Visualizzazione dei risultati da 1 a 6 su 6
  1. #1
    Spina
    Città
    Recanati (MC)
    Club
    Pitbull softair club
    Iscritto il
    12 Sep 2011
    Messaggi
    18
    Grazie!
    0
    Grazie: 0 volte in 0 messaggi

    Post misurare amperaggio di una batteria. ragionamento giusto o sbagliato?

    Su questo argomento:
    salve a tutti, da poco che faccio parte di questo forum ed una delle prime volte che scrivo, ho letto un po di regolamenti e credo (spero) di stare sulla sezione giusta.
    ora cominciamo.

    come molta gente anche io mi sono posto spesso e volentieri la domanda" quanta carica avra la mia batteria?" e domande simili quindi ho visto alcune guide e ho trovato molte cose ma solo sul voltaggio, come ad esempio misurare la tensione ai capi della batteria e da li trarre una stima di quanta carica ha ancora tramite una tabella postata su una discussione; e sempre su queste discussione ho trovato scritto che non possibile sapere la corrente di carica residua.
    Visto che in questi giorni sto a casa senza fare niente poiche mi sono sottoposto ad un intervento, ho rispolverato da dentro la mia testa qualche nozione che ho imparato a scuola e spero di ricordarle bene visto che da qualche anno che non affronto piu argomenti simili quindi tutto quello che sto scrivendo potrebbe essere un ragionamento giusto ma anche totalmente sbagliato pieno di cavolate nella quale mi meriterei di essere messo davanti ad un plotone di esecuzione .

    (tutto quello che scrivo da qui in avanti per via teorica poiche al momento non ho modo di sperimentare)

    scusate ma perch sarebbe impossibile misurare la carica residua? applicando quello che ho studiato a scuola, basta avere un tester e un circuito sulla quale fare le varie misurazioni col tester. per fare il circuito basta solamente una resistenza che si acquista in un normale negozio che si intenda di elettronica (no negozi di tv o console per capirci) a pochi centesimi, un generatore( in questo caso la batteria sulla quale dobbiamo misurare l'amperaggio) e dei fili per la corrente.perche farsi un circuito? il tester per misurare la corrente deve essere collegato in serie altrimenti se lo si collegherebbe in parallelo ad un resistenza, il circuito andrebbe in cortocircuito poiche in modalita Ampere il tester ha un valore di resistenza nulla e la corrente passerebbe interamente sul tester andando ad assumere valori infiniti provocando appunto il cortocircuito. ecco perche non si puo mettere i puntali posito e negativo del tester sui poli di una batteria generica in modalita ampere altrimenti salterebbe il fusibile all'interno del tester.
    ora si collega i capi della resistenza alla batteria (naturamente un capo al polo negativo e l'altro al polo positivo) ed il circuito fatto. poi si procede con la misurazione col tester. Si setta il tester in maniera tale da misurare la corrente e si pone tutti e due i puntali solo su uno dei 2 fili elettrici che collega la resistenza alla batteria e la misurazione che uscira fuori dal vostro tester la carica della batteria in quel momento sapendo cosi quanto sara carica la vostra batteria.

    come detto sopra, tutto questo discorso in via teorica e basato su conoscenze di anni fa, quindi potrebbe essere tutta una cavolata (se cosi fosse non linciatemi please). ora aspetto vostri commenti per sapere.

  2. #2
    Soldataccio


    Città
    Piadena (CR)
    Club
    Non affiliato
    Et
    35
    Iscritto il
    15 Jul 2006
    Messaggi
    2,600
    Grazie!
    0
    Grazie: 6 volte in 3 messaggi

    Predefinito

    vedi solo quanta corrente sta assorbendo il curcuito che hai fatto...niente di pi

  3. #3
    Tutor



    L'avatar di picchio65
    Città
    Arezzo (AR)
    Club
    SAS-STINGERS (AREZZO)
    Iscritto il
    31 Mar 2008
    Messaggi
    4,630
    Grazie!
    392
    Grazie: 440 volte in 343 messaggi

    Predefinito

    Che io sappia non possibile misurare l'amperaggio residuo di una batteria.
    Come detto da rostanika, con il tuo circuito misurerai solo l'assorbimento che sar dato dal valore di impedenza della resistenza impiegata.



    IL TUO POST E' STATO CHIUSO
    IN AREA TECH CENTER????
    NON HAI SEGUITO LE REGOLE DI POSTING!!

  4. #4
    Tutor

    L'avatar di bombardiere
    Città
    Grazzanise (CE)
    Club
    pantera sac asd
    Iscritto il
    04 Dec 2008
    Messaggi
    5,980
    Grazie!
    390
    Grazie: 608 volte in 423 messaggi

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da cri_cri58 Visualizza il messaggio
    salve a tutti, da poco che faccio parte di questo forum ed una delle prime volte che scrivo, ho letto un po di regolamenti e credo (spero) di stare sulla sezione giusta.
    ora cominciamo.

    come molta gente anche io mi sono posto spesso e volentieri la domanda" quanta carica avra la mia batteria?" e domande simili quindi ho visto alcune guide e ho trovato molte cose ma solo sul voltaggio, come ad esempio misurare la tensione ai capi della batteria e da li trarre una stima di quanta carica ha ancora tramite una tabella postata su una discussione; e sempre su queste discussione ho trovato scritto che non possibile sapere la corrente di carica residua.
    Visto che in questi giorni sto a casa senza fare niente poiche mi sono sottoposto ad un intervento, ho rispolverato da dentro la mia testa qualche nozione che ho imparato a scuola e spero di ricordarle bene visto che da qualche anno che non affronto piu argomenti simili quindi tutto quello che sto scrivendo potrebbe essere un ragionamento giusto ma anche totalmente sbagliato pieno di cavolate nella quale mi meriterei di essere messo davanti ad un plotone di esecuzione .

