PDA

Visualizza la versione completa : [DEBRIEFING] Giornata di prova sistema x-tag



maxilsk
14/04/2015, 11:32
ARGH!!!! dopo aver scritto un papiro, ed aver perso tutto perchè mi era scaduto il login, vedrò di essere più succinto :D (tanto lo sò che non ci riesco)

Parto con i ringraziamenti, così non devo farlo dopo, allo staff di x-tag, abbiamo passato una bella mattinata in compagnia di gente simpatica e disponibile, ed abbiamo anche fatto 4 chiacchiere su passioni in comune e altro! :)


andando a quel che riguarda la prova del sistema, devo dire che siamo rimasti positivamente sorpresi...

-FASCIO STRETTO VS FASCIO LARGO?!?-
Per chi segue questa sezione del forum, forse avrà notato che personalmente sono stato sempre un sostenitore del "fascio stretto"...
Domenica ho avuto modo di poter tornare sui miei passi utilizzando un sistema direttamente in campo da gioco...
Le prove sono state fatte con proiettori standard (quello di x-tag a forma di spegnifiamma) e devo dire che bypassando centimetri, angoli, seno e coseno, ma parlando semplicemente di tiro e mira, posso dire che il gioco era fluido e per niente "deformato"...se mettevi un colpo in sagoma, l'elmetto dell'avversario si illuminava, altrimenti no...
ci son poche storie nel parlare di decimentri e metri, sia con l'ausilio di dot, che ottiche, o addirittura con tacche di mira, non abbiamo mai avuto la sensazione di sparare fuori sagoma e colpire ugualmente l'avversario...tutt'altro...se lo mancavi anche di poco, semplicemente non lo colpivi!
Per onor di cronaca devo dire anche che il buon Riccardo mi ha portato un emettitore a fascio stretto, visto che gli ho rotto per bene le scatole nel tempo...
Si, le prove a tiro statico erano veramente fighe...distanza circa 80metri, visuale libera su una strada sterrata dritta, senza impedimenti, ed al centro una croce/bersaglio con sensori e led ogni 20cm...con emettitore normale si illuminavano 3/4 sensori, alle volte anche 5 ... con l'emettitore a fascio stretto si riusciva ad illuminare il singolo sensore, uno ad uno...e anche puntando al centro tra un sensore ed un'altro, era difficile farne illuminare due alla volta...si, erano soddisfazioni nel tiro statico...ma poi, in una "prova pratica", un giocatore con elmetto si muoveva avanti ed indietro, da un lato all'altro della stradina (circa 3 metri di larghezza)...
Nonostante la visuale libera, nonostante la prevedibilità dei movimenti in un'area così ristretta, 9 colpi su 10 di quelli sparati con l'emettitore laser sono andati come colpi di striscio, anche se nell'ottica il bersaglio sembrava sempre al centro del reticolo...
Vi lascio immaginare se questa stessa scena fosse stata fatta nel bosco, con una posizione del tiratore non propriamente comoda, e con un avversario che non fa avanti ed indietro su una strada libera, ma si muove cercando di fare il possibile per non essere beccato...
In conclusione, il fascio dell'emettitore standard è ottimo, e non perchè sufficientemente "grezzo" da riuscire a beccare con facilità, ci vuole comunque mira e precisione...nel club siamo abituati a sparare quasi sempre in singolo, e con caricatori da 30rnd anche quando giochiamo a softair, quindi cerchiamo sempre il colpo mirato, e non il "seguo la scia"....


-VEGETAZIONE E CESPUGLI-
Altro fattore valutato è stato il discorso fogliame/cespugli...ed anche qui devo dire che il sistema funziona più che egregiamente...in molte situazioni, dove un pallino o una raffica di pallini non sarebbero mai andati a segno (e non parlo di distanza, ma di deviazioni da vegetazione, e lentezza di arrivo del colpo), con questo sistema si riusciva a taggare regolarmente...
La regola generale che abbiamo tenuto per gli ingaggi in quelle partitine è stata: "se lo vedi, puoi beccarlo", ed effettivamente così era...
ovviamente in questo esempio prendo in considerazione solo i tiri sotto i 40/50metri...in quanto quelli oltre questa distanza, è evidente che una normale replica softair non avrebbe alcun effetto...


-ACCESSORI e FEATURES-
Gli accessori sono stati la ciliegina sulla torta...dal lanciafiamme, il cui portatore, se viene eliminato, ha il rischio di esplodere, coinvolgendo nell'eliminazione anche eventuali compagni nei paraggi, alla granata, impostabile come frammentazione, stordente o incendiaria...addirittura aumentando tempo di innesco e raggio d'azione, può essere usata non solo come utile accessorio personale, ma anche come vero e proprio strumento per le modalità di gioco, come ad esempio una squadra che deve piazzare l'esplosivo su un punto sensibile, per poi lasciare in fretta l'area, perchè dopo 10/15minuti l'esplosione coprirà 50/60metri!
O ancora il surriscaldamento canna, un conto è vederlo nel video su youtube, ma che soddisfazione sentire la minimi sparare a raffica continua, e vedere che più passa il tempo, più va a rallentare la raffica, fino proprio a fermarsi, costringendo il giocatore ad aspettare un tempo per il raffreddamento prima di poter tornare a premere il dito sul grilletto...
oppure gli strumenti online per configurare le partite con obj preimpostati ed eventi cadenzati...se in una situazione ad obj unico centrale, c'è il rischio che una squadra si metta in difesa statica, rendendo quasi impossibile un cambio di situazione, basterà organizzare la partita, mettendo degli attacchi di mortaio a determinati orari prestabiliti, così anche i difensori saranno necessariamente costretti a lasciare l'area da difendere per qualche minuto, dando quindi un po' di possibilità agli avversari!


-CONSIDERAZIONI FINALI-
Posso paragonare questo sistema solo a Simgun e Lacs, in quanto ho provato solo questi...devo dire che per opinione mia personale, reputo ancora il simgun superiore, ma x-tag si difende più che egregiamente, prendendo il secondo gradino del podio per veramente pochissimo...questo però considerando solo il singolo sistema...
Se a questo ci aggiungiamo però tutta la struttura che ci sta dietro (accessori, applicazioni per smartphone, piattaforma per configurare le partite, ecc.ecc.) il tutto fa un bel balzo in avanti...
Se poi anche questo non bastasse, il costo risulta mooolto più accessibile...sono sincero, all'epoca avrei speso volentieri i 1000/1100 euro per il sistema simgun, ma il problema era proprio che non tutti volevano/potevano giustamente fare un investimento del genere per un sistema che a conti fatti, non sappiamo quanto useremo (e questo è più che normale...anche pensando al tradizionale softair, la prima replica credo sia stata cinese per tutti...poi con il tempo, quando si vede che la passione non va a calare, ma rimane, allora ci si investe qualcosa in più)....
Ovviamente avere cifre più appetibili, attorno ai 350 per un kit iniziale (anche meno per le versioni più scarne), rende il sistema più alla portata...e questo non vuol dire semplicemente più risparmio per il singolo, ma anche maggior probabilità di tirar su un buon numero di giocatori interessati...

Detto tutto questo, la mia considerazione, e quella dei miei compagni che l'hanno provato, è totalmente positiva, e personalmente spero che a breve possa sfociare con la creazione di un gruppo x-tag!