PDA

Visualizza la versione completa : Caricare li-po, quali parametri?



Lova J.
18/02/2011, 20:25
Salve a tutti! Ho usato tutto il pomeriggio il tasto cerca, ma ho le idee piuttosto confuse, e dato la fragilità e la sicurezza che necessità l' operazione, spero proprio che mi perdoniate se apro un post! :D Ho bisogno di testare il mio nuovo imax b6 per finire la recensione che ho iniziato sul prodotto, tuttavia essendo alla prima esperienza con le lipo, mi trovo molto, ma molto preoccupato nell' impostare parametri sbagliati! Quindi vi chiedo gentilmente assistenza....

La batteria in questione è una 1200mah 11,1v 20 c

Leggendo questa guida http://www.simplyflying.it/files/manuale_sfb6.pdf a pagina 4 in cima in fondo è consigliato che Tipicamente la corrente
standard di carica è pari a 1/10 della capacità nominale della batteria (es.: 1/10C). Quindi se volessi utilizzare questo carica batterie per caricare una ni-mh da 2000 mah dovrei utilizzare una carica di 0.2 A (dato confermatomi dal fatto che su ogni cella della batteria c' è scritto proprio questo valore come valore di carica consigliato!).

Tuttava a pagina 4 viene consigliato che La corrente di carica varia in accordo alla capacità della batteria, tipicamente, per una lunga vita delle batterie, e consigliabile utilizzare una corrente di carica uguale alla capacità nominale diviso 2 ( C/2 ) quindi con la batteria in questione 1200 mah, la carica da utilizzare dovrebbe essere 0.6A oppure 0.12 (approsimandolo a 0.2)A?

Inoltre nella terza immagine in basso a destra, il numero 00682 dovrebbe rappresentare quanto è carica la batteria....ma quindi quando dovrebbe essere carica quanto dovrebbe essere fisualizzato?

http://img819.imageshack.us/img819/5919/immaginerr.jpg

Inoltre, indcativamente, quanto tempo dovrebbe essere necessario per ricaricarla con il bilanciatore? Grazie in antcipo per tutte le risposte

rostanika
18/02/2011, 23:17
continuiamo su questo topic o su quello dell'imax?

Lova J.
18/02/2011, 23:30
Credo che questo sia molto più mirato sull' argomento, quindi cortesemente, continuiamo qui :)

rostanika
18/02/2011, 23:39
allora...
per caricare le Ni-MH, visto che hai anche scritto la corrente di carica ottimale, usa quella
imposta per sicurezza il cut-off uguale alla capacità della batteria e starai tranquillo

per le lipo, la loro carica può essere effettuata anche a 2C (dove le batterie riportano la possibilità di farlo, lo trovi scritto su di esse, solitamente)
generalmente 1C va bene, ci impiega 1 ora a caricarle da scariche
imposta anche qui il cut-off uguale alla capacità della batteria e vai tranquillo
per caricarle bilanciandole ti consiglio di usare una corrente di circa 1/5 C, im modo che le celle abbiano il tempo per EQUIcosarsi (cazz...non mi viene il termine giusto)

il numero in basso a destra è proprio la capacità della batteria
per le lipo penso che raramente arriverà alla capacità nominale, per il semplice fatto che raramente arriverai a scaricarle completamente
per le Ni-MH invece, scaricale ogni tanto fino ad avere 1V per cella e ricaricandole potrai anche ottenere un valore più alto della capacità nominale

ah...per i tempi di carica...
se carichi una lipo da zero ad 1C ci metterai 1 ora
a 2 C mezz'ora
a 0.5 C due ore

lo stesso per le Ni-MH

Lova J.
18/02/2011, 23:52
Scusa, io penso di aver capito cosa intend per 1C ma te lo chiedo per conferma e per chi non lo avesse capito e lo leggerà in futuro: per 1C intendi capacità della batteria? In questo caso 1200mah? Quindi caricherò la lipo a 1/5 C, cioè 1200/5=240 ma approsimato farò 200 ma (sicurrezza che non guasta mai a discapito del tempo! ;) ) Per il cut-off ok. Per quanto riguarda il dealta peak (o ni-mh sensivity) cosa mi consigli con la batteria che ho riportato sopra? Grazie mille, già per lo sbattimento nella risposta ti meriti rep + :)

rostanika
18/02/2011, 23:59
hai capito giusto ;)
C è la capacità della batteria
la lipo basta che la carichi a 200 mA una volta ogni 4-5 utilizzi facendo la carica bilanciata, poi puoi caricarla anche a 1C, io per sicurezza lo faccio sempre visto che ci mette solo 5 ore...

per il delta peak sono dell'idea, nel tuo caso, che caricando la batteria a circa 1/10 C è meglio che imposti il cut-off e te ne freghi del delta peak (che interviene per correnti un po' maggiori del tuo caso)

masrer
19/02/2011, 00:07
caricala al valore di c consigliato, le nimh sempre a 0,1C, le lipo possono variare, per esempio la mia 7.4v 1800mah 20C ha una velocità di ricarica di 5C, cioè 9A, io la ricarico sempre in queste condizioni (bilanciato ovvio) e non ho problemi, 10-15 minuti ed è carica

Lova J.
19/02/2011, 01:08
Nella scarica invece devo impostare per la mia 9,6 V un valore di soglia tensione massima di scarica pari a 8 V dato che 1v*8= 8v :D Per le lipo invece il problema non persiste perchè non devo scaricarle....Comunque mi sa che le caricherò a 1/5 C di velocità, non voglio assolutamente rischiare, andiamo scalli :D

maxlv650
19/02/2011, 01:31
Allora, andiamo con ordine:


