'occhio anche ai contatti non e` poi una gran fatica in piu`... e` piu` una rottura verificare se le viti sono strette.

inoltre, anche le spazzole del motore andrebbero controllate per vedere se sono sporche e per pulire la polvere delle spazzole stesse che si accumula sui contatti del rotore... ah, se potessimo mettere un motore brushless nella repliche... e` una cosa sulla quale dovrei studiare un po`, il problema e` che dovrei trovare un motore delle stesse dimensioni e un sistema di controllo abbastanza piccolo da starci dentro la replica da qualche parte.

Kurgan
03/08/2008, 15:36
aggiungo un messaggio solo per dire che dopo 2 giocate da 4 ore e una da 24 ore, il mio p90 con il mosfet non ha avuto alcun problema, anche sotto la pioggia. poi ho spaccato l'astina dello spingipallino, ma questo non e` colpa del mosfet.

ERV
25/08/2008, 02:26
al secondo giorno di utilizzo del mio nuovo p90 si è verificato il problema che con il selettore sul singolo sparava a raffica! con la modifica sopradescritta si risolve anche questo problema o dipende dalla meccanica del sistema di passaggio singolo-raffica?

Kurgan
25/08/2008, 10:22
erv, direi che il tuo problema sia meccanico. il selettore sul p90 non fa altro che ridurre di un poco la corsa del grilletto. in pratica sul p90, come sullo steyr, se il grilletto viene tirato poco si spara a colpo singolo, tirandolo ancora si spara a raffica. solo che mentre sullo steyr non c'e` selettore, e` il dito che determina se spari a singolo o raffica (e la corsa del grilletto e` bella lunga) sul p90 la corsa e` molto breve, ed e` difficilissimo sparare a colpo singolo usando la sensibilita` del dito.

quindi e` probabile che il tuo sia un problema meccanico, specificamente che il selettore messo in colpo singolo lascia comunque troppa corsa al grilletto. se smonti il p90 vedrai che fuori dal gb ci sono due contatti che si trovano proprio frontalmente allo stesso. quelli sono i contatti della raffica, quando vengono chiusi il p90 spara a raffica. potresti tentare (delicatamente) di piegare un pochino all'indietro le due linguette in modo che occorra piu` corsa del grilletto per farle chiudere, e vedere se questo risolve il tuo problema. dovresti anche provare a controllare che non si sia rotto il fermo del selettore, ovvero verificare (a occhio) se girando il selettore su raffica la corsa del grilletto si allunga (di poco, meno di 2 mm).

spero di essere stato chiaro.

ERV
25/08/2008, 13:58
si, si, chiarissimo! davvero gentilissimo kurgan! grazie!
ho omesso di dire che il problema si è verificato un paio di volte, poi, spostato il selettore su raffica e nuovamente su singolo il problema è svanito!
queste ulteriori info possono aiutare alla "diagnosi a distanza"?

Kurgan
25/08/2008, 14:09
pensandoci anche a me e` successo un paio di volte di sparare una breve raffica quando ero in colpo singolo, ma sapendo come funziona il meccanismo non me ne ero preoccupato. per essere precisi, direi che sul mio p90 se tiro il grilletto troppo forte sparo a raffica anche in singolo, si vede che la flessibilita` delle parti in plastica e` sufficiente a fare chiudere il contatto della raffica anche se il selettore e` in singolo.

io non so dirti se sia il tuo selettore che e` in qualche modo leggermente difettoso e ogni tanto non va bene in posizione, pero` credo che la soluzione piu` semplice, oltre che lasciarlo cosi`, sia quella appunto di piegare un pochettino all'indietro i contatti della raffica, in modo da richiedere una corsa leggermente piu` lunga.

mi raccomando fai attenzione a non spezzare i contatti, anche perche` non credo che si trovino come pezzo di ricambio per il p90...

ERV
26/08/2008, 15:02
ho controllato la corsa del grilletto e spostando il selettore da singolo a raffica acquista un paio di millemetri (sembra funzionando tutto bene) e andando a fine corsa emette un leggero “tac” (a dire il vero non avevo fatto caso a questo rumore prima che si proponesse questo problema, quindi non so se all’inizio non faceva!)

poi ho tirato fuori il gb e provando a “sparare” ho notato che la differenza di corsa del grilletto da singolo a raffica è veramente breve!

ma mi sembra, ma non ne sono sicuro, che a volte, pur non arrivando a toccare i contatti di fondo corsa per la raffica, spari comunque a raffica (è difficile tenere immobile il gb in mano e provare a sparare a singolo senza poi spostare il grilletto per il contraccolpo).

inoltre ho notato che quel “tac” lo fa un pezzo di plastica che scorre all’interno del sistema del grilletto e che arrivato a fondo corsa scatta in avanti (al momento ignoro il perché!).

da appassionato di meccanica (con esperienza) e di elettronica mi piacerebbe capire meglio il funzionamento delle asg, in particolare adesso sono curioso di capire come funziona questo grilletto, c’è disponibile un esploso o delle foto del gruppo grilletto?

