PDA

Visualizza la versione completa : [HELP] Domanda ai commercialisti...



nutellino81
28/08/2012, 10:32
Salve gente avrei da porre un quesito a coloro che si intendono di materia ragionieristica essendone ignorante....

Alcuni amici hanno un club registrato regolarmente nel 2002 con p.iva/Cf come associazione sportiva dilettantistica e affiliato allo Csen....

Non hanno mai fatto alcun modello all'agenzia dell'entrate in questi anni in quanto non hanno mai avuto entrate/uscite infatti quello che spendevano per l'affiliazione lo dividevano direttamente per il numero che erano....

Ai fini legali (e di tasse) devono fare qualcosa oppure va bene proseguire cosi?
Il mio dubbio onestamente è relativo alla dichairazione dei redditi (o come si chiama) relativa alla partita iva che hanno....devono fare qualcosa se pur in ritardo pagando l'ammenda oppure la partita iva è decaduta dopo i famosi 3 anni di non presentazione di documentazione?

Chiedo scusa per il discorso tortuoso ma sono abbastanza ignorante in materia:) grazie

Lex.
30/08/2012, 14:50
Avrebbero comunque dovuto, dal momento in cui ci sono state delle entrate, presentare la relativa dichiarazione dei redditi, anche se alla fine avevano lo zero.

Consiglio andate da un commercialista e regolarizzate il tutto quanto prima, nulla di preoccupante, però va fatto.

GLOCK
31/08/2012, 10:15
Ciao Lex, sei sicuro che l'ASD debba presentare comunque la dichiarazione dei redditi?

zerosoft
01/09/2012, 11:19
Da non commercialista rispondo con certezza che una ASD NON deve presentare dichiarazione dei redditi
La figura di associazione sportiva dilentantistica esclude che la stessa abbia fonti di reddito, le quote di iscrizione non vengono considerate tali.
L'argomento più volte dibattuto in merito alla partecipazione di terzi non soci previo pagamento di somme di denaro è stato ampiamente dibattuto ed è sicuramente riconducibile ad attività lucrativa esclusa pertanto dalle ASD

Nel momento in cui l'ASD abbia fonti di reddito, per quanto a fine esercizio, chiuda il bilancio in pareggio o in perdita decade dallo status costitutivo e deve essere trasfomata in società, sotto le varie forme, in quanto impresa economica.
Eventuali controlli, recentemente intensificati, da parte dell'Agenzia delle Entrate nei confronti di ASD hanno infatti evidenziato molte irregolarità in tal senso, qualcuna voluta altre dovute a scarsa conoscenza.
Il problema che le sanzioni sono appplicate in entrambi i casi e sotto certi aspetti con maggiore peso verso quegli episodi non di fonte voluta, proprio perchè non preventivamente preparati ad eventuali controlli (in genere chi agisce di proposito irregolamente sa già in cosa incorre e conosce le eventuali scappatoie). Ricordo, frase nota a chi ha nozioni di diritto che la legge non ammette ignoranza
Ho già avuto modo di ricordare che costituire un'ASD non è come una compagnia del bar, vi sono obblighi ben precisi e serie responsabilità
Consiglio sempre pertanto, a fronte di problematiche amministrative, di non fermarvi ai nostri commenti su SAM per quanto spesso già esaustivi ma rivolgervi direttamente ad un commercialista sufficientemente preparato in tema

Hammelgeneral
01/09/2012, 12:41
scusami ma se il club avesse entrate tipo sponsor come funziona? figurano come entrata extra e quindi c'è da fare la dichiarazione dei redditi? cmq sono d'accordo sul fatto che visti i dubbi e le problematiche in questo campo meglio affidarsi ad un commercialista che gestisce questo tipo di associazioni

(sorry ma sono ignorante in materia quindi magari scrivo cavolate:) )

bombardiere
01/09/2012, 18:09
scusami ma se il club avesse entrate tipo sponsor come funziona? figurano come entrata extra e quindi c'è da fare la dichiarazione dei redditi? cmq sono d'accordo sul fatto che visti i dubbi e le problematiche in questo campo meglio affidarsi ad un commercialista che gestisce questo tipo di associazioni