Leggendo questa guida http://www.simplyflying.it/files/manuale_sfb6.pdf a pagina 4 in cima in fondo è consigliato che Tipicamente la corrente
standard di carica è pari a 1/10 della capacità nominale della batteria (es.: 1/10C).
Questo pezzo e' riferito alle Ni-Mh e alle Ni-Cd


Tuttava a pagina 4 viene consigliato che La corrente di carica varia in accordo alla capacità della batteria, tipicamente, per una lunga vita delle batterie, e consigliabile utilizzare una corrente di carica uguale alla capacità nominale diviso 2 ( C/2 )
Questo pezzo e' riferito alle Li-Po


La batteria in questione è una 1200mah 11,1v 20 c

quindi con la batteria in questione 1200 mah, la carica da utilizzare dovrebbe essere 0.6A oppure 0.12 (approsimandolo a 0.2)A?
E' una Li-Po quindi 0,6A, sempre che sulla batteria non venga riportata una corrente di carica maggiore, come e' facile che sia.


Inoltre nella terza immagine in basso a destra, il numero 00682 dovrebbe rappresentare quanto è carica la batteria....ma quindi quando dovrebbe essere carica quanto dovrebbe essere visualizzato?
http://img819.imageshack.us/img819/5919/immaginerr.jpg
Quel numero non indica quanto e' carica la batteria bensi' quanti mA il caricabatteria ha "iniettato" nella batteria dall'inizio della carica: se si parte da una batteria completamente scarica al termine del processo dovrebbe indicare un numero molto prossimo alla capacita' della batteria, partendo invece da una batteria semi-carica (diciamo al 50%) il valore finale sara' circa la meta' della capacita' della batteria ecc ecc


Inoltre, indcativamente, quanto tempo dovrebbe essere necessario per ricaricarla con il bilanciatore? Grazie in antcipo per tutte le risposte
Indicativamente dipende sa stai caricando una batteria completamente scarica o no. Ipotizzando il primo caso vale, circa, quanto detto da Rostanika:

ah...per i tempi di carica...
se carichi una lipo da zero ad 1C ci metterai 1 ora
a 2 C mezz'ora
a 0.5 C due ore

lo stesso per le Ni-MH
Ho detto circa perche' in realta' non sta tenendo conto della parte di corrente di carica che viene dissipata in calore anziche' essere immagazzinata, ma di cui il caricabatterie tiene conto allungando il tempo di carica, ma sono finezze.

Tieni presente le seguenti cose:
Per Ni-Mh e Ni-Cd il termine della carica viene rilevato dal caricabatterie tramite il Delta Peak, che e' in pratica un picco di tensione nella curva di carica che si verifica al termine della stessa
http://www.electro-tech-online.com/attachments/electronic-projects-design-ideas-reviews/34333d1255375186-converting-computer-speakers-portable-battery-powered-ipod-speakers-ni-mh-charge.png
Come puoi vedere maggiore e' la corrente di carica piu' e' pronunciato il picco, ecco perche' con basse correnti di carica il Delta Peak non interviene e quindi ci viene in aiuto il Capacity Cut Off onde evitare cariche infinite, personalmente lo setto sempre al 110% della capacita' della batteria facendo, con le Ni-Mh, il ciclo di scarica/carica.

Per le Li-xx il termine della carica e' determinato dal voltaggio della batteria, ecco perche' e' cosi' importante settare correttamente il tipo di batteria (LiPo/LiFe/LiIo) ed il numero di celle che la compongono, in quanto questi dati saranno utilizzati dal caricabatterie per determinare il corretto Voltaggio di fine carica, non per niente:

L'errata impostazione di questo parametro può causare l'esplosione del pacco batteria.

Se la tensione finale eccede dell'1% il valore massimo, c'è rischio di esplosione.
Si evince quindi che il settaggio di Delta Peak e Capacity Cut Off non ha alcun senso per le Li-xx ed infatti il nostro caricabatterie non li considera per questo tipo di carica.

Per quanto riguarda la carica bilanciata delle Li-Po:
collega la batteria ai normali morsetti di collegamento e con il cavo di bilanciamento all'apposito connettore sul fianco dell'Imax
imposta la corrente di carica normalmente ai C indicati sulla batteria, il programma si preoccupera' di caricare la batteria fino ad un certo livello per poi abbassare la corrente (mi sembra a 300mA) e terminare la carica una cella alla volta portando le singole celle alla stessa tensione.

Lova J.
19/02/2011, 02:06
Mamma mia grazie pure a te! Rep + pure per te! Proverò a caricare una volta a C/2 e poi una volta a C/5! Inoltre tu usi il safety timer? Quello in teoria viene utilizzato dal carica batterie pure per lel lipo, e facendo due cacoli con una carica di C/2 dovrei caricarlo in 2 ore e quindi impostarlo a 2 ore +30% cioè un totale di 160 minuti almeno! Inoltre quindi tu per il Delta Peak che valore utilizzeresti per la mia ni-mh?




collega la batteria ai normali morsetti di collegamento e con il cavo di bilanciamento all'apposito connettore sul fianco dell'Imax
imposta la corrente di carica normalmente ai C indicati sulla batteria, il programma si preoccupera' di caricare la batteria fino ad un certo livello per poi abbassare la corrente (mi sembra a 300mA) e terminare la carica una cella alla volta portando le singole celle alla stessa tensione.