    (tutto quello che scrivo da qui in avanti per via teorica poiche al momento non ho modo di sperimentare)

    scusate ma perch sarebbe impossibile misurare la carica residua? applicando quello che ho studiato a scuola, basta avere un tester e un circuito sulla quale fare le varie misurazioni col tester. per fare il circuito basta solamente una resistenza che si acquista in un normale negozio che si intenda di elettronica (no negozi di tv o console per capirci) a pochi centesimi, un generatore( in questo caso la batteria sulla quale dobbiamo misurare l'amperaggio) e dei fili per la corrente.perche farsi un circuito? il tester per misurare la corrente deve essere collegato in serie altrimenti se lo si collegherebbe in parallelo ad un resistenza, il circuito andrebbe in cortocircuito poiche in modalita Ampere il tester ha un valore di resistenza nulla e la corrente passerebbe interamente sul tester andando ad assumere valori infiniti provocando appunto il cortocircuito. ecco perche non si puo mettere i puntali posito e negativo del tester sui poli di una batteria generica in modalita ampere altrimenti salterebbe il fusibile all'interno del tester.
    ora si collega i capi della resistenza alla batteria (naturamente un capo al polo negativo e l'altro al polo positivo) ed il circuito fatto. poi si procede con la misurazione col tester. Si setta il tester in maniera tale da misurare la corrente e si pone tutti e due i puntali solo su uno dei 2 fili elettrici che collega la resistenza alla batteria e la misurazione che uscira fuori dal vostro tester la carica della batteria in quel momento sapendo cosi quanto sara carica la vostra batteria.

    come detto sopra, tutto questo discorso in via teorica e basato su conoscenze di anni fa, quindi potrebbe essere tutta una cavolata (se cosi fosse non linciatemi please). ora aspetto vostri commenti per sapere.
    Mi dispiace ,ma tutto queste chiacchiere per stabilire cosa di utile ?
    Ci sono le guide sulle batterie, c' una mia guida sulle misurazioni elettriche, sui fusibili e sulla manutenzione dei motori, dove si possono raccogliere molte info utili.
    Ma qui , dopo che ho scoperto che la mia batteria semicarica , riesce ancora a erogare tot corrente su di un carico resistivo scononosciuto o conosciuto , a cosa mi serve ?
    La batteria anche quando non f girare pi una asg(parlo di batterie classiche NICD o NIH), ha ancora una carica residua , infatti se ci applichiamo uno scarica batterie fatto con lampadina da auto da 21 watt 12 volt,e diodi, la far accendere fino alla sua scarica totale, ma ergo a che mi serve tutto questo se s gi che la batteria scarica per la mia asg ?
    I valori nominali di carica e quindi durata sono stampigliati sugli elementi della batteria e questo basta, invece sarebbe meglio conoscere i valori di max scarica di queste batterie che spesso non sono noti ,e che fanno la differenza tra una batteria buona ed una pessima.

  5. #5
    Soldataccio L'avatar di maxlv650
    Città
    Milano (MI)
    Club
    Primo Reggimento
    Et
    46
    Iscritto il
    03 Dec 2007
    Messaggi
    2,979
    Grazie!
    258
    Grazie: 169 volte in 83 messaggi

    Predefinito

    Quoto i colleghi, quello che vuoi fare e' del tutto inutile: andresti a misurare un valore istantaneo che non ti darebbe nessuna informazione su quanta corrente la tua batteria sarebbe ancora in grado di erogare.
    L'unico modo per avere un'idea, peraltro approssimata, e' il valore della tensione a vuoto che e' tanto piu' alta quanto piu' e' carica la batteria; di fatto i battery tester (quelli con le zone verde/giallo/rosso o quelli integrati nella batteria stessa tipo Duracell) misurano questo parametro per indicare la carica della cella.

  6. #6
    Spina
    Città
    Recanati (MC)
    Club
    Pitbull softair club
    Iscritto il
    12 Sep 2011
    Messaggi
    18
    Grazie!
    0
    Grazie: 0 volte in 0 messaggi

    Predefinito

    pensado a quello che avete scritto avete proprio ragione, credevo che la corrente che avrei misurato sul circuito rappresentasse l'amperaggio di carica della batteria. pardon.

Questa pagina stata trovata cercando:

amperaggio

batterie

SEO Blog

Tag per questa discussione

Licenza Creative Commons
SoftAir Mania - SAM by SoftAir Mania Community is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at www.softairmania.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.softairmania.it.
SoftAir Mania® un marchio registrato.