grazie dei consigli kurgan, veramente gentile, quando si ripresenterà il problema (spero mai) mi metterò al lavoro per risolverlo e farò sapere!

p.s. mi sa che sono un po’ ot

Kurgan
27/08/2008, 11:25
dunque, togliere il gb e` il modo giusto per verificare se il selettore riduce o meno la corsa del grilletto, direi.

con il gb in mano, se vuoi provare a vedere se il colpo singolo funziona correttamente, cioe` se non spara a raffica comuqnue, la cosa piu` facile da fare e` mettere un pezzo di carta davanti ai contatti della raffica, e poi tirare il grilletto tranquillamente fino a fondo corsa. avendo isolato i contatti della raffica, sparera` sempre a colpo singolo (se il sistema del colpo singolo non e` rotto)

il tac che senti quando tiri il grilletto e` dovuto al fatto che spari senza batteria. il sistema del colpo singolo e` totalmente meccanico (nel p90 sicuramente, e anche se non e` proprio uguale, anche in altre repliche). l'idea in generale e` che si tratta di un normalissimo interruttore che viene chiuso meccanicamente quando tiri il grilletto, e che viene aperto da una leva che viene mossa da una camma che si trova sull'ingranaggio settoriale dentro al gb, e viene meccanicamente tenuto aperto fino a che non rilasci e ripremi il grilletto. in questo modo il motore viene fermato dopo che e` stato sparato un colpo. questo sistema non e` precisamente ripetibile a causa dell'inerzia dei meccanismi in movimento, ma e` sufficientemente preciso da sparare un solo colpo alla volta. se spari senza batteria il motore non gira, e quindi il sistema meccanico non si muove dalla posizione in cui si trova, facendo cosi` quel tac che non e` altro (credo, non ho studiato la cosa a fondo) che un movimento che non dovrebbe avvenire quando la camma gira. non so se sia una buona idea sparare cosi` senza batteria, non vorrei che si danneggiasse la meccanica dell'interruttore interno del colpo singolo.

in alcune repliche il selettore di tiro modifica il comportamento meccanico di questo meccanismo, impedendo che l'interruttore venga aperto ad ogni ciclo quando si mette in raffica.

nel p90 invece c'e` un seconto interruttore (quello esterno frontale al gb), in parallelo al primo (che e` interno e non si vede da fuori), che quando viene chiuso fa si` che anche nel momento in cui l'interruttore interno si apre il motore non si fermi, sparando in questo modo a raffica.

gli esplosi del p90 si trovano qui sul forum. non ho mai guardato pero` se c'e` anche lo schema esploso del meccanismo del grilletto.

http://www.softairmania.it/showthread.php?t=13896


se dovessi farmi il progetto di una replica io, userei un sistema a mosfet per pilotare il motore, comandato da un microswitch attaccato al grilletto (che sarebbe in questo modo sensibile come quello di un'arma vera e non rigido) e un sensore ottico accoppiato all'ingranaggio settoriale per determinare il momento in cui spegnere il motore quando spari a singolo. il selettore a questo punto sarebbe solo un interruttore elettrico che cambia il comportamento del circuito elettronico che controlla il fuoco, passando da colpo singolo a raffica. cosi` facendo sarebbe anche facile avere una funzione come "raffica breve" dove l'elettronica conta, per esempio, tre giri del settoriale (tre colpi) prima di fermare il motore.

non e` escluso che quando il sistema meccanico di tiro del mio p90 si spacchera` non mi venga voglia di farlo veramente questo sistema elettronico. per il momento pero` sono pigro e lo tengo cosi`.

stitch84
31/08/2008, 16:23
visto che non sono l'unico a cui ultimamente ha dato dei problemi il selettore, e visto che non si trovano altre discussioni inerenti, oggi mi si è presentato lo stesso problema, ma posso dire che:

*il selettore fa il suo dovere, piccola corsa per singolo, e poco più lunga per raffica;
*i contatti sono tutti in buono stato (controllati con multimetro);
*solo con il contatto del singolo chiuso, mi va la raffica, e mi sono accorto che la leva "meccanica" che agisce dentro il g-box è praticamente inutile, cioè, non si muove con l'ingranaggio....

Kurgan
31/08/2008, 20:11
stitch84, allora forse nel tuo caso hai proprio un guasto meccanico. per fare la prova, appunto, isola il contatto della raffica. se va ancora a raffica, hai un problema meccanico.

non saprei darti dei consigli a riguardo, pero`, perche` a me non e` mai successo quindi non saprei dove guardare.

Wolfy
21/09/2008, 19:48
interessante l'idea del mosfet come i/o, ma perchè nn hai usato un comune pnp, più facile da trovare???
non riesco a capire

Kurgan
22/09/2008, 23:16
principalmente il mosfet ha il vantaggio di avere una bassa resistenza interna, il che significa meno dissipazione termica quando e` in conduzione.