Cosa intendi nella parte in grassetto che ho messo? Devo mettere una corrente di C/2 come detto finora, no? :D

maxlv650
19/02/2011, 02:20
Grazie per la rep :)
Il safety timer non lo uso mai; ricordati che per le Li-Po, in virtu' del fatto che e' la tensione a determinare la fine della carica e che non le caricherai mai da scariche il timer non ha molto senso.
Per il Delta Peak uso sempre i valori di default del caricabatterie.
Per la parte in grassetto intendo di usare la corrente di carica indicata sulla batteria, in mancanza di indicazioni usa C/2.
Dimenticavo: quando calcoli C/x arrotonda per eccesso e non per difetto

Quindi caricherò la lipo a 1/5 C, cioè 1200/5=240 ma approsimato farò 200 ma
Sarebbe bello se riuscissi a mettere le foto delle etichette delle batterie, sia la Li-Po che la Ni-Mh, cosi' vediamo se c'e' qualche dato interessante che ci puo' servire.

Lova J.
19/02/2011, 02:40
Certo faro sicuramente così! Domani faccio tutto, promesso ;)

picchio65
19/02/2011, 09:59
L'Imax o i suoi cloni effettuano l'equalizzazione di carica, ovviamente se fate quella, indifferentemente dall'amperaggio impostato per la carica.
Le mie li-po, di diverse marche, sono due anni che le carico così; se devo caricare una 11,1 1600 mAh, imposto il carica a 11,1 ed amperaggio 1,4 (che sta per 1400 mAh).
In pratica le faccio caricare tutte a circa 200 mAh meno della loro capacità!
Due mesi fa un compagno di club mi ha dato una fire-fox da ricaricare in quanto lui ha un carica di quelli "scrauti" da 20 Euro: come sempre ho messo la carica equalizzata, un 200 mAh meno della capacità e poi "start"; ci ha messo la bellezza di 6 ore per ricaricarla, arrivato ad un assorbimento di 0,2/ 0,3 Ah ha effettuato l'equalizzazione delle celle in automatico effettuando una ricarica ad intermittenza.

jackal21
19/02/2011, 11:02
Le lipo possono essere caricate a 1C,ma un po ne risentono,anche con cariche lente tipo c/2 o c/5 ne risentono (perdono un po,ma nulla di che), l'ottimo e' caricarle a un po meno di 1C,io per regolarmi ho verificato i carica batterie dei cellulari e le batterie dei cellulari a quanto sono,e per esempio il mio ha batteria da 950 mAh e il carica batterie e' a 800 mAh( e mi durano anni praticamente senza perdere capacita'), quindi a occhio le mie lipo da 1200,1300 e 1600 le carico tutte a 1000 mah, e prima di metterle via tra una giocata e l'altra le scarico tutte a 3,8v per cella come ho letto in rete di modo che la chimica della cella si stabilizzi (nn so cosa C... voglia dire,ma ora spiego perche' lo faccio) perche' se la si mette via completamente carica si rischia che a lungo andare la lipo si gonfi e quindi poi sia da buttare (capitato a me e ad altri in rete,la soluzione pare essere quella di scaricare a 3,8v per cella,infatti da quando lo faccio nn mi si son gonfiate altre lipo....o anche meno di 3,8v per cella,basta che nn sia oltre i 3,8v per cella,quindi un voltaggio di 7,6v o inferiore per le 7,4v che di solito a pieno voltaggio sono a 8,4v e un voltaggio di 11,4v o inferiore per le 11,1v che a pieno voltaggio sono a 12,6v), quando le vado a caricare ci metto circa 30-40 minuti per le 1200 e 1300 mah portandole a quel voltaggio, quindi le carico direttamente la mattina prima di andare a giocare,mentre le 1600 le carico il giorno prima di solito.
ciao

Lova J.
19/02/2011, 11:45
Le lipo possono essere caricate a 1C,ma un po ne risentono,anche con cariche lente tipo c/2 o c/5 ne risentono (perdono un po,ma nulla di che), l'ottimo e' caricarle a un po meno di 1C,io per regolarmi ho verificato i carica batterie dei cellulari e le batterie dei cellulari a quanto sono,e per esempio il mio ha batteria da 950 mAh e il carica batterie e' a 800 mAh( e mi durano anni praticamente senza perdere capacita'), quindi a occhio le mie lipo da 1200,1300 e 1600 le carico tutte a 1000 mah, e prima di metterle via tra una giocata e l'altra le scarico tutte a 3,8v per cella come ho letto in rete di modo che la chimica della cella si stabilizzi (nn so cosa C... voglia dire,ma ora spiego perche' lo faccio) perche' se la si mette via completamente carica si rischia che a lungo andare la lipo si gonfi e quindi poi sia da buttare (capitato a me e ad altri in rete,la soluzione pare essere quella di scaricare a 3,8v per cella,infatti da quando lo faccio nn mi si son gonfiate altre lipo....o anche meno di 3,8v per cella,basta che nn sia oltre i 3,8v per cella,quindi un voltaggio di 7,6v o inferiore per le 7,4v che di solito a pieno voltaggio sono a 8,4v e un voltaggio di 11,4v o inferiore per le 11,1v che a pieno voltaggio sono a 12,6v), quando le vado a caricare ci metto circa 30-40 minuti per le 1200 e 1300 mah portandole a quel voltaggio, quindi le carico direttamente la mattina prima di andare a giocare,mentre le 1600 le carico il giorno prima di solito.
ciao