(sorry ma sono ignorante in materia quindi magari scrivo cavolate:) )
se non erro deve essere una donazione , ma non un pagamento per qualsiasi ragione

erduca
02/09/2012, 11:22
Non vorrei dire castonerie, ma su questo forum dovrebbe esserci l'ultima legge che ci riguarda (Finanziaria di non mi ricordo che anno :D ) l'ASD non deve chiudere in pareggio a fine anno, può anche chiudere in positivo, ma le somme restanti devono essere mantenute nell'ASD per l'anno successivo, non si possono, cioè distribuire gli utili tra i soci (quello sarebbe scopo di lucro), ma le somme "guadagnate" dall'ASD devo essere reinvestite nell'ASD stessa per attività sociali o l'acquisto di beni sociali.
Inoltre le ASD proprio per la loro natura non sono obbligate a tenere i registri contabili (anche se è fortemente consigliato), ma devono tenere il libro soci, il libro delle assemblee e qualche altra cosa che ora non ricordo.

Dionisio
02/09/2012, 13:16
tralasciando i discorsi sui libri sociali etc che sono gia ampiamente spiegati nei post in evidenza di questa sezione, la prima cosa da appurare è se all'atto della costituzione è stata veramente richiesta la partita iva oppure solo il codice fiscale: il numero è normalmente lo stesso ma i modelli per richiederlo differiscono.
Il codice fiscale lo dobbiamo avere tutti e normalmente si richiede quello e basta.
Indaga e facci sapere, cosi alla luce di dati certi vediamo cosa si può fare.

:)

erduca
02/09/2012, 15:39
Si, infatti, solitamente le ASD hanno solo il CF, la PIVA va richiesta appositamente e solitamente serve se si vuole far commercio, vendere, comprare...

nutellino81
02/09/2012, 16:09
All'ASD della quale sto parlando ha codice fiscale/partita iva...stesso numero

Mi dicono i fondatori che nel 2002 quando l'hanno fondata ti davano entrambi d'ufficio

Dionisio
03/09/2012, 00:21
quello che dici è impossibile; se mi mandi pm con il numero controllo e ti faccio sapere.

:)

erduca
03/09/2012, 09:25
quello che dici è impossibile; se mi mandi pm con il numero controllo e ti faccio sapere.

:)

Si, infatti, probabilmente si confondono con il CF!

nutellino81
03/09/2012, 09:31
ignorante in materia ok ma leggere ancora ci riesco...e se c'è scritto P. iva/C.F e poi il numero per quanto mi riguarda è quello

non l'ho letto su un sito oppure un volantino ma bensì sul modello di iscrizione dell'ASD timbrato dall'ufficio competente

Una cosa che puo aiutare è il fatto che sopra i dati c'è una riga con scritto "volume di affari presunto" e c'è stato messo 5000€

erduca
03/09/2012, 10:42
Bhe allora mi sa proprio che è stata chiesta la P. IVA!
E se è stata chiesta ed ottenuta allora si, bisogna fare la dichiarazione dei redditi annuale e tenere tutti i registri contabili a posto.
Però scusami la domanda, che bisogno c'era della P. IVA?

nutellino81
03/09/2012, 11:24
Probabilmente anni fa era diversa la cosa non so......boh...però avendo la p.iva 0190...... sicuramente qualche obbligo in materia di dichiarazioni mi sembrava ci volesse per quello chiedevo....cmq nei prox giorni faccio una scappata da un commercialista almeno mettiamo apposto quello che c'è da sistemare

erduca
03/09/2012, 11:45
Probabilmente anni fa era diversa la cosa non so......boh...però avendo la p.iva 0190...... sicuramente qualche obbligo in materia di dichiarazioni mi sembrava ci volesse per quello chiedevo....cmq nei prox giorni faccio una scappata da un commercialista almeno mettiamo apposto quello che c'è da sistemare

Si si c'è l'obbligo! Ti consiglio fortemente di andare da un commercialista per mettere in ordine la situazione passata e futura. Inoltre prenderei in considerazione la chiusura della P. IVA che per una ASD comporta più problemi che soluzioni ;)

Hammelgeneral
03/09/2012, 12:06
ma se non si presenta denuncia per 3 anni non decade la p.iva?

Lex.
03/09/2012, 17:02
Bisogna definire la differenza tra "entrate" (tutti i soldi che entrano)e "quote assocviative" (soldi che entrano e che, normalmente, devono pareggiare le spese), se la società ha movimenti contabili che a fine esercizio danno utile, anche solo di pochi euro, hanno l'obbligo di dichiarare al Fisco.

Poi ognuno a casa sua fa quello che vuole.