Wolfy
23/09/2008, 14:04
ok, grazie.
ps. il mosfet può restare parzialmente conduttivo senza bruciarsi?
uno abb. grosso

Kurgan
23/09/2008, 17:59
ovviamente puo`, ma dissipa in calore l'energia prodotta dalla caduta di tensione al suo interno.

per darti un'idea assolutamente empirica e tutt'altro che precisa, il mosfet che ho usato io regge piu` di 200 ampere, tuttavia ovviamente non e` in grado di dissipare centinaia di watt in calore.

tenendolo cosi` com'e` (senza alcun raffreddamento) e mettendolo in conduzione piena la caduta di tensione e` cosi` bassa che con l'assorbimento del motore della replica (fra i 10 e i 15 ampere) diventa appena tiepido dopo 10 secondi di raffica continua. in pratica, puo` sparare all'infinito.

chiaramente se io lo mettessi in conduzione parziale, quindi diciamo facendo una caduta di tensione di 3 volt sul mosfet, questo dissiperebbe dai 30 ai 45 watt, che sono sostenibili da questo mosfet, ma solo se montato su un dissipatore, altrimenti molto in fretta arriverebbe a superare i 100 gradi di temperatura.

Wolfy
23/09/2008, 21:02
uh, pensavo di usarne uno come riduttore di voltaggio, ma adesso mi sembra impossibile.
hai qualche idea su come fare a ridurre il voltaggio della batteria(pensavo di prendere una lipo 11.1) a tre tensioni più basse prefissate(9.6, 8.4 e 7.4)???
io pensavo ad un npn e uno switcher con tre resistenze che regola la base, ma non sono un gran esperto, se puoi aiutarmi (anche in pm per non inquinare il topic) mi faresti un gran favore

Dionisio
23/09/2008, 21:44
qui trovi un tread aperto.

http://www.softairmania.it/showthread.php?t=64491

facci sapere se funziona.

:)

Kurgan
23/09/2008, 21:45
in pratica e` un problema perche` devi prima di tutto inserire un sistema di feedback per correggere le fluttuazioni di tensione che ci sono al variare dell'assorbimento (la replica ha un assorbimento molto variabile nel tempo). e secondariamente perche` devi dissipare energia, quindi calore in quantita` significativa. e non hai spazio!

la soluzione dei diodi proposta da dionisio e` tecnicamente semplice, e funziona. ogni diodo porta via 0,7 volt. pero` poi hai il problema della commutazione, per inserire o escludere i diodi ti serve un interruttore che regga la corrente assorbita dalla replica. ovviamente i diodi scaldano per dissipare l'energia. e continui a non avere spazio...

Wolfy
23/09/2008, 22:52
semplice ma funzionante, per lo switcher penso che uno di quelli che si trovano in un pho di quelli grossi basti a reggere il consumo nominale dell'asg.

ps. tu quali repliche hai oltre il p90?

Kurgan
24/09/2008, 01:32
stiamo un po` divagando, comunque ho uno steyr della classic.

Wolfy
24/09/2008, 15:09
non credere, io ho un g36ca,credo che abbia più o meno gli spazzi dello steyr, e da buon ca lo spazio è così rosicato da farci stare a malapena i pezzi originali, siccome mi attira molto l'idea del mosfet come grilletto, e nel tuo topic, a differenza di molti altri sullo stesso argomento, ci ho capito quasi tutto, volevo sapere se su un ca ci stava il mosfet.

Wolfy
26/09/2008, 20:30
ehi, leggi questo pdf, forse questo riesce a dissipare abbastanza da regolare il rof, mi pare abbastanza robusto
http://www.datasheetcatalog.org/datasheet/irf/irfp3703.pdf

Kurgan
26/09/2008, 23:36
non saprei, ho avuto un g36 ca prima del p90, mi ricordo che era stretto. temo che non ci stia, a meno di non trovare qualche buchino. lo spazio necessario e` poco, ma a quanto mi ricordo lo spazio disponibile e` veramente quasi nullo nel g36. comunque fino ad ora non ho messo mosfet in nessuna altra replica. contavo di farlo nello steyr che ha spazio da vendere.

Wolfy
27/09/2008, 13:46
ok grazie

Sickboy
28/09/2008, 03:04
chi ne farebbe uno per p90 per me (totalmente incompetente nella parte elettrica) ?
ovviamente pago profumatamente....

RemusTheLucifer
09/10/2009, 20:25
io sto per mettermi a fare questo maledetto mosfet ab ho un p90 ma purtroppo nn so perchè le immagini di questo topic le vedo iper sgranate e se ci clicco me le fa vedere mignon quindi chiedo umilmente se qualcuno che ce le ha più comprensibili se mi manda un pm che gli do la mia mail così me le invia grazie!

agors
12/10/2009, 16:08
clicca sulla immagine e elimina ".th" dall'url, cosi' le vedi grandi!
ad ogni modo è un semplice circuito mosfet, lo trovi anche in guide in tech center;)