Allora il tuo ragionamento sullo scaricare le batterie può essere molto interessante, dato che non è mai stato dimostrato "scentificamente" che le batterie lipo non debbano essere scaricate per aver vita più lunga....io penso che i negozianti si raccomandino per due ragioni di non scaricarle:


Perchè con molti scarica batterie non avresti la possibilità di impostare la tensione minima risultantequi ti voglio precisare che il voltaggio minimo consigliato è 2,5V per cella, quindi con una 7,4 da 2 celle, la carica minima devve essere 5 v (da quello che ho capito).
Perchè essenzialmente non soffrono di effetto memoria e quindi non ne hanno bisogno come per le ni-mh

Tuttavia seguendo il tuo ragionamento dovrebbe essere giusto scaricare anche le lipo, più per un fattore di sicurezza (gonfiore ecc) che per altro).

Comunque una correzione per il tuo esempio dei cellulari: dato che in chimica (perchè di chimica si sta parlando) non me ne intendo una mazza, non pretendo di fare il tuttologo, ma penso proprio che ad ogni batteria avvenga una reazione diversa, che non vale per le altre batterie. Quindi le ni-cd e ni-mh hanno una reazione chimica diversa che consente una carica consigliata pari ad C/10, le lipo è consigliata a C/2 o C/5 (da appurare) e le batterie del cellulare a 3/4 C....ma se il carica batterie fa 3/4 C non vuol dire che lo possano fare anche le lipo :D....non so se mi sono spiegato ;)


Comunque eccovi qui la foto della ni-mh (la lipo tra poco dato che la batteria ce l' ha il mio compagno di club):

http://img16.imageshack.us/img16/8223/img0289bn.jpg


Per chi non riuscisse a leggere le scritte sono:

Typical capacity:2000mah
Standard Charge:200ma
Fast charge max:4000ma

La marca è VP

jackal21
19/02/2011, 13:58
....ma se il carica batterie fa 3/4 C non vuol dire che lo possano fare anche le lipo :D....non so se mi sono spiegato ;)







Le batterie dei cellulari come quelle dei pc portatili sono ai polimeri di litio come quelle usate nelle asg,o al limite li-ion che hanno gli stessi accorgimenti delle lipo (tempi di carica,c di carica,ecc) quindi se mi danno una batteria lipo con un certo amperaggio e mi danno un carica batterie per buono con quella batteria e tali batterie mi durano almeno 2-3 anni con cariche continue di 1-2 volte a settimana e dopo 2-3 anni praticamente tengono ancora come da nuove deduco che la corrente di carica sia giusta, quindi preferisco stare su valori analoghi anche per le altre ;-).

Le lipo POSSONO non essere scaricate, non e' che NON DEVONO essere scaricate,e' la differenza che molti non colgono (e sopratutto che usandola comunque si scarica,quindi se secondo queste persone la lipo NON DEVE essere scaricata allora non dovrebbero nemmeno usarla :-D ) ,il fatto e' che se usi una lipo fino ad arrivare sotto 3,8v per cella,ma comunque + di 3v per cella perche' spari molto (il minimo e' 2,8-3v per cella, al di sotto infatti i carica batterie seri ti danno "battery error"...quindi 2,5v per cella sei gia sotto la soglia minima) non ci sono problemi,la metti via e la ricarichi la domenica dopo senza problemi,non e' necessario che la scarichi tu, ma se la domenica spari 1 caricatore, la lipo e' a 4,1v per cella (il max e' sui 4,2v per cella) quindi praticamente carica e la metti via, a lungo andare puo' gonfiarsi,quindi in questo caso e' buona regola scaricarla un po fino alla soglia dei 3,8v per cella, e sopratutto mai caricarle e stoccarle...ovviamente.....sul forum del barone rosso (forum di modellismo) un tipo appunto diceva che lui prima di mettere via le lipo le caricava sempre,e un giorno e' andato a prenderle ed eran tutti dei palloni,stessa cosa successa a me....e' li che ho letto la storia dei 3,8v....e in effetti ho ricomprato le stesse batterie che mi si eran gonfiate (oltretutto era allucinante,perche' 3 batterie di 3 marche diverse, tutte gonfie lo stesso giorno, guardacaso le mettevo sempre via cariche quasi al massimo,l'unica che nn mi si era gonfiata era una che nn caricavo mai),e riponendole nella scatola sempre a 3,8v per cella o meno non mi si sono + gonfiate.
ciao

rostanika
19/02/2011, 14:18
infatti oltre ad avere la funzione SCARICA, gli IMAX e cloni hanno anche la funzione STORAGE per le lipo e lion e life, proprio per evitare i fenomeni di sputtanamento delle celle (se devono rimanere inattive per un certo periodo)

la tua batteria può essere caricata usando anche 4 A...in questo caso il delta peak funzionerà molto bene (tieni tra 5 e 10 mV), per sicurezza imposta il cutoff a 2200
ricordati che può essere che caricando con alto amperaggio da zero le batterie, queste alla fine possono darti un valore un po' più alto di carica introdotta, non preoccuparti...parte della carica viene dispersa sotto forma di calore ;)

Lova J.
20/02/2011, 17:52
Ragazzi ho una brutta notizia da darvi: ho la lipo del mio compagno di club da testare, ma non è come la mia ni-mh, cioè non ha dei valori consigliati di corrente per la ricarica. Consigliatemi comunque il valore di corrente che utilizzereste per ricaricare questa lipo (dato che è l' unico vero fattore importante da impostare).

Comunque, a voi le foto:

http://img513.imageshack.us/img513/4858/img1087j.jpg

http://img153.imageshack.us/img153/403/img1089v.jpg

jek_91
20/02/2011, 17:59
vai tranquillo a 0.6 o 1 A di carica....io le ricarico sempre cosi in modalità bilanciata! mai un problema ;) (ho l'imax b6)

Lova J.
20/02/2011, 19:30
vai tranquillo a 0.6 o 1 A di carica....io le ricarico sempre cosi in modalità bilanciata! mai un problema ;) (ho l'imax b6)

Perfetto! Grazie mille! A breve la recensione della prova con la lipo e nella prossima settimana l' edit con l' aggiiunta dell' ni-mh :)

Lova J.
20/02/2011, 22:55
Ragazzi ho iniziato la ricarica ma subito mi da che è a 11.85v e cresce sempre di più! quando è carica AL MASSIMO viene scritto no? c' è un messaggio sonoro o qualcosa del genere, giusto? A quanto si dovrebbe fermare all' incirca?

One
20/02/2011, 22:56
se il beep è su on suona altrimenti si ferma e stop

Lova J.
20/02/2011, 23:04
se il beep è su on suona altrimenti si ferma e stop
Ok grazie! Il beep è su on...comunque un paio di conferme!


ma comunque dovrebbe essere carica quasi al massimo, no? Se indica 11,85! Anz sul carica batterie c' è scritto di non caricarle se sono quasi totalmente cariche
che valore dovrebbe essere riportato perchè sia quasi scarica? Facendo un calcolo, circa un valore compreso tra 2,7 e 3 v per cella, giusto? quindi circa, facciamo tra 8, 5 e 9 v
Che valore MASSIMO dovrebbe raggiungere? in v dico eh, se continua a caricare e non fa il beep di fine carica, a che valore devo iniziare a preoccuparmi? Grazzie mille :)

jackal21
20/02/2011, 23:06
si ferma a circa 12,6v e si ferma da solo

---------- Post added at 22:06 ---------- Previous post was at 22:04 ----------

per scarica si puo' intendere quando sei a circa il valore di targa,cioe' 11,1v,cmq non ho mai verificato,fatto sta che scaricandole a 3,8v per cella a me i fucili sparano lo stesso, quind non e' scarica a tal punto di ritenersi completamente scarica,cmq non scaricarle mai sotto 3v per cella..
ciao

Lova J.
05/03/2011, 02:17
Grazie jackal.

Scusate ragazzi ma nessuno mi sa dire invece quanto deve essere la tensione per cella che devo mettere per la scarica delle ni-mh? Avevo letto 1 V per cella, quindi con una 9,6 dovrebbero essere 8 V, ma vorrei conferma da voi possibilmente!

rostanika
05/03/2011, 10:30
vai tranquillo, 1V per cella secondo le indicazioni più gettonate
l'importante è che non le fai scendere sotto i 0.7 V per cella

Lova J.
05/03/2011, 10:45
Perfetto, grazie mille!

Un' altra doamnda: l' imax b6 dà la possibilità di fare fino a 6 cicli di carica scarica con le batterie ni-cd ni-mh...ora: qual' è il vantaggio di farne 2 al posto di 1 e così via?

Ragazzi comunque ho finito di caricare la batteria da 11.1, segnando come pieno 12.6 v...ok tutto bene....il problema è che misurandolo al multimetro mi segna 11.53....è preoccupante questa differenza?

rostanika
05/03/2011, 14:28
beh...recuperare le batterie...può darsi di trovare batterie lasciate in disuso per anni...5 cicli di scarica-carica riesco a riattiverle meglio che 1 solo...

Lova J.
05/03/2011, 14:53
beh...recuperare le batterie...può darsi di trovare batterie lasciate in disuso per anni...5 cicli di scarica-carica riesco a riattiverle meglio che 1 solo...
capisco....

Invece per il valore di tensione a fine carica secondo te è normale?

Lova J.
16/03/2011, 13:56
Ragazzi per il valore in A di scarica quanto mi consigliate?

Inoltre ora ho iniziato il ciclo di scarica carica...ora è nella fase di scarica, e mi è andato da solo a 0.5 A, anche se non gli ho impostato niente, solo il numero di cicli! Nella modalità di solo scarica gli ho detto di fermarsi a 8 v e corrente di scarica 1A, non so se poi adesso sta facendo riferimento ad esso oppure è partito per la tanggente XD

picchio65
16/03/2011, 14:41
Se ti scarica 0,5 nonostante tu gli abbia impostato 1 sta a significare che il pacco batterie non è carico oppure c'è qualche cella fallata.
Comunque esiste anche google oltre al manuale molto esplicativo dell'imax, va bene che la pappa scodellata piace a tutti ma stai letteralmente "ingolfando" il forum con domande che puoi benissimo trovare risposta.

gato
16/03/2011, 18:41
io mi sono fatto prestare il manuale di istruzioni di un triton e li ho trovato tutti i parametri sia per le lipo che per le NiMH che nel manuale imax non c'erano.........

Lova J.
25/03/2011, 09:24
Rieccomi ragazzi! Ieri ho caricato due batterie con il mio imax b6...una mi segnava 10.56v a fine carica (lo so, è veramente poco, ma è anche una ciofeca :D), l' altra 11.57v circa...cariche confermate misurandole subito dopo con il multimetro! Stamattina, le rivado a misurare e vedo che la prima segna 9.95 circa e l' altra 10.57 :o:o:o ma è normale?