Fernando Iaia
25/09/2012, 12:14
no la prtita iva resta comuqnue attiva fino a quando il soggetto non ne comunica la cessazione! per quanto riguarda il modello unico società di persone (dichiarazione dei redditi) va fatto nel momento in cui l'ASD ha redditi da dichiarare, nel caso specifico la spartizione di utili ai vari componenti della "società" o ASD costituisce reddito per l'asd stessa in quanto presuppone una precedente entrata monetaria e quindi una successiva uscita monetaria nella spartizione degli utili; per l'associato poi che riceve questo utile deve a sua volta dichiararlo nel suo unico persone fisiche che va ad aggiungersi al suo normale reddito da lavoro dipendente o quant'altro.
Tutto questo naturalmente si viene a creare se ci sono elementi giustificativi di reddito. Mi spiego meglio! Se queste somme che i soci si sono spartiti derivano da un cestino di vimini su cui vi è scritto fate le vostre donazioni/offerte o roba simile non occorre fare nulla, se i redditi derivano da opere di compravendita, riparazione, organizzazione etc etc le devi dichiarare al fisco. es. l'asd decide di fare le magliette con logo dell'asd e nome di ogni singolo componente, l'asd chiede ad ogni associato 10 euro per sostenere il costo della maglietta, bene questa operazione deve essere dichiarata al fisco.
Spero di essere stato utile

Mene
27/09/2012, 21:24
La risposta alla prima domanda è decisamente NO! A meno che l'ASD in questione svolga attività prettamente commerciali atte a generare reddito allora in quel caso l'ASD sarebbe soggetta al pagamento delle imposte, ma dubito fortemente sia il tuo caso. Ti consiglio di prenderti una bella ora di tempo e leggerti con calma questo documento (http://www.assofisco.it/Asso_Web/Novita/SOCIETA_SPORTIVE_NUOVI_ARTICOLI/Guida%20agli%20adempimenti%20fiscali%20e%20tributa ri.pdf) c'è tutto quello che bisogna sapere sugli adempimenti tributari di una asd (vale un po' per tutti ;))


nel caso specifico la spartizione di utili ai vari componenti della "società" o ASD costituisce reddito per l'asd stessa in quanto presuppone una precedente entrata monetaria e quindi una successiva uscita monetaria nella spartizione degli utili;

Le ASD non possono dividere gli utili come i dividendi di una S.p.A. Infatti a norma del D.lgs 460/97 all'interno dello statuto dell'ASD stessa dev'essere obbligatoriamente sancito il principio di non distribuibilità degli utili derivanti da qualsiasi avanzo di bilancio dell'associazione stessa.


es. l'asd decide di fare le magliette con logo dell'asd e nome di ogni singolo componente, l'asd chiede ad ogni associato 10 euro per sostenere il costo della maglietta, bene questa operazione deve essere dichiarata al fisco.

Anche questo esempio è errato in quanto questa circolare del Ministero delle Finanze (n. 43 E dell’8 marzo 2000 (http://www.finanzaefisco.it/agenziaentrate/circolari_e_risoluzioni/CIR43-00.PDF)) al cap.1 recita:

[...] i proventi che non concorrono a formare il reddito delle associazioni sportive dilettantistiche sono i seguenti:
a) proventi conseguiti nello svolgimento di attività commerciali connesse con gli scopi istituzionali. La connessione con gli scopi istituzionali comporta che le attività commerciali debbano essere strutturalmente
funzionali alla manifestazione sportiva e rese in concomitanza con lo svolgimento della medesima;
b) proventi conseguiti a seguito di raccolte di fondi effettuate con qualsivoglia modalità.


A titolo esemplificativo possono annoverarsi fra gli anzidetti proventi quelli derivanti dalla somministrazione di alimenti e bevande, dalla vendita di materiali sportivi, di gadgets pubblicitari, dalle sponsorizzazioni, dalle cene sociali, dalle lotterie ecc. Le raccolte di fondi possono realizzarsi anche attraverso la vendita di beni e servizi resi a fronte di offerte non commisurate al valore del bene venduto o del servizio prestato.

Il consiglio in generale comunque è sempre quello di rivolgersi a persone competenti anche se invece che pagare un commercialista che di solito non tratta ASD ma attività commerciali che hanno tutt'altra legislazione. Piuttosto andare ad un qualsiasi sportello dell'Agenzia delle Entrate dove troverete tutte le informazioni che vi servono per lo più aggratis.