Pubblicato il

Recensione/smontaggio ACM MASADA

Da molti atteso ecco una recensione/guida di smontaggio di TEX_ZEN relativa a uno dei primi esemplari di ACM Masada

Foto del tutto montato non ne ho fatte, me ne scuso e provvedero al piu presto, ma la voglia di provarlo e di saperne di piu sul funzionamento hanno prevalso sullo stile.

La scatola di cartone resistente e ban fatta, con disegnato il masada, racchiude dentro due gusci di polistirolo il fucile montato interamente tranne per il paramano inferiore.
All’interno si puo trovare il fucile, una chiave plastica per regolare la mira anteriore, la mira posteriore con attacco per slitta entrambe abbattibili, robuste e di discreta fattura, un caricatore pmag color sabbia da 300 e un bel manuale di uso e manutenzione in cui viene spiegato come smontarlo.

vadiamolo smontato macroscopicamente

-si puo vedere la parte centrale inferiore che contiene il gearbox, con cavi anteriori provvisti di fucibile e spina tamya piccola; lo sgancio caricatore è ambidestro,e c’è anche il pulsante per rilasciare il copriotturatore una volta aperto… lo vedremo in dettaglio piu avanti.

-il paramano anteriore con su entrambi i lati attacchi rapidi a rpessione per le cinghie.

-il calcio pieghevole sul lato dx, allungabile, con la possibilita di alzare il poggiaguancia, poggiaspalla in gomma, anche ui su entrambi i lati le sedi tonde per il passacinghia ad attacco rapido e un passacinghia classico.

queste 3 parti sono in polimero o in plastica, non saprei dire con certezza ma sono davvero solide, molto robuste ed al tatto non lo fanno sentire un giocattolo.lo stampaggio è buono, ad un esame accuratosi possono notare qualche bava o difetto di stampa ma nulla di molto evidente o di comprometente per l’immagine.

-sopra troviamo l’upper pezzo unico in alluminio, dovrebbe essere realizzato al cnc, di un bel colore, senza sbavature, si vede il copriotturatore che, una volta tirato, si blocca permettendo la regolazione dell’hu.
si nota nella parte centrale il meccanismo di innesto della canna di color grigio scuro, meccanismo fedele all’originale. il tutto è molto solido e ben realizzato.

-ca canna esterna, grossa e robusta, con il tubo recupera gas e nella parte posteriore il sistema rapido di aggancio.
la canna interna è di ottone di media qualità lunga 400mm, si puo vedere una molla in maniera da spingere l’hu verso lo spingipallino.

il gruppo hu è (almeno penso) unico nel suo genere, è un hu a due pezzi con la parte inferiore fissa e qualle superiore, che riceve la canna mobile (all’interno ci stanno 5bb). la regolazione si effettua spostando avanti /indietro un cursore che agisce in alto su una leva che schiaccia il gommino.
l’hu è sicuramente particolare e anche difficile da far funzionare bene. il gommino è abbastanza duro ed internamente ha la gobba “tagliata” in maniera da formare un disegno simile a questo “uu”. il pressore infine è trasparnte e abbastanza rigido ma sottodimensionato per il suo lavoro, risulta infatti troppo piccolo di diametro per poter regolare bene il tiro.
ad hu tutto chiuso, con bb marui 0.20, il tiro non tendeva a salire ma andava diritto/basso, va quindi sostituito con uno di diametro maggiore (cosa non facile, ho dovuto farne uno da un cavo elettrico ricoprendolo ancora con della guaina termorestringente in maniera da allargare in diametro).

sempre l’hu superiore, meglio di cosi non viene fuori dato che è trasparente di plastica abbastanza rigida.
l’accoppiamento con il gearbox è inesistente quindi, quasi sicuramente ci saranno delle perdite impossibili da evitare.