The_NightRider
25/03/2011, 10:20
Se stai usando delle 11,1v non è normale per niente,a massima carica dovresti andare oltre i 12v....

Lova J.
25/03/2011, 10:38
Se stai usando delle 11,1v non è normale per niente,a massima carica dovresti andare oltre i 12v....

Scusa mi sono dimenticato di omettere un piccolo particolare :D Sono due ni-mh 9.6 :)

maxlv650
25/03/2011, 10:41
Allora dovresti stare intorno agli 11,2V, di che marca sono?

Lova J.
25/03/2011, 11:36
Allora dovresti stare intorno agli 11,2V, di che marca sono?
Ma come??? Non dovrebbero arrivare a 12 v? E' riportato anche come valore ideale nella guida della misurazione delle nostre batterie!
Comunque una è una Vp e l' altra Ep! Ma più che altro la cosa che mi ha lasciato un pò sconcertato è il fatto che la loro tensione scenda da sola così velocemente! Ah a proposito ho provato a caricarla una da 8mv di delta peak e l' altra 10mv, in effetti con 10 mv si caricano di più, ma questa è un' altra faccenda!

maxlv650
25/03/2011, 15:40
Ma come??? Non dovrebbero arrivare a 12 v? E' riportato anche come valore ideale nella guida della misurazione delle nostre batterie!
Comunque una è una Vp e l' altra Ep! Ma più che altro la cosa che mi ha lasciato un pò sconcertato è il fatto che la loro tensione scenda da sola così velocemente! Ah a proposito ho provato a caricarla una da 8mv di delta peak e l' altra 10mv, in effetti con 10 mv si caricano di più, ma questa è un' altra faccenda!
Il valore di tensione a carica completata non e' di 1,5V a cella ma un po' meno, intorno a 1,45V scarso
?? Fa vedere
Assolutamente normale
Tanto per rendere meglio l'idea:
http://spank75.altervista.org/fig1.gif
Questa curva e' relativa ad un pacco da 10 celle, facendo le debite proporzioni ...

Lova J.
25/03/2011, 16:13
:o Wow grazie :)

Comunque eccoti la guida! http://www.softairmania.it/threads/167066-misurazioni-elettriche-sulle-nostre-asg-e-relative-problematiche-sulle-asg-elettriche

maxlv650
25/03/2011, 16:31
Se misuri la tensione della batteria appena staccata dal caricabatterie puo' darsi ti dia valori cosi' alti, ma poi la tensione scende, dapprima velocemente e poi sempre piu' lentamente, fino ad assestarsi ai valori che ti ho detto.

rostanika
25/03/2011, 19:35
dipende anche dalla corrente di carica

Lova J.
25/03/2011, 20:32
dipende anche dalla corrente di carica
c/10!

bombardiere
26/03/2011, 13:08
Salve , sono stato invitato a rispondere su questo topic molto interessante, vi dico la mia , oltre alla teoria che va bene da quello che ho letto in giro tra le tante risposte, bisogna anche vedere cosa succede nella pratica d'uso In particolare io per le lipo utilizzo un Multiplex Multicharger LN-3008 Equ , su questo caricabatteria universale si possono in teoria caricare tutti i tipi e modelli di batteria in commercio,per il bilanciamento ho acquistasto ben due adattatori differenti, su questo caricabatteria che abbisogna di un alimentatore esterno , è possibile variare la corrente di carica.
IL discorso delle carica delle batterie LIPO è complesso, dando per scontato che occorre un caricabatterie dedicato , qui la carica è totalmente gestita in maniera automatica , a parte il valore di corrente che si può variare , pertanto considerata sempre valida la regola del valore di carica in Ampere , e di caricare ad 1/10 del valore nominale in ampere della nostra batteria per le lipo a mio avviso non si deve prendere in considerazione il valore dei C(che serve ad indicare il valore di scarica della batteria,ovvero la sua bontà più è alto meglio è , sta ad dirci che più è alto più è bassa la resistenza interna della batteria) , ma quello nominale .Per esempio , se la nostra batteria lipo ha da 2000mA , la caricheremo a 200mA, poi sarà il nostro caricabatteria a gestire la carica, importante è usare il bilanciamento, altrimenti la nostra batteriaperderà le prestazioni.
Altra cosa da considerare sui caricabatteria automatici come il mio, non sono idonei a caricare le batterie NICD e NIH , anche se indicati nella possibilità di farlo, questo per mia esperienza, ovvero la batteria si carica , ma non ai suoi valori massimi e questo poi lo riscontrato nell'uso sulla asg , ovvero calo di prestazioni e scarica anticipata.
Per le batterie NICD e NIH utilizzo un classico caricabatteria a corrente costante , dove la tensione di uscita nominale è fissa sui 12-14 volts, ho un indicatore di carica e di regolazione dell'amperaggio di carica che imposto ad 1/10 del valore nominale della batteria , quindi la batteria la tengo in carica per 14 ore, se volete allungare la vita alla vostra batteria e caricarla anche meglio , si devono abbassare i valori di corrente di carica e contemporaneamente allungarne in proporzione i tempi.
Ho anche un caricabatteria ad impulsi , sempre per le NICD e NIHJ , tanto se ne parlò alla sua prima uscita diversi anni fà ma anche qui nella realtà ho constatato che la batteria caricata con questo accrocco non aveva poi la stessa efficienza di una stessa batteria caricata in maniera tradizionale-
Per quanto riguarda i valori di tensione della batteria a fine carica , tenderanno tutti a raggiungere il valore nominale dell'uscita del nostro caricabatteria ovvero 12-14 volts , per poi abbassarsi dopo che avremmo scollegato la batteria , sulle NICD e NIH il valore di tensione tenderà ad abbassarsi col tempo , se le lasciamo cariche dopo qualche giorno tenderanno a scaricarsi sempre più per questo motivo vanno caricate ed utilizzate se se ne vuole sfruttare al massimo la loro carica.Certo se una batteria viene caricata e dopo qualche giorno viene usata e non ce la fà ad far girare la nostra asg significa che è andata.

maxlv650
26/03/2011, 13:43
Per le batterie NICD e NIH utilizzo (1) un classico caricabatteria a corrente costante , dove la tensione di uscita nominale è fissa sui 12-14 volts, ho un indicatore di carica e di regolazione dell'amperaggio di carica che imposto ad 1/10 del valore nominale della batteria , quindi la batteria la tengo in carica per 14 ore, (2) se volete allungare la vita alla vostra batteria e caricarla anche meglio , si devono abbassare i valori di corrente di carica e contemporaneamente allungarne in proporzione i tempi.

(3) Per quanto riguarda i valori di tensione della batteria a fine carica , tenderanno tutti a raggiungere il valore nominale dell'uscita del nostro caricabatteria ovvero 12-14 volts , per poi abbassarsi dopo che avremmo scollegato la batteria , sulle NICD e NIH il valore di tensione tenderà ad abbassarsi col tempo , se le lasciamo cariche dopo qualche giorno tenderanno a scaricarsi sempre più per questo motivo vanno caricate ed utilizzate se se ne vuole sfruttare al massimo la loro carica.(4) Certo se una batteria viene caricata e dopo qualche giorno viene usata e non ce la fà ad far girare la nostra asg significa che è andata.
Permettimi di obiettare:

(1) In un caricabatterie a corrente costante la tensione varia, aumentando, al caricarsi della batteria. E' infatti sufficiente collegare i puntali di un voltmetro ai morsetti per misurare un valore di tensione crescente con l'andar del tempo (mentre se collegassimo in serie un amperometro noteremmo la costanza del valore della corrente) fino a raggiungere il valore della tensione della batteria carica (in realta' leggermente piu' alto in considerazione del comportamento della curva di carica che ho postato prima).

(2) Questo non e' sempre vero: il forum e' pieno di utenti (me compreso :() che hanno buttato pacchi Intellect caricandoli a 1/10C in quanto questa marca richiede correnti allegre per non "deperire" nel giro di pochi cicli di carica.

(3) Se, come dici tu, qualsiasi pacco batterie (indipendentemente dal numero di celle da cui e' composto) si collegasse arrivasse a 12-14V sarebbe un bel pasticcio.

(4) Concordo

rostanika
26/03/2011, 14:55
ma le centinaia di post che si trovano qui su sam non servono a niente???

bombardiere
28/03/2011, 11:48
Permettimi di obiettare:

(1) In un caricabatterie a corrente costante la tensione varia, aumentando, al caricarsi della batteria. E' infatti sufficiente collegare i puntali di un voltmetro ai morsetti per misurare un valore di tensione crescente con l'andar del tempo (mentre se collegassimo in serie un amperometro noteremmo la costanza del valore della corrente) fino a raggiungere il valore della tensione della batteria carica (in realta' leggermente piu' alto in considerazione del comportamento della curva di carica che ho postato prima).

R.Io ho detto tensione di uscita nominale fissa del caricabatteria, ovvero quella che misuriamo ai capi dell'uscita a vuoto, non ho detto che la tensione di uscita è fissa durante la carica.

(2) Questo non e' sempre vero: il forum e' pieno di utenti (me compreso :() che hanno buttato pacchi Intellect caricandoli a 1/10C in quanto questa marca richiede correnti allegre per non "deperire" nel giro di pochi cicli di carica.

R.forse questo discorso non è vero nel caso delle batterie intellect ,ma è appurato e dimostrato che la vita delle batterie ricaricabili si allunga con correnti di carica basse e costanti, e non solo affermo che si caricano meglio e raggiungono la loro massima efficienza con cariche lunghe a correnti più basse di 1/10 del valore Nominale.Le batterie Intellect non sono buone , ne ho trovate fottute moltissime alcune arrivate dal negozio già non funzionanti, in pratica si caricano perfettamente,ma non esprimono i valori di max scarica , mi è appena successo con una batteria per il mio Ak (nuovissima) e qui posso dire che su questa marca in particolare la batteria dura di più se viene caricata ed usata di continuo , le pause lunghe di non utilizzo calcolabili in termini di 4 settimane , le fanno male .Credo che chimicamente al loro interno abbiano problemi a spostare le cariche elettriche arrivando al punto da innalzare la loro resistenza interna al punto tale da non dare più le performance di scarica necessarie a far girare un motore di asg sotto carico.Di contro posso dire che ho utilizzato,con ottimi risultati, le singole celle di questa marca di batteria per altri scopi, che sò per i telecomandi di casa,macchina fotografica etc.


(3) Se, come dici tu, qualsiasi pacco batterie (indipendentemente dal numero di celle da cui e' composto) si collegasse arrivasse a 12-14V sarebbe un bel pasticcio.
R.Se rileggi la mia risposta questo è relativo ai pacchi batteria NICD e NIH , si è vero che il pacco batteria tende a fare da stabilizzatore di tensione , ma se a fine carica lo scolleghiamo dal caricabatterie e lo misuriamo subito in tensione , questa sarà molto vicina a quella nominale di uscita del nostro caricabatteria, poi succede quello che tu ed io abbiamo detto ovvero che scenderà-

(4) Concordo

5.Qui si discute e si cerca di trarne tutti qualche insegnamento( anche perchè spesso gli insegnamenti pratici o dovuti all'esperienza sono importanti quanto la teoria) , almeno è quello che faccio io quando leggo o rispondo sui forum di qualsiasi genere , spero che il tuo spirito sia uguale al mio. Cordialmente "Bombardiere"

picchio65
28/03/2011, 14:38
Io nella mia più completa ignoranza nel caricare le li-po sono tre anni che le carico quasi alla loro potenza nominale!!!
In pratica se ho una li-po da 2000 mAh setto il carica batterie a 1800 mAh.
Sono oltre tre anni che le uso e ad oggi sono tutte in perfetta forma.
Caratteristica delle li-po è tra le altre cose anche la possibilità di caricarle velocemente senza effetti indesiderati e perciò non vedo l'utilità di tenere una batteria sotto carica per tre/quattro ore quando lo posso fare in 20 minuti.
Caricandole ad 1/10 di potenza non è detto che sia meglio: quanti si sono "fottuti" le intellect (ni-Mh) per caricarle a questo modo??
Poi il mondo è bello perché ognuno la pensa come vuole!!!!

rostanika
28/03/2011, 19:54
allora...qui state un po' confondendo anche i caricabatteria intelligenti da quelli scemi...
diciamo che quelli di cui sta parlando bombardiere sono quelli scemi...hanno un valore fisso di tensione finale a cui le batterie tenderanno ad arrivare e un valore fisso di carica
quindi, in base alle batterie, si potranno utilizzare questi carichini (che alla fine sono tipo quelli cinesi che si trovano insieme alle repliche)...corrente fissa...tensione in uscita sui 13V...bisogna fare il solito calcolino per casricare le batterie...cioè capalità/amperaggio*1.6 (per le ni-mh)...eccedendo col tempo, l'energia che non è immagazzinata viene trasformata in calore...in più si rischia di fottere piano piano le celle
i carichini intelligenti invece funzionano in maniera differente...non si moltiplica più per 1.6, come per quelli stupidi, ma si affida tutto alla soglia di delta peak, che nel post 38 si vede, cioè la caduta di tensione quando le celle sono cariche
si è cercato di stabilire delle regole quando non si conosce questo valore (è dato dal costruttore)...quindi non mi dilungo...questi caricabatterie intelligenti caricano a 1x del tempo...cioè Capacità batteria/ amperaggio di carica..e si trova il tempo che occorre
altra cosa
scaricate fino ad avere 1V per cella...e occhio, che se fate la scarica veloce, con un pacco ad esempio da 7 celle, inizialmente la scarica si interromperà a 7V come impostato...ma non meravigliatevi se le celle subito dopo ritorneranno a 8V e più

altre domande?

begones
22/02/2014, 18:33
raga non ci sto capendo niente, cosa mi consigliate per una lipo 11,1v ,20c,2000mah e una lipo 7.4, 25c, 1500mah? con la carica bilanciata, il tempo e tutti i valori grazie mille in anticipo

Ahab
22/02/2014, 19:13
Io carico tutte le Lipo a 1000mAh con imax b6: ovviamente carica bilanciata

Ahab

PS: parlo di Lipo con valori maggiori di 1200mAh

picchio65
22/02/2014, 21:06
raga non ci sto capendo niente, cosa mi consigliate per una lipo 11,1v ,20c,2000mah e una lipo 7.4, 25c, 1500mah? con la carica bilanciata, il tempo e tutti i valori grazie mille in anticipo

Se hai un Imax o clone fatti poche "seghe mentali".......... SEMPRE carica bilanciata, imposti l'esatto voltaggio (7,4 o 11,1 o 14,8 ecc.) poi per i mAh di carica stai sotto la potenza della batteria di 200 o 300 mAh.
Ormai sono diversi anni che le carico cos' senza problemi.

krecio
03/02/2015, 21:25
raga,scusate,cercando in internet ho trovato questo topic..
partendo che sono ignorante peggio di una capra tibetana e non me ne intendo.. ho letto ogni singolo post e ho fatto confusione,scusatemi se chiedo,sono in crisi :cry3:
ho come carica/scarica batterie il modello fire power b8 , che ho visto che e' praticamente uguale all'imax b6 come menu e impostazioni.
ho questi tipi di batterie
1 lipo da 1400mha 7.4v 15c
1 ni-cd da 1500mah 9.6v
1 ni-mh 1200mha 9.6v
1 ni-mh 1600mha 8.4v

-la lipo,quel poco che ho capito la carico in questo modo : 1400/5=280 quindi imposto sul display nella carica bilanciata 0.3A e 7.4v(2s) oppure quello postato da picchio tenendo un amperaggio minore di 2 o 300 quindi 1.2A?
- nicd : 1500/10=150 la carico a 200 cioe' 0.2A?
-nimh : 1200 come sopra anche?
-nimh :1600 altrettanto le altre due nonostante il voltaggio minore?
mentre per la scarica tengo 1A e il tempo di carica come lo calcolo?


grazie mille in anticipo a tutti per l'aiuto e mi scuso ancora se ho confuso qualche passaggio...