questo è il corpo centrale, con il dito sto premendo verso il basso lo sblocco per copriotturatore ambidestro che, una volta premuto, serve anche per far uscire il pulsante sgancio caricatore dx che cosi puo essere svitato e tolto.

qui in dettaglio il blocco caricatore, i 2 selettori di fuoco e piu in albo, in bianco, il pernetto che serve a fare il “clik” al selettore. entrambi si fissano tramire dei grani.

questo il perno su cui si montano i selettori su entrambi i lati.
come potete vedere il fullauto non è a 90° rispetto il colposingolo ma a 45° rispetto il semi. risulta piu facile e veloce passara tra le due modalita di fuoco, ingegnoso.

qui si puo notare la molla verticale con il blocco per il copriotturatore.

internamente, su entrambi i lati, i meccanismi per il blocco e la rotazione dei selettori di fuoco.

e qui una panoramica del tutto.

si puo notare in alto, il lavoro di limatura effettuato da chi lo ha assemblato, fatto che fa pensare a uno stampaggio errato o a un errore di progettazione.

all’interno il gearbox calza a pennello e ho visto che le casse systema ci stanno e presto sostituiro quello originale aon , appunto, uno systema debitamente preparato.

questo è il gearbox del masada, si puo notare il meccanismo (che c’è anche dall’altro lato) per dare movimento ai selettori di fuoco.

Ed eccolo qui aperto, il gearbox non è dei migliori (come su ogni lowcost). Non è rinforzato ma tutto sommato è spessorato abbastanza bene, puo girare tranquillamente con le 9.6, ma per le lipo da 11.1 consiglio una spessorata al centrale e al conico. Gli ingranaggi sono rinforzati a&k, le boccole sono piene da 6mm, non eccelse come materiali ma, come detto, lavorano bene anche senza metterci mano.
Il cilindro è pieno, con diametro interno di 23.7mm. Uno dei piu larghi, infatti, per montare una testa pistone diversa dalla sua, ho comunque dovuto usare il suo oring originale per riuscire a fare la prova siringa. Prova siringa che da originale perde qualcosa.Ho mantenuto la testa pistone originale perche, il tubicino esterno calza meglio rispetto ad altre con il lunghissimo spingipallino che dovrebbe misusare 33mm. Ho anche provato altre teste ma lo spingipallino aveva troppo gioco, cosi ho optato per quella originale debitamente teflonata per fargli fare tenuta.

Il fucile da originale spara a 92m/s con marui 0.20. quindi è pronto per essere utilizzato.

EDIT: provandolo e usandolo ho potuto constatare l’efficenza dell’hu, risulta non perdere aria e tira davero bene.
il leveraggio di regolazione puo essere un po delicato ma regola molto bene, uno dei migliori che abbia provato!
il fucile risulta ben bilanciato e la sua lunghezza di 86 cm a calcio chiuso (non piegato) non si fa sentire anzi, risulta molto veloce e maneggevole. Per chi, poi, il colt lo usa sempre, il feeling è assicurato, tutto è al posto giusto ed è dimensionato davvero a dovere.

Tutto il fucile, come in foto n 2, si disassembla come quello vero, grazie a dei perni che fissano le parti da smontare e la canna che, grazie al piolino tondo centrale in foto n 9, permette con una rotazione di 30° della canna, di essere smontata…proprio come quello vero.

Sono riuscito a montare anteriormente batterie lipo 3 elementi da 2200 e le firefox ci stanno comode.

Che dire, sono contentissimo dell’aquisto, come potete vedere, chicche ingegneristiche realsteel, questa replica da 190€ ne ha molte…sono davvero soddisfatto perche, comunque, è un ciufile che chiunque puo prendere farlo sparare subito senza doverci mettere perforza mano. Come ogni cosa è migliorabile ma davvero, è soddirfacente quello che da originale propone.

Difficilmente me ne stancherò…..a voi la parola…però sono convinto di avervi messo l’acquolina in bocca

Articoli collegati: